BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ Gran Premio Gran Bretagna, Gabbiani: Silverstone, una pista vera. Alonso è "la" Ferrari (esclusiva)

Pubblicazione:

Fernando Alonso a bordo della sua Ferrari ai box (Infophoto)  Fernando Alonso a bordo della sua Ferrari ai box (Infophoto)

FORMULA 1, IL GRAN PREMIO DI GRAN BRETAGNA 2012 A SILVERSTONE PRESENTATO DA BEPPE GABBIANI (ESCLUSIVA) –  Silverstone è un circuito mitico per la Formula 1. Qui si è corso il primo Gran Premio nella storia del Mondiale (1950) e qui la Ferrari ha vinto la prima corsa nella sua storia iridata (1951). Da oggi – con le prove libere – si disputa proprio a Silverstone il Gran Premio di Gran Bretagna 2012, nono appuntamento stagionale per il Circus (clicca qui per leggere tutte le informazioni e gli orari della corsa). Fernando Alonso vinse qui nella scorsa stagione, e ha vinto anche a Valencia l'ultima gara disputata: una vittoria straordinaria, frutto di una grande rimonta e che ha permesso allo spagnolo di lanciare la prima fuga nella classifica piloti. Riuscirà la Ferrari a fare bene anche in Inghilterra, a casa di tutti i principali rivali del Cavallino? Per presentare questa corsa ci siamo affidati a Beppe Gabbiani, ex pilota di Formula 1 e di molte altre categorie. Intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

 

Gabbiani, ci può illustrare le caratteristiche principali del circuito di Silverstone?

Io nella mia carriera ci ho corso in anni diversi, durante i quali il circuito ha subito diverse modifiche. Ho avuto la fortuna di correre sul mitico Silverstone con il tracciato ancora degli anni '60-'70, che di fatto aveva soltanto cinque curve.

Quali sono i punti più importanti?

Silverstone è una pista molto impegnativa in generale, le curve rimaste come allora sono certamente le più affascinanti anche perchè si fanno in pieno e non ti danno grandi punti di riferimento. Naturalmente serve una macchina perfettamente a posto, e da parte del pilota molto “pelo”.

Del tracciato attuale invece cosa pensa?

Nella categoria Prototipi ho avuto la possibilità di correre a Silverstone fino a cinque anni fa (dunque la penultima versione del circuito, prima delle ultime modifiche del 2010-2011, ndR). Resta un circuito molto difficile, una pista “vera”, anche se non è all'altezza dell'originale, soprattutto nella zona dove c'è una serie di “esse” in successione e hai pochi punti di riferimento. Devi conoscerla molto bene per affrontarla al meglio, cosa che non è affatto facile.

Gli ultimi tre Gran Premi erano stati invece su circuiti cittadini: può cambiare qualcosa?

Oggi è davvero difficile fare previsioni. Certezze non ne abbiamo, basti pensare alla gara spettacolare che abbiamo visto a Valencia, su una pista dove superare sembrava impossibile. Le variabili sono davvero tante, anche se certamente correre su una pista come Silverstone non è la stessa cosa.

Possiamo fare qualche previsione sui possibili favoriti?



  PAG. SUCC. >