BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calciomercato

CALCIOMERCATO INTER/ News, spunta Vestergaard per la difesa (Ultime notizie)

Calciomercato Inter, ultime notizie legate al mondo del club meneghino: Luciano Spalletti vorrebbe il centrocampista offensivo del Manchester United, Mkhitaryan

Calciomercato Inter, Sabatini - La PresseCalciomercato Inter, Sabatini - La Presse

L'Inter sta sondando il calciomercato alla ricerca di diversi calciatori importanti per la difesa. La situazione è chiara, con l'infortunio del giovane Zinho Vanheusden che ha ridotto a tre il numero di centrali a disposizione di Luciano Spalletti. Oltre ai titolarissimi Joao Miranda e Milan Skriniar c'è il solo Andrea Ranocchia reduce da una buona prestazione proprio con la maglia nerazzurra sulle spalle. Secondo quanto riportato da TuttoMercatoWeb.com l'ultima idea sarebbe Jannik Vestergaard, centrale classe 1992 del Borussia Monchengladbach. L'idea sarebbe quella di prenderlo in prestito per poi riscattarlo quest'estate, senza far pesare quindi il costo del cartellino in questa sessione di calciomercato. Su Vestergaard però ci sono anche Arsenal e Tottenham che potrebbero diventare però molto più pericolose in estate. Questo permetterebbe all'Inter di agire a gennaio quasi in maniera autonoma e senza la pressione di nessun altro club pronto a rialzare l'offerta. (agg. di Matteo Fantozzi)

BASTONI, ARRIVO ANTICIPATO

L’Inter avrà a brevissimo il suo rinforzo per la difesa. Il prescelto è da tempo il giovane Bastoni, classe 1999 che attualmente gioca a Bergamo, fra le fila dell’Atalanta. La società di corso Vittorio Emanuele ha già acquistato negli scorsi mesi il ragazzo, versando nelle casse della Dea una decina di milioni di euro, e a breve l’accoglierà fra le proprie fila. L’accordo era per un trasferimento alla Pinetina solamente al termine della stagione in corso, ma visto che Gasperini gli sta concedendo poco spazio (due sole partita giocate, una in campionato e una in Coppa Italia), il tutto verrà anticipato di circa sei mesi. All’Inter farà decisamente comodo il giovane 18enne, vista la carenza di centrali difensivi di stanza alla Pinetina. Del resto Spalletti può contare solo sui due titolari Miranda e Skriniar, e sulla riserva Ranocchia. Sia logico, Bastoni non risolverà gli eventuali problemi di difesa dei nerazzurri, ma sicuramente darà man forte, e sarà utile alla causa. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SPALLETTI HA SCELTO MKHITARYAN

Il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti, ha scelto: vuole Mkhitaryan per rinforzare il centrocampo. L’allenatore nerazzurro ha chiesto da settimane un innesto di qualità sulla trequarti e il migliore disponibile sul mercato pare sia proprio il nazionale armeno di proprietà del Manchester United. L’ex Borussia Dortmund gioca poco all’Old Trafford e di conseguenza starebbe pensando di cambiare casacca. In Germania lo rivorrebbero, ma per ora la compagine di Dortmund non si è ancora mossa ufficialmente, e l’Inter vorrebbe quindi batterla sul tempo. Tra l’altro i nerazzurri potrebbero mettere sul piatto il cartellino di Joao Mario, calciatore che José Mourinho conosce molto bene, non soltanto per le origini portoghesi. Un’operazione non semplice, in cui bisogna tenere conto anche della variabile impazzita Mino Raiola, procuratore con cui è sempre un dilemma fare trattative. Sembrerebbe invece essersi un po’ spenta la pista che porta a Pastore del PSG, che come caratteristiche di gioco non è quanto richiesto da Spalletti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

JOAO MARIO VERSO L'ADDIO

E’ ironico, come succede spesso e volentieri, l’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti. Ieri il tecnico nerazzurro è stato intercettato dai giornalisti all’uscita da corso Vittorio Emanuele, e nell’occasione ha spiegato che ha fatto visita alla dirigenza per “nascondere i cartellini dei propri giocatori”. L’ex Roma teme che vengano ceduti alcuni big della squadra, e di conseguenza, ha provato a blindarli, almeno a parole. Resta da capire se tali dichiarazioni valgano anche per Joao Mario. Il nazionale portoghese sta vivendo una stagione negativa, sulla falsa riga di quanto vistosi durante lo scorso campionato. Il lusitano non è mai riuscito a mostrare le sue doti a San Siro, apparendo sempre il lontanissimo cugino di quello splendido centrocampista che era a Lisbona, con la casacca dello Sporting. Difficile che prosegua la sua permanenza ad Appiano Gentile anche durante la seconda metà stagionale, soprattutto se dovesse giungere dalle parti della sede meneghina l’offerta adeguata, pari a circa 40 milioni di euro: ma chi se la sente di investire così tanto su questo calciatore? (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LA BATTUTA DI SPALLETTI

Luciano Spalletti ha sempre fatto parlare di sé per le sue dichiarazioni che non sono mai banali e spesso svelano anche qualcosa di interessante sul futuro dei club che allena. ieri il tecnico toscano è stato colto fuori dalla sede dell'Inter e ha ribadito il concetto più importante e cioè che non vuole perdere i calciatori che a disposizione, piuttosto che puntare qualcuno sul calciomercato. Alla domanda di SportItalia se preferisse Javier Pastore o Ramires il tecnico ha sottolineato: "Il mio unico pensiero è nascondere i cartellini dei miei calciatori. Sono venuto in sede per prenderne qualcuno e per portarmeli a casa e nasconderli. Più che comprare altri calciatori vorrei tenere quelli che ho". Parole che responsabilizzano i calciatori che ora sono chiamati a una reazione dopo diverse prestazioni sottotono arrivate in seguito al sofferto pareggio strappato a Torino contro la Juventus di Massimiliano Allegri.

SERVONO VENTI MILIONI PER PASTORE

Javier Pastore si riavvicina all'Inter nel calciomercato di gennaio. El Flaco sembrava ammorbidito nella sua decisione di lasciare nella sessione di riparazione il Paris Saint German visto che Unai Emery aveva iniziato a farlo giocare con una certa continuità. Secondo quanto riportato da FcInterNews pare che il club transalpino abbia assolutamente bisogno di monetizzare rapidamente per evitare problemi in vista del fairplay finanziario. Per questo Pastore sarà ceduto a chi si presenterà con un assegno cash di venti milioni di euro. Una cifra molto accessibile se si considerano i parametri di questo calciomercato e anche il valore del calciatore. L'unico problema è legato alla necessità del Psg di incassare subito i soldi richiesti. Nonostante questo i nerazzurri studiano opzioni perché l'ex Palermo sarebbe perfetto per giocare al centro dei trequartisti nel 4-2-3-1 di Luciano Spalletti.

© Riproduzione Riservata.