BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Formula 1

CLASSIFICA FORMULA 1 / Mondiale Piloti e Costruttori: Mercedes trionfa, Hamilton quasi (Gp Usa 2017 Austin)

Classifica Formula 1, Mondiale Piloti e Costruttori dopo il Gp Usa 2017 ad Austin: Lewis Hamilton in fuga, guadagna altri 7 punti su Sebastian Vettel e ormai ha il titolo in tasca

Classifica Formula 1 - LaPresse: Mercedes a un passo dal titoloClassifica Formula 1 - LaPresse: Mercedes a un passo dal titolo

Cambia la classifica piloti e costruttori di Formula 1 dopo il Gran Premio degli Stati Uniti, ma non nella sostanza. Lewis Hamilton ha allungato nella classifica piloti ai danni di Sebastian Vettel, mentre la Mercedes ha ufficialmente vinto il titolo destinato alle scuderie. Le posizioni sembrano cristallizzate: Valtteri Bottas ha infatti perso terreno nella lotta per la seconda posizione, mentre risale Max Verstappen, che però è ancora molto distante da Kimi Raikkonen, il quale dal canto suo si è avvicinato un po' a Daniel Ricciardo, sfruttando il ritiro del pilota australiano della Red Bull. La Ferrari, dunque, non può fare altro in questa parte finale della stagione che consolidare il secondo posto, mantenendo a distanza la Red Bull, e provare a tenere accese le speranze di Sebastian Vettel, a cui in realtà serve un miracolo per togliere dalle mani di Lewis Hamilton la vittoria del Mondiale piloti. (agg. di Silvana Palazzo) CLASSIFICA FORMULA 1

HAMILTON HA LE MANI SUL TITOLO

Lewis Hamilton vince il Gran Premio degli Stati Uniti 2017 di Formula 1 e, sul circuito di Austin, il britannico blinda di fatto il quarto titolo Mondiale: Sebastian Vettel rimonta nel finale ma è solo secondo, e allora i punti di divario tra il pilota Mercedes e il tedesco della Ferrari diventano 66, quando mancano soltanto tre gare al termine di fatto i conti sono chiusi e a questo punto a Vettel servirebbe un miracolo, vale a dire tre vittorie con Hamilton costretto ad appena 4 punti da qui al termine della stagione. Hamilton fa quello che doveva fare, ovvero controlla il suo diretto avversario e addirittura gli guadagna punti come ormai accade da tempo: Kimi Raikkonen prova a fare lo scudiero devoto ma non ha il ritmo per andare a riprendere il fuggitivo e così alla fine si accoda anche al compagno di squadra, il cui secondo gradino del podio è però di magra consolazione. La Ferrari centra il doppio podio: nel finale Max Verstappen si prende il terzo posto a scapito di Raikkonen ma lo deve cedere per aver tagliato la curva (5 secondi di penalità per l'olandese), mentre si registra il crollo di Valtteri Bottas che nel finale deve anche passare dai box e chiude in quinta posizione, mentre in sesta posizione si piazza Esteban Ocon che è il primo delle due Force India come sempre a punti. Buono l’esordio di Carlos Sainz nella Renault: il francese si piazza in settima posizione. La Mercedes chiude oggi i conti con il Mondiale costruttori, vincendolo aritmeticamente per il quarto anno consecutivo. (agg. di Claudio Franceschini) 

PALMER IL GRANDE ESCLUSO

Il Gp del Giappone pare che sia stata l’ultima occasione per Joylon Palmer per conquistare punti validi per la classifica del mondiale piloti della Formula 1: il pilota inglese infatti non disputerà il Gp degli Stati Uniti oggi a Austin, nell’iconica pista texana. Benchè  proprio sulla pista Suzuka abbia trovato la dodicesima pozione e ancora prima a Singapore avesse raccolto il miglio piazzamento in carriera nella F1, giunto sesto alla bandiera a scacchi, la Renault ha deciso di sostituirlo a partire dalla prova Usa della formula 1 con il pilota della Toro Rosso Carlos Sainz. Una stagione d’esordio quindi davvero sfortunata per Palmer soprattutto chiusa anzitempo: per il britannico la classifica dei piloti ha portato appena a 8 punti trovati solo in occasione del Gp di Singapore dove, come abbiamo visto era riuscito a tagliare il traguardo sesto. Oltre a questo si contano appena 4 presenze nella top 12 oltre a tre ritiri per Palmer: difficile pensare che il britannico possa ancora farsi vedere nel mondiale della Formula 1 anche l’anno prossimo. (agg Michela Colombo)

IL DUELLO PER LA TOP TEN

Manca ormai davvero pochissimo al via del Gran Premio della Formula 1 degli Stati Uniti in Texas, sulla pista di Austin: tanti i verdetti attesi già questa sera quindi e non ultimo  chi comporrà la top ten della classifica riservata ai piloti. Detto già in maniera ampia dello scontro tra i big per il titolo, non dimentichiamo che alle spalle di Lewis Hamilton e Sebastian Vettel la bagarre infuria  alla viglia di uno degli ultimi appuntamento del mondiale F1 2017. Tra i vari duelli infatti vi è anche quello per la decima piazza che vede contrapposti Nico Hulkernberg su Renault e Felipe Massa su Renault. Il brasiliano infatti rimane alle soglie della top ten della classifica piloti con  34 punti, gli stessi del tedesco che però oggi partirà dalla penultima casella sulla pista di Austin. Sarà quindi una battaglia furiosa tra i due dove però al momento il favorito rimane proprio l’ex ferrarista: a suo favore infatti gioca soprattutto la decima piazza in griglia di partenza ottenuto nelle qualifiche di questo Gp degli Stati Uniti.( agg Michela Colombo)

IL FATTORE CARLOS SAINZ

Tra i fattori da tenere d’occhio questa sera per il Gp degli Stati Uniti di Austin in ottica classifica del mondiale piloti vi è senza dubbio il profilo di Carlos Sainz. Dando un occhio alla graduatoria, in attesa di poter dare il via alla prova Usa della Formula 1, infatti vale la pena di ricordare che lo spagnolo occupa al momento la nona posizione con 48 punti a bilancio, ottenuti fino ad ora alla guida della Toro Rosso. Il pilota di Madrid infatti proprio alla viglia della prova sulla pista texana di Austin ha deciso di anticipare il suo addio alla casa di Faenza per andare a occupare uno slot in casa Renault a fianco di Nico Hulkenberg. Nonostante questo cambio di casco comunque la situazione in classifica non cambierà: i punti ottenuti finora per la classifica del mondiale piloti della Formula 1 rimarranno dello spagnolo, mentre ovviamente cambieranno da Austin in poi quelli conquistati per il mondiale costruttori. (agg Michela Colombo)

FOCUS SUL MONDIALE PILOTI

La classifica del Mondiale di Formula 1 che volto assumerà al termine del Gran Premio degli Usa? La Ferrari spera che dal tracciato di Austin arrivino notizie migliori di quelle delle ultime tre gare, Gran Premi che di fatto hanno messo fine alle speranze della Rossa di tornare a conquistare titoli iridati che mancano ormai da decisamente troppo tempo (2007 Mondiale Piloti e 2008 Mondiale Costruttori). In attesa di scoprire che cosa succederà, facciamo il punto sulla situazione attuale, cioè quella maturata nei sedici Gran Premi fin qui disputati. Il grande duello fra la Ferrari e la Mercedes ha preso la via di Stoccarda anche nella classifica Piloti che vede al comando Lewis Hamilton di ben 59 punti davanti a Sebastian Vettel, mentre per quanto riguarda la classifica Costruttori le Frecce d’Argento hanno una netta supremazia, anche se certamente la Rossa sta andando molto meglio rispetto alle precedenti stagioni e con la sensazione che a livello di prestazioni la Ferrari in questo momento sia addirittura più forte delle rivali – ma i problemi di affidabilità hanno vanificato tutto. Dunque nel Mondiale Piloti troviamo al comando Hamilton con 306 punti davanti a Vettel, secondo con 247 punti. La situazione quando ormai restano solamente 100 punti da assegnare è ben definita: addirittura, Hamilton potrebbe vincere il Mondiale già qui ad Austin, anche se per farcela dovrebbe portare a 76 le proprie lunghezze di vantaggio su Vettel e guadagnare 17 punti in un colpo solo sarà ben difficile, sempre a patto che la Ferrari del tedesco veda la bandiera a scacchi…

LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

Nel Mondiale Costruttori invece la Mercedes ha ben 145 lunghezze di vantaggio sulla Ferrari (540 punti contro 395): a Singapore l’inatteso 40-0 per Stoccarda ha cementato una posizione di vantaggio che a dire il vero era già piuttosto evidente, ma che la Ferrari avrebbe potuto mettere in discussione se a Marina Bay la domenica fosse andata come il sabato; poi i problemi di affidabilità di cui la Ferrari ha sofferto sia a Sepang sia a Suzuka hanno messo definitivamente la parola fine a questa contesa. Pure nel Costruttori, ormai ci si può chiedere solamente quando e dove la Mercedes potrà festeggiare l’ennesimo titolo consecutivo e pure in questo caso potrebbe succedere già ad Austin – anzi, è più probabile che negli Usa, se dovesse già arrivare un verdetto definitivo, sia relativo proprio al titolo Costruttori. Per la Ferrari comunque i miglioramenti rispetto alle stagioni più recenti sono evidenti e questo è un dato che non andrà dimenticato: anche i recenti guasti sono certamente legati al tentativo di fare il colpaccio, purtroppo per la Rossa non riuscito. Il ritardo nel Costruttori chiama in causa Kimi Raikkonen, perché è il gap che il finlandese accusa dal connazionale Valtteri Bottas - 148 punti per Raikkonen contro i 234 di Bottas - ad avere creato questo solco fra le due scuderie, pur con le doverose attenuanti legate a Singapore e Sepang, dove Kimi si è ritirato pagando colpe non proprie. Fra i costruttori naturalmente la Red Bull è la terza forza, che con 303 punti completa il podio fra i team; Daniel Ricciardo sta anche ampiamente davanti a Raikkonen con 192 punti, mentre la vittoria malese e il secondo posto di Suzuka hanno portato Max Verstappen a quota 111 punti, regalando al giovane olandese le prime vere soddisfazioni in una stagione comunque con troppi alti e bassi. Dietro alle ‘lattine’, la Force India è stabilmente la quarta forza, si lotterà solo per le posizioni di rincalzo, comunque importanti a livello economico.

Classifica piloti

1 Lewis Hamilton (Mercedes) 331

2 Sebastian Vettel (Ferrari) 265

3 Valtteri Bottas (Mercedes) 244

4 Daniel Ricciardo (Red Bull) 192

5 Kimi Raikkonen (Ferrari) 163

6 Max Verstappen (Red Bull) 123

7 Sergio Perez (Force India) 86

8 Esteban Ocon (Force India) 73

9 Carlos Sainz (Toro Rosso/Renault) 54

10 Nico Hulkenberg (Renault) 34

11 Felipe Massa (Williams) 36

12 Lance Stroll (Williams) 32

13 Romain Grosjean (Haas) 28

14 Kevin Magnussen (Haas) 15

15 Stoeffel Vandoorne (McLaren) 13

16 Fernando Alonso (McLaren) 10

17 Joyon Palmer (Renault)  8

18 Pascal Wehrlein (Sauber) 5

19 Daniil Kvyat (Toro Rosso) 5

Classifica costruttori

1 Mercedes* 575

2 Ferrari 428

3 Red Bull 315

4 Force India 159

5 Williams 68

6 Toro Rosso 53

7 Renault 48

8 Haas 43

9 McLaren 23

10 Sauber 5

* campione del mondo

© Riproduzione Riservata.