BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Juventus

JUVENTUS/ Lucio, esordio shock: errore al via e gol subito (video)

Il difensore della Juventus, prelevato a parametro zero dall'Inter, è stato protagonista di un inizio terribile: dopo soli 43 secondi della prima gara ha mandato in gol un avversario.

Lucio, acquistato dalla Juventus dopo tre stagioni all'Inter (Infophoto)Lucio, acquistato dalla Juventus dopo tre stagioni all'Inter (Infophoto)

E' stato il personaggio più chiacchierato in questo inizio di ritiro della Juventus: Lucio Ferreira da Silva, 34 anni, appena passato dall'Inter ai campioni d'Italia dopo aver rescisso il contratto che lo legava ai nerazzurri. La notizia in sè può già fare scalpore: Lucio ha vinto tutto con l'Inter, uno scudetto, una Champions League, due coppe Italia, un mondiale per club, e dopo tre stagioni, di cui quella del 2010 da protagonista, si trasferisce ai rivali degli ultimi anni. In più, durante la presentazione, il difensore brasiliano si era lasciato andare a frasi decisamente ad effetto: se segno all'Inter esulto, sugli scudetti la penso come il presidente (dunque messaggio chiaro), l'Inter ha sbagliato a mandarmi via. Sulle sue dichiarazioni sono intervenuti anche Cordoba, Chivu e Ranocchia, ovvero gli ex compagni di squadra ad Appiano Gentile; in più, gli opinionisti tifosi si sono divisi in merito (clicca qui per l'intervista esclusiva a Marcello Chirico e Gianluca Rossi). Dopo tanto scalpore, si attendeva l'esordio in campo del brasiliano, che ha scelto di indossare la maglia numero 2 (pare che la società gli abbia impedito di scegliere la 6 che fu di Scirea). L'occasione buona è arrivata ieri pomeriggio, primo test stagionale per la Juventus contro l'Aygreville, formazione dilettantistica della Val d'Aosta. Lucio è stato schierato titolare da Antonio Conte, nella linea difensiva a tre, al centro dello schieramento. Ai suoi lati, Masi (acquistato dalla Pro Vercelli: dovrebbe tornarvi a fine ritiro, per un altro anno) e Martin Caceres, in attesa del ritorno dei nazionali che sono ancora in vacanza. L'inizio del verdeoro, tuttavia, è stato da incubo: dopo soli 43 secondi Luca Marrone, nel ruolo che idealmente è di Andrea Pirlo, effettua un normalissimo passaggio all'indietro, rasoterra e da distanza ravvicinata, verso Lucio. Il centrale stoppa, ma sbaglia clamorosamente: il pallone si allontana da lui, Caputo ne approfitta e lo passa con irrisoria facilità: tiro masticato parato da Storari, ma sulla ribattuta Turato è il più lesto di tutti a ribadire in gol. La partita, per la cronaca, è finita 7-1 per la Juventus (clicca qui per la cronaca e il tabellino), ma l'errore di Lucio naturalmente va al di là della non influenza sulla vittoria, che ad ogni modo non vale niente: i tifosi sono perplessi. "E' questo il top player a costo zero di cui parlava Conte?", si chiedono. Il brasiliano, come tutti i compagni, ha giocato solo un tempo, e nei restanti 44 minuti non è stato particolarmente impegnato. Vero che uno svarione può capitare a tutti, ma ill fatto che al centrale ex Inter sia capitato al primo pallone toccato con la sua nuova maglia, dopo tutti i discorsi fatti nei giorni precedenti, risulta quantomeno curioso. La prossima amichevole della Juventus sarà sabato 21 luglio, trofeo TIM, guardacaso proprio contro l'Inter (e il Milan): chissà, magari si riscatterà con un gol. Ed esulterà.