BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calciomercato

Emre Can Juventus/ Diretta, "Cristiano Ronaldo? Se arriva sarebbe davvero grandioso"

Emre Can Juventus, presentazione in diretta: il centrocampista tedesco ha parlato in conferenza stampa dicendo di voler aiutare la squadra a vincere ancora, soprattutto la Champions League

Emre Can nel giorno dell'arrivo alla Juventus (Foto LaPresse)Emre Can nel giorno dell'arrivo alla Juventus (Foto LaPresse)

Era il grande giorno di Emre Can e il calciatore tedesco si è presentato come nuovo centrocampista della Juventus. Tra i tanti argomenti affrontati ovviamente c'è stato spazio per parlare anche di Cristiano Ronaldo. L'ex Liverpool, che se l'è ritrovato davanti poco tempo fa nella finale di Champions League, ha sottolineato: "Sono concentrato su di me, ma c'è da dire che se dovesse arrivare sarebbe davvero grandioso". Non si può più nascondere la Juventus e ovviamente non possono farlo i suoi calciatori, che sono veramente entusiasmati dalla sola idea di giocare in squadra con lui. Centrocampista propositvo potrebbe essere in grado di beneficiare della profondità creata dallo stesso Cristiano Ronaldo, anche perché Emre Can è un calciatore in grado di buttarsi dentro. Di sicuro qualsiasi grande calciatore avrebbe la curiosità di giocare insieme al calciatore più forte della storia. (agg. di Matteo Fantozzi)

"QUI PER VINCERE"

Emre Can continua a parlare della sua avventura alla Juventus: spiega di aver scelto i bianconeri perchè conosceva già in passato la mentalità del club, che è la stessa sua. “Sono venuto qui per vincere i titoli” dice il centrocampista tedesco, che aggiunge come nonostante le tante offerte la Juventus abbia grandi obiettivi per il futuro. Naturalmente si affronta il tema della Champions League, lo stesso Emre Can ha perso recentemente la finale europea con il Liverpool, e spiega che “il primo obiettivo deve essere la Serie A, poi arriverà la Champions League”. Dice che la società insegue questo trofeo da oltre 20 anni: “Tutti vogliono vincerla, io voglio aiutare la squadra a farlo e la squadra è attrezzata per ottenere il titolo europeo”. Si parla poi della versatilità del calciatore, che dice di aver già parlato con Massimiliano Allegri ma senza affrontare il tema tattico; dunque dovremo aspettare per sapere se Emre Can giocherà in un centrocampo a due o a tre, ma il tedesco rivela comunque che il suo ruolo favorito è quello di centrocampo. “Sono a disposizione dell’allenatore, voglio fare del mio meglio per aiutare la squadra”. L’idolo di gioventù? Zinedine Zidane. Arriva la domanda di un giornalista tedesco, ovviamente sull’eliminazione della Germania al primo turno dei Mondiali: “Una grandissima delusione, non so cosa non sia andato bene ma penso che dobbiamo rafforzarci e riusciremo a tornare più forti di prima”. Emre Can parla poi dell’accoglienza ricevuta da Allegri e dai due senatori, Barzagli e Chiellini: “Ho incontrato tutti, l’accoglienza è stata calorosa e si sono premurati del mio recupero dall’infortunio”. Questa l’ultima risposta di Emre Can, che poi mostra la maglia numero 23 a beneficio dei fotografi. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PRIME PAROLE DI EMRE CAN

E’ cominciata la presentazione ufficiale di Emre Can alla Juventus: ricordiamo che già nel giorno della firma del contratto il tedesco aveva mostrato la maglia numero 23, che sarà dunque quella che indosserà nella sua nuova avventura. La prima domanda riguarda le modalità dell’arrivo in bianconero: “Buongiorno ragazzi” subito in italiano per Emre Can, che poi spiega - in inglese ovviamente - di aver avuto un’ottima impressione di una società che già conosceva. “Sono veramente lieto di essere qui, già in precedenza Khedira mi aveva parlato molto bene di questo club e sono molto felice di essere qui”. Afferma poi di essere stato tifoso bianconero da piccolo: “Il mio allenatore mi diceva che un giorno sarei arrivato alla Juventus, era una grande squadra e oggi sono davvero contento di esserci davvero arrivato”. Emre Can dice che i giocatori arrivati dai Mondiali saranno pronti per l'inizio della stagione; inevitabile domanda sul possibile arrivo di Cristiano Ronaldo, ma Emre Can parla in termini generali e dice di non sapere nulla. "Sono concentrato su di me, se Cristiano arrivasse sarebbe comunque grandioso". (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA CONFERENZA STAMPA

La conferenza stampa di Emre Can, salvo variazioni di palinsesto, non sarà trasmessa in diretta tv: infatti da poco JTv ha chiuso e sarà disponibile soltanto in diretta streaming video, ovviamente per chi sia in possesso di un dispositivo mobile - PC, tablet o smartphone - per accedere al sito ufficiale dei bianconeri e seguire l'evento. L'alternativa è sulla pagina Facebook ufficiale della società bianconera, che trovate all'indirizzo facebook.com/juventusfcita.

PRESENTAZIONE EMRE CAN, STREAMING VIDEO SU JUVENTUS.COM

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA

Emre Can sta per essere presentato in conferenza stampa dalla Juventus: si tratta del terzo tedesco arrivato a vestire la maglia bianconera in pochi anni perchè, oltre al già citato Sami Khedira, c’è Benedkit Howedes che lo scorso anno ha giocato appena tre partite, riuscendo comunque a trovare un gol in Serie A. Il grande periodo di sinergia tra la Juventus e la Germania è stato all’inizio degli anni Novanta: orima Thomas Hassler, poi Jurgen Kohler e Stefan Reuter, infine Andy Moeller: tutti arrivati nel giro di tre stagioni, ma solo Kohler è rimasto a sufficienza per vincere il primo scudetto dell’era Marcello Lippi, poi lui e Reuter paradossalmente hanno battuto i bianconeri nella finale di Champions League del 1997, quando vestivano la maglia del Borussia Dortmund. Tornando indietro nel tempo troviamo ovviamente Helmut Haller: in Italia lo aveva portato il Bologna, nel 1968 passò alla Juventus dove rimase per cinque stagioni, segnando 33 gol e vincendo due scudetti. Faceva parte della Germania Ovest che l’Italia sconfisse nella mitica semifinale mondiale dell’Azteca, anche se non scese in campo; era invece titolare inamovibile quattro anni prima, quando la sua nazionale perse la finale contro l’Inghilterra. Ora però è arrivato il momento di un altro tedesco, ovvero Emre Can: la sua conferenza stampa comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

LA JUVENTUS CON EMRE CAN

Emre Can viene presentato oggi dalla Juventus, ma tutti i tifosi bianconeri si stanno già chiedendo in che modo la nuova squadra sarà in campo con il centrocampista tedesco. Come abbiamo già detto, Emre Can è prevalentemente una mezzala: in questo senso allora dovrebbe alternarsi con Sami Khedira e Blaise Matuidi nel centrocampo a tre impostato da Massimiliano Allegri, mentre Miralem Pjanic - con Rodrigo Bentancur in alternativa - sarebbe come sempre il playmaker arretrato davanti alla difesa. Tuttavia, resta l’ipotesi della mediana a due - soprattutto se dovesse arrivare davvero Cristiano Ronaldo: in questo senso comunque Emre Can sarebbe comunque in quella zona del campo, e sarebbe sempre in competizione con Khedira e Matuidi per affiancare Pjanic. Almeno nella prima parte della stagione poi il tedesco potrebbe essere utile per coprire il ruolo di terzino sinistro: qui infatti ha giocato con buona continuità nel Bayer Leverkusen e, almeno finchè Leonardo Spinazzola sarà impegnato nella riabilitazione dall’intervento chirurgico, potrebbe essere lui la soluzione studiata da Allegri, soprattutto se Alex Sandro dovesse davvero fare le valigie. In questo senso, come già ricordato in precedenza, per capire il vero utilizzo di Emre Can nella Juventus bisognerà aspettare che la società termini la campagna acquisti perchè altre sorprese potrebbero arrivare. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALTRI COLPI A PARAMETRO ZERO

Emre Can è arrivato alla Juventus da pochi giorni e oggi verrà presentato alla stampa: come detto, si tratta di un altro acquisto a parametro zero e in questo la dirigenza bianconera sembra davvero averci preso la mano. Sono infatti almeno quattro i calciatori arrivati in scadenza di contratto che hanno fatto le fortune della squadra nel corso del ciclo dei sette scudetti: il primo chiaramente è Andrea Pirlo, bollato come “finito” dal Milan ma capace di giocare quattro anni strepitosi con la Juventus, di cui è diventato il faro della mediana. C’è poi Paul Pogba, strappato al Manchester United e signore del centrocampo per tre stagioni, dopo la prima in cui ha più che altro fatto apprendistato all’ombra di Arturo Vidal e Claudio Marchisio vista anche la giovane età; Fernando Llorente, prelevato dall’Athletic Bilbao, ha avuto una prima stagione da 16 gol in campionato e una seconda nella quale, pur perso il posto a favore di Alvaro Morata, ha comunque contribuito alla causa e raggiunto la finale di Champions League. Infine Sami Khedira: il Real Madrid lo ha lasciato andare, lui ha portato il suo acume tattico e anche segnato 19 gol in Serie A in tre stagioni, con un record personale di 9 nel campionato concluso da poco. Emre Can sarà il quinto grande colpo bianconero a parametro zero? (agg. di Claudio Franceschini)

EMRE CAN ALLA JUVENTUS

Emre Can è il primo giocatore che la Juventus presenta ufficialmente per la stagione 2018-2019: alle ore 14:30 di lunedì 9 luglio infatti il centrocampista tedesco parlerà in conferenza stampa nel giorno del raduno dei campioni d’Italia, che si ritrovano nel nuovo centro della Continassa per dare il via ai lavori dopo la sosta. Ventiquattro anni, proveniente dal Liverpool, Emre Can è un rinforzo atteso da tempo: fin dallo scorso anno infatti la Juventus aveva provato ad acquistarlo, ma aveva dovuto aspettare. Si era detto che il calciatore avrebbe firmato a gennaio, ma non è successo; non è arrivata nemmeno una firma da febbraio come possibile per chi è in scadenza di contratto - era per esempio stato il caso di Fernando Llorente - ma di fatto i due club si erano già accordati per il trasferimento a giugno 2018. Detto fatto, Emre Can ha firmato un contratto di quattro stagioni con la società bianconera. Arriva a dare una mano a un centrocampo che ha bisogno di rinnovo, che anche lo scorso anno nonostante gli ottimi risultati raggiunti dalla squadra ha dato la sensazione di essere con il fiato corto e con poche soluzioni alternative. Naturalmente il calciomercato della Juventus è ancora all’inizio, e bisognerà vedere cosa succederà da qui a fine agosto; Emre Can però è un rinforzo interessante per Massimiliano Allegri, perchè fornisce il tecnico di varie soluzioni in mezzo al campo e non solo.

LA CARRIERA DI EMRE CAN

Tedesco di origine turca (è nato comunque a Francoforte), Emre Can ha mosso i suoi primi passi nel Blau-Gelb - squadra della città - prima di venire notato dall’Eintracht. Nel 2009 il passaggio al Bayern Monaco; qui ha raggiunto la prima squadra quando aveva 19 anni, ma in due stagioni ha raccolto appena 7 apparizioni, nessuna delle quali nella Champions League vinta da Jupp Heynckes e il suo gruppo. La svolta è avvenuta nel 2013: il centrocampista si è trasferito al Bayer Leverkusen e, sotto la guida di Sami Hyypias poi e Sascha Lewandowski poi, è diventato un elemento fondamentale di una squadra che ha raggiunto i quarti di finale di Champions League, giocando spesso anche come terzino sinistro e iniziando a diventare duttile e versatile in campo. Notato dal Liverpool, è maturato ancor di più sotto la guida di Jurgen Klopp che ne ha fatto un titolare a tutti gli effetti: mezzala su entrambi i lati del campo, ancora laterale o anche playmaker basso, Emre Can ha disputato da titolare la semifinale degli Europei 2016 (unica apparizione nel torneo) ma ha perso i Mondiali attualmente in corso a causa di un infortunio alla schiena che lo ha tenuto fuori un paio di mesi - è tornato in tempo per la finale di Champions League, ma ha giocato gli ultimi sette minuti a risultato ormai acquisito. Adesso per lui inizia una nuova avventura con la Juventus: sarà di fatto il terzo grande campionato nel quale si confronterà, arriva nella nostra Serie A forte di 115 apparizioni in Premier League e 35 nelle Coppe Europee (19 in Champions League), più 20 partite con la Germania con la quale ha segnato un gol.

© Riproduzione Riservata.