BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ Ferrari: Domenicali annuncia “la macchina del 2012 sarà rivoluzionaria”. Presentazione il 3 febbraio

Pubblicazione:

Fernando Alonso (Infophoto)  Fernando Alonso (Infophoto)

C'è poi il capitolo “mercato”, che quest'anno per la Ferrari ha riguardato molti tecnici; i nomi nuovi sono quelli di Hirohide Hamashima e Steve Clark. Il primo, giapponese di 59 anni, nell’era Bridgestone era il responsabile dello sviluppo dei pneumatici. Il suo ruolo sarà proprio quello di occuparsi di questa importantissima area, come ha spiegato Stefano Domenicali stamattina: “Avrà il compito di seguire l’interazione tra i pneumatici e lo sviluppo della monoposto, lavorerà alle dipendenze del d.t. Pat Fry e farà da interfaccia con la Pirelli. La sua esperienza ci permetterà di rafforzare un’area del progetto vettura dove l’anno scorso non siamo stati così bravi a sfruttare tutti i tipi di pneumatici”. Il secondo, inglese di 46 anni, ex McLaren e Mercedes, sarà il nuovo responsabile di pista e dunque “intermedio” tra Fry e gli ingegneri Stella e Smedley. Come ha sottolineato il capo della Gestione Sportiva, ora non ci sono più scuse per la Ferrari: “Parlare di alibi non sarebbe corretto perché creerebbe una ulteriore e non necessaria pressione ma è chiaro che ora abbiamo tutte le carte in regola per essere competitivi”. Infine, una parentesi sul futuro: tra qualche ora arriveranno Montezemolo ed Ecclestone, ma Domenicali smentisce che la trattativa per il nuovo Patto della Concordia tra Ferrari e chi detiene i diritti sia già pronto per la firma: “Se ne parlerà nei prossimi giorni. Ma non è vero che si sia già firmato, anche se è vero che Ferrari ed Ecclestone si parlino, lo fanno da sempre perché entrambe sono...da sempre in F.1”, chiude con ironia. Con gli altri team si sta invece discutendo l’accordo sui costi, altro punto che ha scatenato polemiche: “Ci sono due documenti, uno scade a fine 2012 e un’altro firmato a Singapore che vale sino al 2017: stiamo discutendo quale sia quello effettivo e l’applicabilità delle sanzioni. E poiché si vuole introdurre oltre a quelle finanziarie anche quelle sportive, dovremo coinvolgere anche la Fia”. 

 

(Mauro Mantegazza)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.