BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Formula 1 streaming video e diretta tv, gara in differita su Rai 2: disastro Ferrari!

Diretta Formula 1 F1: griglia di partenza, gara live del Gp Gran Bretagna 2017 a Silverstone: vincitore e podio, l'ordine d'arrivo e la cronaca (oggi domenica 16 luglio)

Diretta Formula 1: la Ferrari 2017 - LaPresse Diretta Formula 1: la Ferrari 2017 - LaPresse

È stato un fine settimana semplicemente perfetto per Lewis Hamilton che sul circuito di Silverstone non ha sbagliato assolutamente nulla: disponendo della macchina più veloce in circolazione (non ce ne vogliano i tifosi della Ferrari ma dopo le prime gare la reazione della Mercedes è stata semplicemente impressionante, e l'impressione è che il team di Stoccarda abbia ancora ulteriori ampi margini di miglioramento da qui a fine stagione) il britannico ha tenuto il piede a martello sull'acceleratore da venerdì a domenica vincendo meritatamente la gara occupando la prima posizione dal primo all'ultimo giro, senza mai cedere la leadership nemmeno durante l'unico pit stop. La giornata trionfale della Mercedes è completata dal secondo posto di Valtteri Bottas che partendo dalla nona casella sulla griglia di partenza è riuscito a recuperare grazie a una strategia alternativa e allo strapotere della W08 che gli ha consentito di montare la gomma gialla (soft) nella prima parte di gara e di non perdere comunque contatto dagli altri big che avevano una mescola di svantaggio nei suoi confronti, negli ultimi 20 giri con la super-soft il finlandese era il più veloce in pista e si è fatto trovare al posto giusto al momento giusto quando le Ferrari di Raikkonen e Vettel hanno accusato in contemporanea la foratura dello pneumatico anteriore sinistro.

Nella sfortuna Kimi ha perso poco tempo e solamente una posizione visto che l'incidente è avvenuto quasi all'ingresso della corsia box, mentre Sebastian ha dovuto percorrere quasi un giro intero su tre ruote e di conseguenza è scivolato fino alla settima posizione, dietro anche alle Red Bull di Verstappen e Ricciardo (gran rimonta anche per l'australiano che scattava dall'ultima fila) e alla Renault di Hulkenberg (il tedesco autore di un'ottima gara). Adesso nella classifica del campionato piloti c'è solamente un punto a dividere Vettel e Hamilton, ma il trend dovesse essere confermato anche nelle prossime gare ormai il sorpasso è dietro l'angolo. Domenica deludente per la Ferrari che nonostante la power-unit evoluta non è mai stata realmente in grado di tenere il ritmo delle Frecce d'Argento, tra due settimane si correrà in Ungheria, pista sulla carta favorevole alla SF70-H, ma Vettel e Raikkonen avranno bisogno di essere assistiti anche dalla fortuna che ha girato loro le spalle dopo la doppietta nel Gran Premio di Montecarlo.

C'è chi comunque se la passa peggio, come la Toro Rosso con i due piloti Sainz e Kvyat che si sono eliminati da soli al via, ormai la convivenza tra i due è impossibile e Pierre Gasly, terzo pilota della scuderia di Faenza, scalpita per una promozione sempre più vicina; per non parlare della McLaren-Honda con Alonso costretto per l'ennesima volta al ritiro. Il momento più spettacolare della gara è stato sicuramente il duello quasi a sportellate tra Verstappen e Vettel, con il tedesco che ha perso parecchio tempo dietro all'olandese dopo una partenza tutt'altro che brillante; alla fine il ferrarista, anticipando la sosta ai box, è riuscito a scavalcare il portacolori della Red Bull che si conferma un osso duro da superare in pista.

Per gli appassionati di Formula 1 che si sono persi la diretta Sky del Gp di Silverstone, possono collegarsi ora su Rai 2 e seguire la differita. Intanto vi anticipiamo il trionfo di Lewis Hamilton nel Gran Premio di Gran Bretagna che ha tagliato il traguardo per primo davanti ai suoi tifosi in estasi per la quinta vittoria sulle strade di casa sua. Con questi 25 punti Hamilton riapre clamorosamente il mondiale perché nelle ultimissime tornate la Ferrari ha ceduto di schianto con Raikkonen e Vettel che hanno accusato praticamente in contemporanea la foratura dello pneumatico anteriore sinistro: il finlandese in qualche modo ha limitano i danni perdendo una sola posizione a vantaggio di Bottas che chiude sul secondo gradino del podio - dopo essere partito dalla nona casella sullo schieramento di partenza - e consentendo alla Mercedes di portare a casa un'altra doppietta. Al tedesco è andata decisamente peggio forando nel punto più lontano dalla pista e perdendo molto più tempo, alla fine Vettel conclude in settima posizione dietro a Verstappen, Ricciardo e Hulkenberg mantenendo la testa della classifica piloti solamente di un punto. Ocon, Perez e Massa completano la zona punti. (agg. di Stefano Belli) 

Ci stiamo avviando verso le fasi conclusive del Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone (decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1), a meno di 10 giri dalla bandiera a scacchi Hamilton si sta involando verso il trionfo con Kimi Raikkonen che mantiene la seconda posizione, mentre Vettel e Bottas lottano tra loro per il terzo gradino del podio. Riavvolgiamo un attimo il nastro: prosegue il valzer dei pit stop, mano a mano tutti si fermano per il cambio gomme, fatta eccezione di Bottas che è partito con la mescola soft e dunque rientrerà ai box per ultimo il più tardi possibile per poter sfruttare la gomma rossa nell'ultima parte di gara. Intanto Verstappen non rappresenta più uno spauracchio per Vettel essendo a 8 secondi di ritardo, mentre ora il tedesco della Ferrari dovrà guardarsi le spalle da Bottas che con gli pneumatici nuovi diventa il pilota più veloce in pista, dopo 31 giri con lo stesso treno di gomme anche Ricciardo fa il pit stop e rientra dietro le Force India di Ocon e Perez che poi supererà senza patemi d'animo. (agg. di Stefano Belli) 

Andiamo a riepilogare quanto successo finora, sono stati percorsi 22 dei 51 giri previsti sulla pista di Silverstone, sede del Gran Premio di Gran Bretagna in pieno svolgimento. Una volta pulita la pista dai detriti provocati dall'incidente tra le Toro Rosso di Sainz e Kvyat la Safety Car si fa da parte e riprende la gara, Hamilton allunga subito su Raikkonen mentre Verstappen tiene dietro Vettel, intanto Bottas si sbarazza senza colpo ferire di Ocon e Hulkenberg, mentre in fondo al gruppo Ricciardo va lungo ed è costretto a ricominciare da capo la sua rimonta. In casa Ferrari valutano se anticipare la prima sosta del tedesco che sta perdendo troppo tempo dietro all'olandesino con Bottas che si avvicina pericolosamente da dietro, il quattro volte campione del mondo decide comunque di rompere gli indugi e attaccare il portacolori della Red Bull che si difende con le unghie e con i denti non avendo nulla da perdere, il duello tra i due infiamma letteralmente gli spettatori sugli spalti con Bottas che si accoda ai due litiganti. Al 19^ giro Vettel prende la via dei box per anticipare il pit stop passando alla mescola soft (gomma gialla), la tornata successiva si ferma anche Verstappen che però torna in pista dietro al ferrarista che finalmente guadagna la posizione, ora Bottas ha pista libera e gira sugli stessi tempi del compagno di squadra Hamilton che intanto fa corsa a sé al comando con Raikkonen distante 10 secondi. (agg. di Stefano Belli) 

Siamo nel corso del 5^ giro, il Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone (decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1) è cominciato con qualche colpo di scena: durante il giro di ricognizione la Renault di Palmer si pianta in mezzo alla pista, gara finita ancor prima di cominciare per il pilota britannico proprio davanti al suo pubblico. Charlie Whiting è costretto ad abortire il via e a far percorrere ai 19 piloti superstiti un'altra tornata prima della partenza vera e propria dove Hamilton non ha avuto problemi a mantenere la prima posizione davanti a Raikkonen mentre Vettel ha perso una posizione nei confronti di Verstappen. Nelle retrovie completo disastroso in casa Toro Rosso con Kvyat che sperona Sainz e lo butta letteralmente fuori strada estromettendolo dalla corsa, a causa dei detriti la direzione gara è stata costretta a far entrare in pista la Safety Car. Nel frattempo Bottas ha guadagnato un paio di posizioni e ora è settimo mentre Ricciardo si trova in 15^ posizione. (agg. di Stefano Belli) 

Ci siamo, sulla griglia di partenza è tutto pronto per il via del Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone (decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1), alle ore 14.00 si spegneranno le cinque luci rosse dei semafori e i piloti si lanceranno a tutto gas verso la prima curva. Lewis Hamilton scatterà dalla pole position e per lui sarà determinante difendere a tutti i costi la leadership dagli assalti delle Ferrari di Vettel e Raikkonen, come al solito Max Verstappen che oggi si accomoda in seconda fila sarà la mina vagante e da lui ci si può aspettare veramente di tutto. Gara difficile per Valtteri Bottas che dalla nona casella dovrà cercare di rimontare più posizioni possibili e il più in fretta possibile per poter essere utile alla causa del team di Stoccarda, in fondo allo schieramento troviamo due top driver come Ricciardo e Alonso, traditi rispettivamente dai problemi congeniti di affidabilità di Red Bull e McLaren-Honda. Bassissime probabilità di pioggia (dovrebbe avere qualche scroscio ma solamente nel tardo pomeriggio, a gara già ampiamente conclusa), il cielo è coperto e questo vuol dire che la temperatura, in particolare quella dell'asfalto, sarà piuttosto bassa e potrebbe creare qualche problema nell'interpretare il comportamento e il degrado degli pneumatici. (agg. di Stefano Belli) 

Tra poco meno di tre ore Lewis Hamilton potrebbe agganciare Jim Clark e Alain Prost nell'albo d'oro del Gran Premio di Gran Bretagna con cinque vittorie a testa: al momento il pilota della Mercedes è fermo a quota quattro ma oggi ha la concreta possibilità di incrementare ulteriormente il suo score a Silverstone (dove si sta per disputare la decima gara del mondiale 2017 di Formula 1), ieri nelle qualifiche ha dimostrato indubbiamente di averne più di tutti, sarà fondamentale per lui replicare lo scatto bruciante di Bottas che una settimana fa in Austria gli ha consentito di tenersi dietro Vettel alla prima curva e di potersi involare verso la vittoria. Stavolta accanto a Hamilton ci sarà Raikkonen e bisognerà vedere se il finlandese lascerà subito strada al compagno leader del campionato piloti oppure se è intenzionato a giocarsi le proprie carte. Ricordiamo che in ottica mondiale costruttori la Ferrari ha un estremo bisogno di raccogliere il maggior numero possibile di punti da entrambi i suoi scudieri. (agg. di Stefano Belli) 

Oggi nel Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1 sarà grande protagonista Kimi Raikkonen, reduce dalle ottime qualifiche disputate nelle difficili condizioni di ieri pomeriggio a Silverstone. Infatti, nelle dichiarazioni del pilota finlandese della Ferrari, il bilancio del sabato è decisamente positivo: “In qualifica la macchina si è comportata meglio di quanto avesse fatto finora questo weekend e sono rimasto molto soddisfatto. Più o meno abbiamo ottenuto quello che era alla nostra portata”. Raikkonen rievoca poi così il giro che gli ha dato il secondo posto sulla griglia di partenza: “Il mio ultimo giro è andato bene, ma era ancora un po’ difficile sapere dove andare perché c’erano tracce di umido qua e là; così sono andato con calma all’inizio e poi ho deciso di spingere di più”. Di conseguenza Kimi può trarre un bilancio positivo e guardare con fiducia al Gran Premio: “Oggi (ieri, ndR) ho avuto un buon feeling con la macchina, così aspetto solo domani (oggi, ndR) e spero di fare anche meglio in gara. Di solito siamo un po’ più forti la domenica”. (Agg. di Mauro Mantegazza)

Sebastian Vettel a Silverstone ha vinto una sola volta nella sua carriera di Formula 1. Un tabù da sfare nel Gran Premio di Gran Bretagna in programma oggi: le premesse sono in chiaro scuro, perché il terzo posto nelle qualifiche non è certamente negativo, ma quando ciò significa essere alle spalle sia del grande rivale per il titolo iridato sia del proprio compagno di squadra non si può essere del tutto soddisfatti. Vettel comunque si è detto contento del comportamento della sua Ferrari nelle qualifiche: “Siamo abbastanza contenti del risultato e la nostra prestazione è stata buona. Credo che domani (oggi, ndR) non sarà facile, considerando che la Mercedes è stata veloce durante l’intero weekend. La nostra macchina però oggi andava bene e la sensazione è stata ottima. Quindi, nel complesso, sono contento”. Questo il bilancio da parte del pilota tedesco delle qualifiche, disputate in condizioni climatiche piuttosto difficili: “La pista non era completamente bagnata e guidare era divertente. Nel mio ultimo run ho trovato qualche macchina davanti a me, ma a parte ciò credo che abbiamo migliorato molto nel weekend, anche in qualifica, e questo è ciò che davvero conta”. (Agg. di Mauro Mantegazza)

Partirà dalla dodicesima posizione in griglia Danil Kvyat, pilota della Toro Rosso che ha affrontato le qualifiche sulla pista di Silverstone, per il Gran Premio di Gran Bretagna, non senza qualche problema: “Soprattutto questa mattina nella terza sessione delle prove libere,” ha spiegato Kvyat, “non mi sono sentito completamente a mio agio alla guida della Toro Rosso, ma devo dire che nel pomeriggio la situazione è migliorata sensibilmente. Potevamo migliorare ancora di qualche decimo, ma viste le condizioni nelle quali siamo partiti, la dodicesima posizione in griglia è un qualcosa di cui essere sostanzialmente soddisfatti. Credo che domani farà la differenza la concentrazione con la quale affronteremo la gara, fare la mossa giusta al momento giusto: a mio avviso abbiamo le potenzialità per recuperare ancora qualche posizione ed entrare in zona punti, ma è ovvio che la macchina dovrà girare al meglio”. (agg. di Fabio Belli)

Nel Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone Carlos Sainz dovrà partire dalla quattordicesima posizione nella griglia. Il pilota spagnolo non ha espresso molta soddisfazione per come sono andate nel complesso le cose per la sua Toro Rosso nelle qualifiche: “Un problema alle sospensioni si è rivelato snervante, nelle Q2 sono riuscito a scendere in pista solamente negli ultimi minuti di gara, e questo è sicuramente frustrante. I meccanici della squadra comunque sono stati grandi perché mi hanno permesso di ritornare in pista in un momento molto difficile. Il mio rammarico riguarda il fatto che in Q1 la macchina era riuscita a mantenere un ritmo davvero eccellente, con le gomme intermedie valevamo un piazzamento nelle prime dieci posizioni della griglia di partenza. Domani mi aspetto un Gran Premio comunque entusiasmante, anche se con tutte le difficoltà che abbiamo avuto sarebbe imprudente lanciarsi in previsioni. Spero che le condizioni meteo saranno le stesse delle prove, credo che abbiamo la possibilità di fare una buona gara e puntare comunque alla zona punti”. (agg. di Fabio Belli)

Un Lewis Hamilton strepitoso si prepara al colpo grosso sul tracciato di Silverstone. Nel Gp di Gran Bretagna, decima tappa del Mondiale 2017 di Formula 1, l'inglese scatterà dalla prima posizione, davanti ai due ferraristi Raikkonen e Vettel. I numeri di Hamilton sono da leggenda: quinta pole position sul circuito di casa come Jim Clark e 67esima in carriera, soltanto una in meno di Michael Schumacher. “Non posso spiegare a parole quanto sia fantastica questa pole – ha detto Lewis – Mi sembra assurdo: la quinta pole a Silverstone, uguale a Jim Clark. È surreale essere lì con queste leggende”. Hamilton si riscatta dopo un mare di polemiche scattando per la sesta volta su dieci gare dalla prima posizione. “Il risultato è merito vostro, sento la vostra energia!” ripete l'inglese all'indirizzo del pubblico. Per Lewis Hamilton è stato tutto perfetto: “Mi sento come se stessi guidando al meglio di come non abbia mai fatto. Spero che i risultati che otterrò lo dimostrino”. La possibilità di ridurre il gap con Vettel c'è eccome. Toccherà ad Hamilton sfruttarla al meglio. (agg. Giuliani Federico)

Nella decima tappa del Mondiale 2017 di Formula 1, il Gran Premio della Gran Bretagna, Valtteri Bottas partirà dalla nona posizione. A dire il vero il finlandese avrebbe ottenuto la quarta piazza sulla griglia di partenza, ma è stato penalizzato per aver sostituito il cambio. Bottas è deluso da quanto ottenuto: “Ho perso tempo, è vero, ma non riesco a spiegarmi il distacco da chi sta davanti”. Per il pilota Mercedes le qualifiche sono state piuttosto dure, ma in gara il compagno di Hamilton punterà su pneumatici soft. Basterà per rimontare? “Il soft dovrebbe essere un buon pneumatico da gara – spiega Bottas – so che tutto è possibile, devo solo stare attento a non restare bloccato dietro il traffico”. Per quanto riguarda l'assetto della monoposto, Valtterri si è detto soddisfatto di quanto visto: “L'equilibrio dell'auto non era male, ma non ho avuto abbastanza grip per competere per la pole”. Con Hamilton che scatterà dalla pole e Bottas dalla nona posizione, la Mercedes spera in una discreta gara da parte dei suoi piloti. Il finlandese è pronto a dare battaglia: “Abbiamo una vettura forte, spingerò al massimo per ridurre il gap con gli avversari”. (agg. Giuliani Federico)

Il direttore esecutivo della Mercedes, Toto Wolff, è molto soddisfatto di quanto raccolto dai suoi ragazzi nelle qualifiche del Gran Premio del Regno Unito, decima tappa del Mondiale 2017 di Formula 1. A Silverstone, Lewis Hamilton ha conquistato la pole position mentre Valtteri Bottas sarebbe stato virtualmente quarto, anche se dovrà partire nono sulla griglia di partenza a causa di una penalizzazione. Parlando dei singoli Wolff ha elogiato la prestazione di Hamilton: “Lewis è stato fantastico, nel suo ultimo giro potevamo sentire il sostegno del pubblico. Con il suo risultato ha regalato qualcosa di veramente spettacolare a tutti i suoi tifosi”. Discorso diverso per Bottas, che ha dovuto faticare, tra pneumatici e grip da equilibrare: “Per Valtteri non sarà facile ma il ragazzo lotterà fino in fondo”. Infine Wolff si è scagliato su Romain Grosjean, pilota della Haas che aveva dichiarato di aspettarsi una penalità per Hamilton. “Ci sono piloti che si lamentano sempre – ha detto il direttore Mercedes - che brontolano in continuazione. Non voglio nemmeno commentare un Grosjean che chiede sanzioni per altri piloti, dovrebbe prima guardare i suoi trascorsi. E dovrebbe essere felice di essere in Formula 1” . (agg. Giuliani Federico)

Altra domenica in compagnia della Formula 1: infatti si corre in diretta da Silverstone il Gran Premio di Gran Bretagna 2017, decimo appuntamento del Mondiale 2017 che arriva in questa prestigiosa e storica occasione a metà del suo cammino. Diciamo subito che la partenza della gara avrà luogo alle classiche ore 14.00 (clicca qui per il dettaglio della griglia di partenza del Gran Premio di Formula 1 di Silverstone): l’ora di fuso orario non incide, si partirà infatti alle 13.00 locali. Diamo adesso alcune importanti informazioni tecniche su questa pista, un nome mitico nella storia della Formula 1: la gara si svolgerà sulla distanza di 52 giri, ognuno dei quali misura 5.891 metri, per un totale di 306,198 km. Il tracciato di Silverstone è dunque fra i più lunghi della stagione. Da segnalare inoltre che ci saranno due rettilinei sui quali si potrà attivare l'ala mobile (Drs): a differenza di quanto accade di solito, non sarà fra questi il rettilineo d'arrivo, bensì sono stati scelti quello fra le curve 5 e 6 e quello fra le curve 14 e 15 (da ricordare che le curve di Silverstone sono in totale 18).

Lewis Hamilton potrebbe ritrovare il sorriso dopo il GP d'Austria proprio sul circuito di casa, a Silverstone: il pilota della Mercedes ha fatto il vuoto nelle qualifiche ed è quindi favorito per la vittoria della gara del Gran Premio di Gran Bretagna. Hamilton ha dunque ottime possibilità di conquistare la quarta vittoria consecutiva a casa. Le strategie sono meno scontate rispetto al solito: Hamilton potrebbe adottarne una a due soste, visto che la W08 è quella che soffre maggiormente del blistering all'anteriore. La Ferrari invece stressa meno le gomme, ma dovrebbe optare comunque per la strategia a due soste, quindi in tal caso la differenza potrebbero farla, oltre alla partenza, anche i momenti nei quali le monoposto verranno chiamate ai box. Guai a dare per spacciato Sebastian Vettel: il compagno di scuderia Kimi Raikkonen potrebbe rivelarsi un alleato visto che partirà dalla prima fila. Se riuscisse ad impegnare Hamilton in un bel duello dopo il via, potrebbe approfittare della situazione proprio il tedesco.

Uno scatenato Lewis Hamilton si è preso la pole position anche sulla pista di casa, Silverstone, dominando l'ultima sessione di qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna in programma domani e valido come decima prova del mondiale 2017 di Formula 1: con la pista ormai asciutta il britannico è stato l'unico capace di scendere sotto l'1:27 con la gomma rossa (super-soft). La buona notizia per la Ferrari è che sia Raikkonen che Vettel sono stati capaci di mettersi subito dietro alla Freccia d'Argento, tenendosi dietro Valtteri Bottas che per effetto delle cinque posizioni di penalità per la sostituzione del cambio partirà solamente dalla nona casella dello schieramento di partenza. Da sottolineare anche l'ottima prestazione di Nico Hulkenberg capace di conquistare la terza fila al volante della Renault che proprio in questi giorni festeggia il 40^ anniversario del suo debutto assoluto in Formula 1. È stato un pomeriggio senza un attimo di respiro, la pioggia ha bagnato la pista soprattutto nella prima sessione, poi l'asfalto è andato asciugandosi e questo ha consentito ai piloti di migliorarsi in continuazione, al punto che al termine della Q1 il più veloce di tutti era Fernando Alonso, poi i valori di forza sono tornati quelli abituali e Mercedes e Ferrari hanno fatto il vuoto, qualifica da dimenticare per la Red Bull con Ricciardo che ha accusato un problema tecnico nella prima fase e domani partirà in ultima fila accanto ad Alonso che per l'ennesima volta ha dovuto cambiare la sua power-unit Honda.

Dopo un venerdì in sordina la Ferrari con la nuova power-unit torna a mostrare i muscoli nella FP3 del sabato mattina, soprattutto con Sebastian Vettel che con gomma rossa (super-soft) ha realizzato più o meno lo stesso tempo di Lewis Hamilton (il pilota britannico ha chiuso in 1.28.063): solamente 32 millesimi dividono i due rivali per la corsa al titolo, con il britannico che ha fatto la differenza nell'ultimo settore grazie alla maggiore velocità della Mercedes nelle rapide curve in sequenza. Vicinissimo anche Bottas, terzo a 74 millesimi, ma per il finlandese sono arrivate notizie non propriamente positive, essendo stato costretto nella giornata di ieri a sostituire il cambio. Per lui una penalità di 5 posizioni nella griglia di partenza. Positivo il quarto posto di Kimi Raikkonen, che paga però qualcosa nel tempo cronometrato, avendo chiuso a 6 decimi di distacco dal miglior crono di Hamilton.In seria difficoltà la Red Bull con Ricciardo e Verstappen a più di un secondo e mezzo di ritardo, dietro anche alla Renault di Hulkenberg e alla Haas di Grosjean, inoltre l'australiano dovrà scontare una penalità di 5 posizioni sulla griglia di partenza per la sostituzione del cambio, esattamente come Bottas. In fondo alla classifica troviamo Lance Stroll che non è riuscito a trovare il giro buono a differenza di Massa che ha chiuso la sessione nella top 10 davanti alle McLaren-Honda di Vandoorne e Alonso. Fp3 condizionata dalla pioggia che ha cominciato a cadere copiosa soprattutto nell'ultimo quarto d'ora, costringendo le squadre ad anticipare il lavoro, non a caso i migliori tempi sono stati registrati nella prima mezz'ora quando la pista era ancora asciutta.

La gara del Gran Premio di Gran Bretagna 2017 di Formula 1 sarà trasmessa come ogni altra gara della stagione su Sky Sport F1 HD, il canale tematico numero 207 della piattaforma satellitare Sky, mentre per chi segue la Formula 1 sulla Rai la notizia è che questo Gran Premio sarà visibile solamente in differita, non essendo compreso nel pacchetto di gare che la Tv di Stato può trasmettere in tempo reale come Sky.

Anche in Gran Bretagna la telecronaca di tutti gli eventi sarà affidata a Carlo Vanzini, affiancato da commentatori tecnici tra cui Marc Gené, voce interna al team Ferrari. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio mentre a fare da filo conduttore alla giornata ci sarà la rubrica Paddock Live, che sarà affidata a Federica Masolin. Inoltre, gli abbonati avranno anche l'occasione di seguire il Gran Premio anche in streaming video tramite l'applicazione Sky Go. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l'appuntamento con la differita sarà a partire dalle ore 21.00 su Rai Due, come sempre quando i Gran Premi sono visibili solamente in differita, con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli. Lo streaming di questa gara sullo storico circuito britannico sarà naturalmente garantito dal sito Internet ufficiale della tv di Stato www.raiplay.it. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1.

Parlando del circuito, va detto che lungo la sua storia il tracciato di Silverstone ha subito numerose e profonde modifiche rispetto al circuito originario che sorse nell'aeroporto militare della località del Northamptonshire, utilizzato dalla Royal Air Force nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Il ricordo del conflitto era ancora vivissimo quando, il 13 maggio 1950, proprio a Silverstone ebbe luogo il primo Gran Premio iridato della storia della Formula 1. Inizialmente era un tempio della velocità come Monza: tanti rettilinei e poche leggendarie curve, poi iniziarono ad apparire nuove chicane e curve con l'obiettivo di ridurre la velocità. Nel 2010 sono state apportate le ultime grandi modifiche al percorso, che fu allungato di ben 760 metri, tanto che la gara è passata quell'anno da 60 a 52 giri. Le novità però non erano finite: nel 2011 infatti è stato spostato il traguardo, non più collocato fra le curve Woodcote e Copse, bensì fra la Club e la Abbey. L'asfalto abrasivo comporta elevati carichi sulle coperture, sottoposte a uno stress tra i più alti dell'intero campionato. Sarà dunque interessante vedere come si comporteranno le gomme Pirelli, dal momento che il fornitore degli pneumatici ha scelto di portare le mescole medie, soft e supersoft, mentre l’anno scorso il terzetto era dure-medie-soft.

Le nuove monoposto dovrebbero esaltarsi a Silverstone, perché dovrebbero essere in grado di sviluppare appieno il loro potenziale sui curvoni del tracciato inglese. I livelli di aderenza saranno elevati, così come il carico aerodinamico, essenziale per tuffarsi nei velocissimi cambi di direzione dopo la Copse. La combinazione tra alto carico aerodinamico, tante curve veloci in appoggio e rapidi cambi di direzione, su asfalto mediamente abrasivo, fa sì che lo stress sulle coperture sia massimo. Per tutti questi motivi, il Gran Premio di Gran Bretagna dovrebbe essere tra le poche gare del 2017 a decidersi su una strategia con due soste ai box in gara. Mario Isola, Racing Manager di Pirelli, ha parlato così prima dell’inizio del weekend: “La decisione di portare mescole più morbide a Silverstone rispetto alle previsioni iniziali, è stata presa da Pirelli con il massimo accordo di piloti, FIA, team e degli organizzatori, i quali hanno apprezzato la scelta di una nomination più aggressiva. Questa apre a possibilità extra per quanto riguarda le strategie, e porterà i team verso opzioni con più di un pit stop. E’ una pista tra quelle che pretendono di più dagli pneumatici in tutta la stagione, quindi sarà interessante valutare le performance della supersoft”. Adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile: la diretta della gara del Gran Premio di Gran Bretagna 2017 di Formula 1 sul circuito di Silverstone sta per cominciare…

© Riproduzione Riservata.