BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Torino-Milan (2-4): gol, sintesi e video highlights (16esima giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Stephan El Shaarawy e Giampaolo Pazzini, in gol contro il Torino (Infophoto)  Stephan El Shaarawy e Giampaolo Pazzini, in gol contro il Torino (Infophoto)

VIDEO TORINO – MILAN (2-4) : I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (SERIE A SEDICESIMA GIORNATA) - Partita ricca di gol quella andata in scena oggi a Torino, tra Torino e Milan, 2 a 4 il risultato finale , ma nonostante la valanga di gol la partita non è stata cosi emozionante come si puo pensare . Il dato sicuro è certo, Milan e Torino hanno due buoni attacchi, sopratutto il Milan segna con regolarità e finalmente anche non con il solo El Shaarawy, ma le difese, beh le difese sono da rivedere, entrambe, 4 gol per il Torino dopo i 3 precedenti nel Derby, sono tantissimi, stessa storia per il Milan che prende gol nel 90% delle partite quest' anno, pagando dissattenzioni sopratutto sulle palle alte come oggi per il secondo gol del Torino con Bianchi.Tornando ad analizzare la partita di oggi, si puo dire che è stata una partita combattuta e a due facce. Il primo tempo dopo il Vantaggio il Toro ha limitato a difendersi e fino al pareggio lo faceva bene, con il Milan che faceva possesso palla ma non era mai pericoloso, infatti il possesso palla era a favore dei rossoneri di 5 punti percentuali. Mentre nel secondo tempo dopo il vantaggio immediato del Milan la situazione si è ribaltata con i granata costretti a fare la partita, e i rossoneri a difendersi e riapartire, infatti il possesso palla finale è stato favorevole ai granata 51% contro i 49% dei rossoneri, anche se i rossoneri rimangono in vantaggio sulla supremazia territoriale 11 minuti contro i 9 e 55” del Torino. Il secondo tempo del Milan si racchiude tutto nel dato del 77% di pericolosita, infatti quasi tutte le riparetenze rossonere sono risultate fatali per i granata. Partita decisa e influenzata anche dagli errori nei passaggi con il Torino che ha sbagliato il  32% delle 600 palle giocate, e il Milan non tanto di meno , sbagliando il 30% dei 628 passaggi. Fondamentale in questa partita per il Milan è stato Ambrosini colui che ha recuperato piu palle, 24 in 70 minuti di gioco,(è entrato dalla panchina), mentre per il Torino quello che ha recuperato piu palloni è stato Darmian con 27. Milan pericoloso, lo si vede anche dai tiri, sui 15 totali ben 7 erano nello specchio,mentre il Torino oltre ad aver tirato meno, solo 11 tiri di quali 3 nello specchio. Quello che paga il Torino, e che non si evince dai numeri nudi e crudi, è la solidità difensiva che sta svanendo rispetto a inizio stagione: se i granata concedono troppo dietro vanno in difficoltà nel centrare il risultato, perchè ancora una volta l'attacco si è mostrato troppo leggero. In più, anche la classifica adesso comincia a preoccupare non poco Ventura e i suoi, che vedono avvicinarsi sensibilmente anche il Pescara, mentre il Bologna vincendo contro la Lazio opererebbe il sorpasso.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DI TORINO-MILAN (2-4): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (SERIE A SEDICESIMA GIORNATA)

I GOL: Vantaggio per il Torino targato Santana. L' ala  torinese approfitta di un regalo di Nocerino che sbaglia il retropassaggio da centrocampo e lo lancia in porta perchè tra la linea mediana e Amelia non c'è più nessuno. Lunga fuga dell'esterno argentino, superato Amelia con finta e scarto e sinistro a porta vuota per il più facile dei gol. Il pareggio è una magia di Robinho che servito perfettamente in area da un filtrante di De Sciglio da sinistra con una finta di corpo disorienta Di Cesare e di punta da giocatore di calcetto insacca sotto la traversa, anticipando la chiusura degli altri difensori granata. Il vantaggio rossonero è un regalo di Gillet, che su un cross dalla sinistra di El Sharaawy - totalmente innocuo - smanaccia in malo modo lasciando la palla in area, Nocerino al volo di testa insacca a porta vuota e si fa perdonare l'erorre precedente. 3 a 1 firmato Pazzini che torna al gol; l'attaccante parte palla al centro da oltre la mediana ed entra in area da destra senza opposizione. Salvatore Masiello si interpone davanti alla porta, Pazzini forse commette fallo nel liberarsi del difensore che cade a terra; destro di grande potenza con Gillet che quasi si scansa e lascia entrare il pallone. Il poker per il Milan lo segna il solito El Sharaawy, al tredicesimo centro in campionato: altro regalo di Gillet, che abbranca un cross rasoterra di Nocerino (da destra) ma incredibilmente si lascia sfuggire il pallone. Attento il numero 92 del Milan che prende palla, aggira il portiere e insacca. Solamente per il tabellino c'è anche il 4 a 2 di Bianchi che ritrova il gol con un ottimo colpo di testa da centro area su cross da destra di Birsa: ottima torsione per il capitano granata ad anticipare un Mexès distratto, e palla alla destra di Amelia sotto la traversa.

LE DICHIARAZIONI: Massimiliano Allegri commenta cosi la vittoria, e risponde ad altre domande come presunto litigio Mexes- Robinho e l' interesse per Balotelli: "Abbiamo ottenuto una vittoria importante, siamo andati sotto anche oggi su errore tecnico poi la squadra è stata brava. Nel primo tempo potevamo fare meglio, ma sono contento di ciò che hanno fatto i ragazzi. Piano piano ci stiamo avvicinando alle prime sei. L'unica nota negativa è l'infortunio di De Jong, che sembra si sia rotto il tendine d'Achille. Il primo gol è stato molto bello, sia il passaggio di De Sciglio che il tiro di Robinho. Con Pazzini abbiamo un punto di riferimento in avanti e più presenza in area. In partite come questa abbiamo più bisogno di lui piuttosto che di Bojan. Il mercato? Il presidente è un estroso e gli piace giocare. Purtroppo abbiamo perso De Jong, vedremo a gennaio. Per prendere qualcuno però dobbiamo prima vendere. Abbiamo comunque il rientro di Muntari. Balotelli ePastore sono due ottimi giocatori che appartengono a grandi club. Quest'anno Berlusconi viene molto volentieri e ne siamo contenti. Il litigio Robinho-Mexes? Ogni tanto un po' di casino ci vuole... Vorrei salutare Ventura, ho saputo che non è stato bene e spero si rimetta presto". Giampiero Ventura, allenatore del Torino, non si è presentato ai microfoni per un piccolo mancamento, sembra nulla di grave. Un comunicato ufficiale della società ha escluso problemi (calo di pressione e forte mal di testa) e intanto ai microfoni di Sky Sport si è presentato il secondo Salvatore Sullo: "Abbiamo preso tanti gol, non credo che il malore sia dovuto alla partita di oggi. Abbiamo fatto troppi errori, loro sono stati bravi a portare a casa il risultato. Nell'intervallo abbiamo cercato di cambiare, ma non è andata bene. Subiamo qualche gol di troppo, ma analizzandole ci rendiamo conto che sono reti strane: gol in inferiorità numerica, autoreti o rigori dubbi"

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER IL VIDEO DI TORINO-MILAN (2-4): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (SERIE A SEDICESIMA GIORNATA)



  PAG. SUCC. >