BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Inter

Inter Atalanta/ Il pronostico di Beppe Bergomi (esclusiva)

Pronostico Inter-Atalanta: in esclusiva per ilsussidiario.net intervista all’ex difensore nerazzurro Giuseppe Bergomi, che ha lavorato anche per la società bergamasca come allenatore

Il cileno Gary Medel, 29 anni con il colombiano Jeison Murillo. 24 (LAPRESSE)Il cileno Gary Medel, 29 anni con il colombiano Jeison Murillo. 24 (LAPRESSE)

Un derby lombardo, una partita speciale quella che domenica 12 marzo 2017 vedrà Inter ed Atalanta sfidarsi allo stadio San Siro (inizio ore 15). 51 punti per la formazione di Pioli, 52 per quella di Gasperini, un vero spareggio per l'Europa, anche per la Champions forse. La rivelazione Atalanta sfiderà una squadra che sta girando a mille da quando è arrivato Pioli. Grande calcio probabilmente a Milano con Icardi e Perisic contro Kessie e Papu Gomez. L'Inter viene dal successo per 5–1 a Cagliari, l'Atalanta dopo la vittoria col Napoli ha pareggiato in casa con la Fiorentina. Per un pronostico su Inter-Atalanta ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva Giuseppe Bergomi, bandiera dell’Inter ed ex allenatore delle giovanili atalantine.

Inter-Atalanta: che partita sarà? Una partita giocata molto sul piano fisico. L'Atalanta come l'Inter predilige un calcio basato sull'aggressività. L'Inter attua un pressing alto offensivo. Conteranno molto anche i duelli individuali che potrebbero decidere quest'incontro. Di sicuro dovrebbe essere una partita molto intensa, anche spettacolare.

Inter–Atalanta è già spareggio per l'Europa? Le due squadre sono divise da un punto e certamente quest'incontro conterà molto per l'Atalanta. La formazione bergamasca è attesa ad un ciclo molto difficile con Napoli, Fiorentina e ora Inter: uscire indenne da San Siro sarebbe molto importante. Vorrebbe dire fare un passo fondamentale verso l'Europa, anche a livello mentale.

Tutte e due le squadre sono ancora in corsa per la qualificazione alla Champions? Direi di sì, c'è un gruppo di squadre in lotta per la Champions, mancano ancora diverse giornate, la stessa Inter è a sei punti dal Napoli e il 30 aprile ci sarà lo scontro diretto con i partenopei a San Siro.

Brozovic o Banega nell'undici nerazzurro? Penso che la cosa migliore sia confermare la squadra vincente di Cagliari: quindi Banega, Perisic e Candreva a ridosso di Icardi, con Joao Mario e Brozovic inizialmente in panchina. Giocatori come loro possono poi diventare delle armi notevoli a gare in corso.

Pioli potrebbe dare una chance a Gabigol? Diciamo pure che Gabigol non si è ancora abituato al calcio italiano. Un conto è giocare nel Santos, un conto nel nostro campionato che è molto difficile. Bisognerà che faccia questo passo prima di tutto, non è che le critiche della stampa vogliano per forza prenderlo di mira.

E' sempre Icardi l'uomo in più dell'Inter... E' così, è un grande giocatore, un grande attaccante. Se tornasse poi indietro maggiormente ad aiutare la squadra diventerebbe un attaccante ancora più forte.

Quanto conterà per l’Atalanta il ritorno di Kessie? Tanto perchè è un calciatore forte fisicamente e anche dotato di buona qualità tecnica. Un calciatore di grande personalità per l'Atalanta, capace di prender palla e distendere l’azione anche da solo, oltre che di arrivare alla conclusione con facilità.

Per i bergamaschi partita dal valore doppio, derby con l'Inter di grande significato... E' vero è sempre un derby e c'è tanta rivalità tra queste due squadre. Vincere, fare bene a Milano per l'Atalanta ha un significato sempre doppio.

Il suo pronostico su Inter–Atalanta? Credo che l'Inter possa vincere 2–1.

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.