BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Formula 1

Diretta Formula 1/ F1 streaming video SKY prove libere Fp2: Ferrari bene nel passo gara! (Gp Francia 2018)

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 Gp Francia 2018 Le Castellet: tempi e classifica delle due sessioni, si comincia a girare sul circuito (oggi venerdì 22 giugno)

Diretta Formula 1 - LaPresse: Vettel arriva in Francia da leaderDiretta Formula 1 - LaPresse: Vettel arriva in Francia da leader

E’ appena sventolata la bandiera scacchi che ha posto fin anche alla Fp2 del Gp di Francia 2018 e i dati che abbiamo appena ricevuto dal tracciato di Le Castellet, potrebbero anche essere i più significativi dell’intera giornata di prove libere sul nuovo e caldo asfalto del Paul Ricard. Proprio in questi ultimi minuti abbiamo assistito a un programma di lavoro congiunto tra Ferrari, Mercedes e Red bull sulla simulazione passo gara e pure alle medesime condizioni, ovvero con gomme super soft abbastanza usurate. Avendo ora potuto confrontare quindi in tempo reale i dati e i crono che arrivavano dalla pista possiamo ora parlare in toni entusiastici della Ferrari di Vettel e Raikkonen. La rossa di Maranello sul passo gara pare davvero inarrivabile, tanto da mettere dietro di se un secondo dalle sue principali rivali. Importane poi la costanza come cui ha affrontato questa parte finale della Fp2 lo stesso tedesco, che in gara promette quindi scintille domenica. Se però diamo un occhio alla classifica dei tempi, fissata alla bandiera scacchi vediamo bene che c’è un rovescio della medaglia per Arrivabene e i suoi. Sul giro secco Hamilton si è confermato inarrivabile anche in questi ultimi minuti della Fp2: da segnalare intanto gi ottimi tempi segnati dalle Haas, prima tra le piccole alla bandiera a scacchi. (agg Michela Colombo) GP FRANCIA, DIRETTA LIVE  -   CLASSIFICA TEMPI FP2

L'INCIDENTE DI PEREZ

Proprio nel momento in cui prendeva avvio l’hammer time della Fp2 del Gp di Francia, con Hamilton, Vettel e Ricciardo pronti a farsi sentire ecco un nuovo colpo di scena della pista di Le Castellet. anche questa volta un incidente curioso ma per fortuna senza alcuna conseguenza almeno per il pilota coinvolto. Il protagonista è stato Perez, che improvvisamente ha completamente perso la gomma posteriore sinistra, apparentemente senza alcun motivo visibile. Ovviamente la sua Force India è uscita di pista per andarsi ad appoggiare alle barriere, metre la direzione di gara esponeva bandiera rossa e cerca di recuperare il pneumatico volante in pista, ben pericolosa in realtà. Per fortuna il pneumatico volante non ha dato fastidio ad alcun pilota che stava per sopraggiungere, e dopo aver sgombrato il tracciato la seconda sessione di prove libere ha ripreso corso. Intanto in pista ognuno sta facendo un po’ il suo lavoro personalizzato tra simulazione passo gara, qualifiche e test delle gomme: difficile fare un confronto immediato. I primi dati però ci raccontando di un Hamilton che a parità di gomme (ultrasoft) è più veloce di un secondo su Vettel: rosse e Red bull di certo appaiono ben in difficoltà paragonate alle frecce d’argento. (agg Michela Colombo) 

MERCEDES SUBITO VELOCI

Se sul finire della Fp1, la maggior parte dei piloti ha provato le gomme a banda violetta, questa prima parte della seconda sessione di prove libere per il Gp di Francia 2018 ha visto gran parte dei protagonisti della Formula 1 provate le gomme a banda rossa. Le prime sensazioni a circa metà della Fp2 paiono positive benché di certo le prestazioni anche oggi pomeriggio sono state pesantemente penalizzate dal forte vento che infastidisce non poco i piloti intenti a spingere al massimo in pista. Nonostante tutti questi elementi la classifica dei tempi appare ben ricca di crono interessanti (solo escluso Ericsson, che non potrà rientrare in pista dopo l’incidente occorso questa mattina). Ecco infatti che pure con gomme super soft i migliori oggi in pista al Paul Ricard si sono rivelate le vetture Mercedes di Hamilton e Bottas: le frecce d’argento paiono beneficiare del nuovo motore e non non si è rivelata per ora fallace l’ipotesi che il tracciato francese fosse a loro favorevole. La graduatoria dei tempo vede quindi Hamilton, davanti a Bottas: leggermente distanti Ferrari e Redbull, che ora dovranno capire come migliorare le proprie prestazioni prima che le Mercedes scappino. (agg Michela Colombo)  

PARTENZA LENTA AL PAUL RICARD

E’ da poco iniziata la Fp2 del Gp di Francia 2018 e a Le Castellet splende sempre il sole: le temperature però si sono fatte molo più alte e questo potrebbe essere un problema in più specie su un tracciato ancora di fatto sconosciuto. Non è stato certo un avvio brillante quello a cui abbiamo astio, ma anzi molti piloti, protagonisti del Mondiale di Formula 1 hanno atteso non poco prima di fare il proprio ingresso in pista sia pure per qualche installation lap. I tempi per ora non paiono troppo significativi e il fatto che a lungo siamo rimaste avanti le Haas di Magnussen e Grosjean ben raccontano di un avvio non certo dominato dalla velocità e dai grandi nomi di questo campionato. Tale scenario però è destinato a cambiare molto presto: sia le Ferrari che le Redbull di Verstappen e Ricciardo stanno ora provando a spingere sull’acceleratore, in attesa che pure le frecce d’argento facciano la loro mossa, magari con gomme a banda gialla o rossa. Si lavora infatti ancora tantissimo sulle risposte delle varie mescole all’asfalto del Paul Ricard. (agg Michela Colombo)  

COMINCIA LA FP2

Sta per avere inizio la seconda sessione di prove libere del Gp di Francia 2018 e sulla pista de Le Castellet gli occhi di tutti sono sicuramente sulle Ferrari, che questa mattina non hanno certo brillato. Benchè l’attuale conformazione della pista pare strizzare l’occhio alle frecce d’argento, la rossa di Maranello ha in realtà una solida storia qui e con l’appuntamento francese per la Formula 1. Ecco perchè alla vigilia della prima giornata di prove libere lo stesso Vettel aveva dichiarato: “ non vedo una ragione per dire che non saremo lì a giocarcela. Troveremo un asfalto nuovo, ed ovviamente la tipologia di pista sarà nuova per tutti, ma se confermeremo un approccio simile a quello di Montreal, saremo chiaramente in grado di essere nel gruppo che si giocherà la vittoria”. Vedremo però che dirà la pista del Paul Ricard: la Fp2 del Gp di Francia sta per avere inizio! (agg Michela Colombo) 

FORMULA 1, STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERLA

Le prove libere FP1 e FP2 di Formula 1 del Gran Premio di Francia 2018 sul circuito di Le Castellet, saranno trasmesse come ormai è tradizione da qualche anno su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky. Tra le novità della stagione, per la prima volta la Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie al nuovo Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l'occasione di seguire le prove in streaming video tramite l'applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, la principale notizia dell’anno è che sarà Tv8 il canale di riferimento al numero 8 del telecomando, ma per trovare Gran Premi in tempo reale dovremo aspettare Monza. In questo e nei prossimi weekend dunque potremo seguire solo le differite, tra l’altro limitate alle giornate di sabato e domenica: di conseguenza, chi non è abbonato Sky oggi non potrà seguire nemmeno in replica in chiaro le prime due sessioni di prove libere del Gp Francia 2018 da Le Castellet. Maggiore importanza potranno dunque acquisire i riferimenti del Mondiale su Twitter, gli account ufficiali @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook F1.

PARLA HAMILTON

Dati alla mano vediamo bene che il primo protagonista nella Fp1 del Gp di Francia che si è chiusa solo pochi fa è stato Lewis Hamilton, almeno per la classifica dei tempi. Se però ricordiamo che è successo per tutta la durata della prima sessione di prove libere a Le Castellet vediamo bene che non si è trattato certo di un completo dominio da parte delle mercedes, pure su una pista ancora tutta da scoprire, ma che dovrebbe vedere le frecce d’argento favorite. Dopo anche la batosta in Canada il clima in casa anglotedesca è teso e cauto e non caso lo stesso Hamilton alla vigilia della Fp1 aveva dichiarato: “Finora abbiamo corso sette gare e ci sono stati molti alti e bassi. Una volta bene, altre non tanto. E questo deve finire. Devo poter fare belle gare ogni fine settimana per capire l'auto, le gomme ed il resto". Staremo a vedere che cosa offrirà la prossima sessione di prove libere, dove ci si dovrebbe concentrare sul passo gara. (agg Michela Colombo)  

INCENDIO ALLA BANDIERA A SCACCHI

Un coupé de theatre ha chiuso questa prima sessione di prove libere sulla pista di Le Castellet. Mentre erano in corso i primi esperimenti sul passo gara sul tracciato del Paul Ricard infatti ci ha pensato il clamoroso incidente di Marcus Ericsson ad anticipare di fatto la bandiera scacchi, sia pure di pochissimi secondi. Lo svedese della Sauber Alfa Romeo infatti perdendo il controllo della sua monoposto dopo un bloccaggio nell’affrontare curva 11, è andato a sbattere violentemente contro le barriere. A rendere più tragica la situazione poi l’incendio che è scoppiato dal posteriore della vettura. Fatto ancor più clamoroso è che lo stesso Ericsson non si è accorto subito del fuoco che stava avvolgendo la sua Sauber ma è stato avvertito dai suoi ingegneri box della necessità di uscire al più presto dall’abitacolo, mentre la direzione di gara stava intervento con tempestività per fermare le fiamme. A parte questo incidente sul finale sono pochi ma interessanti i dati trovati finora nella prima sessione di prove libere del Gp di Francia. In questa parte della sessione infatti molti piloti hanno montato gomme violette, testate anche sul passo gara. Qui le Mercdes hanno mostrato di avere un passo in avanti rispetto a Ferrari e Red bull, viste più in affanno in questo finale alla bandiera scacchi. (Agg Michela Colombo)  CLICCA QUI PER I TEMPI DELLA FP1

TUTTI MONTANO GOMME ULTRASOFT

Passati i primi 45 minuti della Fp1 ecco che il lavoro ai paddock ha aumentato di ritmo: ricevuti i primi dati utili da questa Fp1 del Gp di Francia 2018 è tempo quindi di attuare le prime correzioni. Ecco quindi che ai box molti hanno controllato il fondo come chi il degrado delle gomme, prima di rimandare in pista i piloti della F1 per eseguire nuovi lavori: difficile però interpretare quanto stiamo vedendo, poiché non abbiamo dei riferimenti recenti e persino il comportamento delle gomme sull’asfalto francese è ancora tutto da comprendere da zero. Ecco quindi che parecchi sono scesi in pista in questi minuti con le gomme ultrasoft a banda violetta alla caccia del giro veloce e ritardando così il consueto programma di lavoro per il passo gara (spostato al pomeriggio). In questo senso il migliore per ora si è rivelato Lewis Hamilton che dopo un inizio della Fp1 abbastanza opaco qui a Le Castellet, con la nuova mescola sta lanciando le sue consueti zampate. Stanno invece facendo parecchia fatica Red bull e Ferrari: resiste allora il crono del britannico delle frecce d’argento con 1.32.273. (agg Michela Colombo)

RICCIARDO SUBITO VELOCE

Dopo una partenza molto soft della Fp1 del Gp di Francia 2018, ecco che i piloti della Formula 1 presenti a Le Castellet hanno cominciato davvero a fare sul serio a circa metà della prima sessione di prove libere. Al via infatti il tracciato del Paul Ricard è stato dominio delle mercedes come di Verstappen, ma esauriti i primi 30 minuti della Fp1 la classifica dei tempi si è cominciata finalmente ad allungarsi con crono molto interessanti. Va però detto che spingendo del pedale, non sono certo stati pochi i piloti che hanno commesso errori e allunghi, specie in curva 6, per ora il tratto più critico da affrontare: per fortuna nessun incidente serio e anzi tutti sono riusciti a ritornare in pista immediatamente. Tornando alla classifica, in continua evoluzione vediamo bene che Daniel Ricciardo ha trovato fin da subito un ottimo feeling con l’asfalto del Paul Ricard: suoi i primi giri record oltre al tempo di 1.32.576 che ancora resiste. Alle sue spalle però hanno fatto bene anche le Ferrari di Vettel e Raikkonen come la mercedes di Bottas: lavora in maniera coperta Lewis Hamilton, che ancora non ha lanciato la sua zampata a cronometro, pur avendo trovato finora il quarto miglior tempo. (agg Michela Colombo)

PRIMI GIRI DI RICOGNIZIONE

Ha appena preso il via la prima sessione di prove libere del Gp di Francia 2018: a Le Castellet le condizioni per lo svolgimento della Fp1 sono senza dubbio ideali, sole, cielo terso e temperature nella norma delle previsioni, ma che saranno da tenere d’occhio specie nel calcolo del consumo delle gomme (l’asfalto questa mattina misurava i 44°, l’aria i 25°). Qui infatti come è noto la Pirelli ha portato delle gomme appena più sottili, di cui tutti i piloti del Mondiali di formula 1 stanno ora ottenendo i primi responsi su pista. I primi minuti della Fp1 quindi hanno regalato ben poche emozioni in termini di classifica dei tempi, anche perchè purtroppo i nostri riferimenti sono datati a una formula 1 completamente diversa per tecnologie e regole. Intanto va detto che tra i pochissimi giri cronometrati segnaliamo il primo tempo di Verstappen con 1.35.261: dietro di lui ecco che Mercedes di Bottas e Hamilton. ( agg Michela Colombo)

INIZIA LA FP1

Sta per avere inizio la tanto attesa Fp1 del Gp di Francia 2018: la formula 1 entra effettivamente in pista oggi a Le Castellet per disputare la prima sessione di prove libere, che ovviamente si riveleranno fondamentali per i più per prendere confidenza con l’asfalto del Paul Ricard. La pista come abbiamo detto, è sconosciuto ai più e qui oggi la Pirelli fornirà dei pneumatici speciali, appena più sottili per meglio adattarsi alle caratteristiche del tracciato. Tanti gli elementi da tenere d’occhio fin dal principio per questo weekend dedicato al Gp di Francia 2018. In casa Mercedes poi gli elementi da controllare sono ancora di più. La scuderia anglotedesca infatti valuterà solo dopo aver ricevuto le prime sensazioni ai suoi piloti Hamilton e Bottas se introdurre in occasione di qualifiche e gara la seconda power unit aggiornata (che già doveva debuttare in Canada). Staremo a vedere che cosa ci dirà la pista e che dirà poi anche agli uomini delle frecce d’argento: la Fp1 sta per avere inizio! (agg Michela Colombo)

L'ENTUSIASMO DI LECLERC

Tra pochissimo avrà luogo la Fp1 del Gp di Francia 2018: un appuntamento storico, sia perchè erano 10 anni che la formula 1 non correva in terra francese, sia perché oggi si tornerà in pista dopo quasi un trentennio a Le Castellet. Ecco perchè nel paddock c’è molta eccitazione pure in vista di questa prima prova libera: la gran parte dei piloti infatti non ha mai avuto occasione di guidarci finora. Non rientra però in questo gruppo il pilota duella Sauber Alfa Romeo Charles Leclerc, che nella sua pur breve carriera ha già corso sulla pista dedicata a Paul Ricard quando gareggiava in formula 2. Ecco che Leclerc pochi giorni fa ha dichiarato: “Non vedo l’ora che arrivi il Gran Premio di Francia. Ho guidato sul circuito del Paul Ricard solo una volta ed è passato molto tempo. Sarà emozionante tornarci con una vettura di Formula 1. È una pista molto tecnica e offre alcune buone sfide per noi piloti. Le Castellet è vicino casa mia e sarà bello vedere tutti gli appassionati francesi. Non vedo l’ora di incontrare tutti i fan e vedere che tipo di progressi riusciremo ad attuare durante il fine settimana”. (agg Michela Colombo)

GLI ORARI DELLA GIORNATA

La Formula 1 torna in diretta con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Francia 2018 sul circuito di Le Castellet. Questa gara segna un doppio ritorno particolarmente importante: infatti l’ultima volta che la Formula 1 ha disputato un Gran Premio in Francia risale all’ormai lontano 2008 sul circuito di Magny Cours, che fin dal 1991 aveva sostituito Le Castellet, dove dunque per l’ultima volta si era gareggiato l’anno precedente, 1990. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno leggermente anomali rispetto al solito delle gare europee. Si riaccendono i motori, ecco dunque gli orari delle due sessioni in programma oggi, venerdì 22 giugno: la FP1 avrà inizio alle ore 12.00; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle 16.00 per la FP2, la sessione come al solito più significativa perché si disputerà alla stessa ora delle qualifiche di sabato e della gara di domenica, che saranno anch’esse spostate di un’ora rispetto al solito. Già da stamattina però si farà sul serio perché naturalmente siamo alle prese con una pista di fatto nuova per tutti dopo un’attesa così lunga.

GP FRANCIA 2018: IL CIRCUITO DI LE CASTELLET

Presentiamo allora subito il circuito di Le Castellet per darne un’idea almeno indicativa, fermo restando che solo oggi dalla teoria si comincerà a passare alla pratica e che dunque già il venerdì sarà stuzzicante per tifosi e appassionati, che magari scopriranno la pista francese per la prima volta (se sono giovani) o faranno una sorta di tuffo nel passato. Il tracciato è piuttosto lungo, dal momento che misura 5842 metri con 15 curve e un mix perfetto fra tratti veloci e curve complicate. Il traguardo è posizionato su un rettilineo di discreta lunghezza che anticipa una curva a sinistra nella quale i piloti devono passare dai 310km/h ai 140. Rapido uno-due sulla destra prima di un altro allungo sul quale bisogna rimanere sul lato sinistro, toccando i 270km/h. In vista della curva 3 ci sarà una breve discesa, poi ecco appunto la curva sulla destra da 140km/h, quindi parte la lunga curva 4 sulla sinistra da 115 km/h, che anticipa la 5, ad angolo retto, da 90km/h. Siamo qui nel tratto più lento e guidato del tracciato, ci sarà un brevissimo allungo da 140km/h prima della curva 6 “Virage de la Sainte-Beaume” sulla destra, poi la curva 7 a sinistra da 230km/h.

Superata questa curva, ecco il rettilineo più lungo del tracciato nel quale si toccano i 330km/h. Al termine lunga chicane con le curve 8-9 da circa 140km/h prima di un nuovo lungo rettifilo da oltre 300km/h, dunque un tratto decisamente veloce. A questo punto si arriva alla curva più celebre del tracciato francese già ai tempi in cui Le Castellet era una tappa tradizionale, la Courbe de Signes. Con il carico aerodinamico delle vetture di oggi, la curva 10 (per identificarla con il suo numero progressivo) potrebbe essere effettuata in pieno, rasentando quindi i 300km/h. Dopo aver superato questo tratto dove le qualità emergeranno in modo chiaro, si arriva alla lunghissima curva 11 ad ampio raggio e dalla lunga percorrenza. La Double droite de Beausset si percorre a circa 170km/h per diversi secondi, in uscita si torna a spingere per un’altra curva raccordata a sinistra, un tratto veloce in appoggio sulla destra da 260km/h, che porta all’ultima curva, la 15, a gomito, da 90km/h, che anticipa il traguardo. L’attesa per quanto succederà in questo weekend su un tracciato storico ma anche di fatto nuovo per tutti sta però finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Francia 2018 di Formula 1 a Le Castellet sta per cominciare

CLASSIFICHE TEMPI

FP1

1  Lewis Hamilton MERCEDES 1:32.231 

2  Valtteri Bottas MERCEDES 1:32.371 +0.140s 

3  Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:32.527 +0.296s 

4 Kimi Räikkönen FERRARI 1:33.003 +0.772s 

5 Sebastian Vettel FERRARI 1:33.172 +0.941s 

6  Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:33.318 +1.087s 

7  Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:33.331 +1.100s 

8  Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:33.685 +1.454s 

9  Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:33.719 +1.488s 

10  Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:34.108 +1.877s 

11  Carlos Sainz RENAULT 1:34.258 +2.027s 

12  Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 1:34.484 +2.253s 

13  Charles Leclerc SAUBER FERRARI 1:34.513 +2.282s 

14  Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:34.592 +2.361s 

15  Brendon Hartley SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:34.664 +2.433s 

16  Fernando Alonso MCLAREN RENAULT 1:34.862 +2.631s 

17  Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 1:34.881 +2.650s 

18  Nico Hulkenberg RENAULT 1:34.993 +2.762s

19  Stoffel Vandoorne MCLAREN RENAULT 1:35.021 +2.790s 

20  Sergey Sirotkin WILLIAMS MERCEDES 1:35.105 +2.874s

FP2

1 Lewis Hamilton MERCEDES 1:32.539 2

2  Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:33.243 +0.704s

3  Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:33.271 +0.732s 

4  Kimi Räikkönen FERRARI 1:33.426 +0.887s 

5  Sebastian Vettel FERRARI 1:33.689 +1.150s 

6  Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:33.699 +1.160s 

7  Valtteri Bottas MERCEDES 1:34.156 +1.617s 

8  Fernando Alonso MCLAREN RENAULT 1:34.400 +1.861s 

9  Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:34.457 +1.918s 

10  Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:34.535 +1.996s 

11  Nico Hulkenberg RENAULT 1:35.067 +2.528s 

12  Carlos Sainz RENAULT 1:35.086 +2.547s 

13  Stoffel Vandoorne MCLAREN RENAULT 1:35.172 +2.633s 

14  Charles Leclerc SAUBER FERRARI 1:35.583 +3.044s 

15  Brendon Hartley SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:35.697 +3.158s 

16  Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 1:35.705 +3.166s 

17  Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 1:35.936 +3.397s 

18  Sergey Sirotkin WILLIAMS MERCEDES 1:35.970 +3.431s 

19  Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:36.080 +3.541s 

© Riproduzione Riservata.