BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Juventus, Javi Martinez manda a monte l'affare Llorente?

Pubblicazione:

Llorente (infophoto)  Llorente (infophoto)

CALCIOMERCATO JUVENTUS - La Juventus prosegue il braccio di ferro con l'Athletic Bilbao per portare a Torino il top player basco Fernando Llorente. L'affare è complesso e ulteriormente complicato dalla proverbiale cocciutaggine basca. Il presidente dell'Athletic Urrutia, infatti, non ha alcuna intenzione di concedere il minimo sconto sulla clausola rescissoria del cartellino di Llorente che - come oramai anche i muri sanno - è di trentasei milioni di euro. Non un centesimo di più, né un centesimo di meno. La Juventus ha lavorato ai fianchi il club basco, arrivando anche a definire un pre-accordo con il giocatore, ma di colpo adesso tutto sembra sfuggire dalle dita a Marotta e compagni. Il rischio infatti che questo ennesimo colpo di calciomercato sfumi per i bianconeri è maledettamente concreto. Il motivo? Presto detto. Sebbene Llorente, non intenda rinnovare il contratto e abbia già trovato l'intesa economica con la Juventus sulla base di 3,5 milioni di euro a stagione più bonus e abbia rinunciato ad altre destinazioni, dall'Arsenal al Tottenham per non rimangiarsi la parola data, questo potrebbe non bastare. A complicare i piani della Juventus, infatti, si è messo anche Javi Martinez, difensore spagnolo classe 88' che è praticamente un giocatore del Bayern Monaco. I bavaresi sono pronti a ufficializzare l'operazione per circa 40 milioni di euro, un sacco di soldi che entreranno nelle casse del club iberico. Il presidente Urrutia adesso non ha alcuna nessuna fretta di cedere Llorente visto che il club ha le tasche piene di soldi. E non solo. Nonostante le dichiarazioni che fanno pensare a quella che di fatto è una rottura, Llorente ha posto alcune condizioni per rimanere che sono prettamente economiche. E che ora il club è assolutamente in grado di soddisfare, per blindare il proprio giocatore simbolo. Anche il fatto di fissare il prezzo alla quota della clausola rescissoria, e quindi non transigere, è significato di fatto non mettere davvero il giocatore sul mercato. Insomma una dura prova di forza, ma non una rottura definitiva che potrebbe ricomporsi con il più clamoroso dei "volemose bene" finale. Juventus, permettendo, ovviamente. La Juventus, infatti, dovrà cercare di trovare un accordo al ribasso, anche perchè Marotta e Paratici non vogliono assolutamente spendere 36 milioni di euro. La prima offerta dei bianconeri è stata di 16 milioni di euro, la prossima potrebbe arrivare a quota 20 milioni di euro più quattro di bonus. Una cifra che potrebbe avvicinarsi alle richieste del patron dell'Athletic Bilbao, anche se chi lo conosce bene rivela che Urrutia è un osso duro e non intende svendere il suo giocatore. La cifra giusta potrebbe essere quota 28 milioni di euro, ma a quel punto i dirigenti  della Juventus dovranno capire se vale la pena spendere così tanto per un giocatore come Llorente. c'è da dire che storicamente nel campionato italiano i calciatori spagnoli non sono mai riusciti a sfondare e hanno fallito quasi tutti. L'ultimo flop iberico è stato Josè Angel, giudicato in Spagna uno dei migliori terzini in circolazione (lo voleva anche il Barcellona).



  PAG. SUCC. >