BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MILAN/ Galliani in conferenza: Thiago Silva e Ibra? Tutto può succedere, vediamo dopo il 31 agosto...

Pubblicazione:

Massimiliano Allegri, 44 anni, e Adriano Galliani, 67 (INFOPHOTO)  Massimiliano Allegri, 44 anni, e Adriano Galliani, 67 (INFOPHOTO)

MILAN, LA CONFERENZA STAMPA DI GALLIANI, ALLEGRI E AMBROSINI - Si è tenuta oggi a Milanello la conferenza stampa d'inizio anno per il Milan. La nuova stagione 2012-2013 si è aperta con le parole di Adriano Galliani, Massimiliano Allegri e Massimo Ambrosini. Amministratore delegato, allenatore e capitano di un Milan che si affaccia ad una stagione di riscatto. Una conferenza avara di speranze, per quei tifosi rossoneri che aspettano i botti di calciomercato. Galliani ha dipinto un quadro di realismo verghiano, ribadendo di fronte alle insistenti domande dei cronisti come il nostro non sia un paese per ricchi. Questo in sintesi il messaggio dell'ad milanista sui temi di mercato: "Il mondo sta cambiando. Il problema non è del Milan, è di tutto il calcio italiano. E' un problema di paese, della nostra economia, del fatturato del singolo club. Una volta i grandi giocatori venivano tutti in Italia perchè c'erano grandi risorse. Oggi certi costi non sono più alla nostra portata: noi faremo il possibile per mantenerci competitivi. Non sono pessimista, ma il ragionamento è questo, ed è semplice". Dunque come si muoverà il Milan? Galliani risponde: "Chi cerca dieci milioni all'anno non troverà posto in Italia, oggi noi dobbiamo trovare i giocatori, non i grandi nomi che non vengono da noi". In realtà, il dirigente una fiammella l'ha lasciata accesa: "Non parlerò più di mercato, commenteremo la campagna acquisti del Milan alle 19.01 del 31 Agosto. Lascio tutto aperto perchè esiste un mercato e succedono cose non prevedibili, ma non confermo nè smentisco niente, poi voi fate il vostro lavoro". Come dire, il solito discorso: un'offerta importante può scatenare un domino di calciomercato e smuovere le acque anche alla voce acquisti. Di natura tecnico tattica le domande rivolte ad Allegri, che ha invocato il recupero di quella rabbia necessaria per tornare in cima al campionato. Interessante il tema Montolivo: dove si pensa di impiegarlo? Allegri risponde: "Prandelli l'ha utilizzato con grande risultato nella posizione di trequartista. Noi in quel ruolo abbiamo Boateng, che ha altre caratteristiche: Montolivo verrà sfruttato da interno del centrocampo a tre". In linea generale il mister ha confermato gli obiettivi posti da Galliani: "Il Milan lotterà per competere per vincere il campionato, e superare i quarti di finale in Champions". Meno pressanti le curiosità rivolte a Massimo Ambrosini, che ha parlato soprattutto della nuova situazione di spogliatoio:



  PAG. SUCC. >