BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Juventus: Van Persie sicuro partente, ma attenzione a Ramirez

Pubblicazione:

Gaston Ramirez (Infophoto)  Gaston Ramirez (Infophoto)

CALCIOMERCATO JUVENTUS – Messo in archivio il Trofeo Tim, la Juventus torna a pensare al calciomercato facendo i conti con le indicazioni lasciate dal triangolare di Bari. Già detto di Matri, che sarebbe pronto a fare un biglietto di sola andata per Milano (sponda rossonera), l'attacco resta la priorità di Beppe Marotta. Sono ormai due stagioni che l'amministratore delegato dei bianconeri lavora al reparto offensivo senza però riuscire a trovare l'alchimia giusta, né quel giocatore in grado di esplodere e caricarsi sulle spalle il dolce peso dei gol bianconeri. La colpa non è certo solo sua, dal momento che ogni qual volta una punta bianconera sembra sul punto di esplodere, viene sistematicamente fermata da fattori esterni. È successo con Quagliarella che dopo una metà stagione da fenomeno è stato bloccato da un infortunio al legamento crociato; è successo con lo stesso Matri, accantonato dal nuovo progetto tattico voluto da Conte, nonostante un primo scorcio di stagione da 10 gol ed è successo con Vucinic, affermatosi in bianconero solo nella fase finale della scorsa stagione e contraddistinto dalla solita discontinuità che conoscevamo però anche quando il giocatore vestiva giallorosso. Ecco dunque che per il terzo anno consecutivo il tormentone ritorna di strettissima attualità. Top Player sì, Top Player no. Una cantilena trita e ritrita ormai giunta agli sgoccioli, a breve la situazione dovrà inevitabilmente risolversi e la Juventus potrebbe finalmente abbracciare il suo nuovo attaccante. Per il resto, come insegna Conte, se sarà Top Player o meno, lo potrà decidere solo il campo, non la cifra sborsata né tantomeno il curriculum del giocatore che approderà all'ombra della Mole. L'attesa potrebbe essere ancora breve perché è questione di ore e verrà finalmente risolta la questione Destro. Antonelli ha ribadito che “lunedì (oggi ndr) sarà un giorno importante”. Pare tutto in discesa per la Roma, ma il dirigente senese ha fatto capire che il pressing asfissiante della Juventus starebbe producendo risultati. Quando concoreti, dovremmo vederlo nel corso della giornata di oggi. I bianconeri infatti non si rassegnano all'idea di perdere il giocatore ed insistono con la loro manovra di disturbo, consapevoli che la Roma resta comunque in vantaggio. In ogni caso se questo vantaggio dovesse concretizzarsi e Mattia Destro approdasse alla fine nella Capitale, Marotta non si scomporrà più di tanto, depennerà il nome sulla lista e si concentrerà sui sostituti. Pazzini è una suggestione che al momento resta sullo sfondo, ma su cui si potrebbe lavorare. I sogni sono sempre i soliti: Jovetic e Van Persie, ma per concludere queste trattative occorrono diversi denari e pare che la società bianconera prima di mettere sul tavolo altri 25-30 milioni di euro voglia provare a verificare tutte le piste per un bomber giovane, di belle speranze, ma soprattutto low-cost. Dovessero sfumare queste possibilità, allora la Juventus cercherà di concretizzare una delle due trattative. Decisiva in entrambe le situazioni è la volontà dei diretti interessati, che "sentono" la presenza bianconera e non avrebbero che da fare un segnale per smuovere le acque. In quest'ottica l'ammissione di Van Persie apre un importantissimo spiraglio per i bianconeri. L'attaccante tulipano ha infatti confermato che non rinnoverà il contratto con i Gunners, in scadenza nella prossima stagione. Un segnale inequivocabile, in questi tempi segnati dai social network, il "defollow" su Twitter di Van Persie nei confronti dell'Arsenal. Resta a questo punto da valutare la reale volontà della società inglese di perdere il giocatore a parametro zero. Da non sottovalutare comunque la pista Ramirez. Il fantasista uruguaiano è a tutti gli effetti il giocatore ideale per il progetto di Conte ed a livello economico si avvicina molto di più ai parametri imposti dalla Juventus, tra cartellino e ingaggio. E' pur vero che potrebbero esserci degli intoppi nella valutazione del giocatore...



  PAG. SUCC. >