BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Closing Milan/ News, cessione nei primi giorni di marzo: Berlusconi vuole tenersi il 20% della società? (Ultime notizie, oggi 15 febbraio 2017)

Closing Milan News, oggi 15 febbraio 2017: convocati i soci per l'assemblea che si terrà tra 1 e 3 marzo. In quei giorni dovrebbe finalmente avvenire la tanto attesa cessione ai cinesi

Silvio Berlusconi (Foto LaPresse) Silvio Berlusconi (Foto LaPresse)

CLOSING MILAN NEWS: LA CESSIONE SI FA A INIZIO MARZO, BERLUSCONI TENTENNA ANCORA? (OGGI 15 FEBBRAIO 2017) – Il closing del Milan si avvicina, eppure le voci su un Silvio Berlusconi non intenzionato a lasciare del tutto il Milan si susseguono. Ne abbiamo già parlato, riportando anche la smentita di Fininvest: la holding ha infatti ufficialmente comunicato che la cessione della società rossonera, per una cifra di 320 milioni di euro, riguarderà il 99% e spiccioli delle quote. Tuttavia c’è ancora chi avanza l’ipotesi che l’attuale presidente del Milan, che il prossimo lunedì festeggerà 31 anni alla guida della società rossonera, abbia chiesto alla cordata cinese di poter tenere almeno il 20% del club, così da non mollare definitivamente. Verità o indiscrezione che non trova conferme? Da valutare: si propende per la voce di Fininvest, ma in questa vicenda closing abbiamo imparato che anche quello che sembra un fatto assodato può subire un inatteso e totale dietrofont. Del resto non è un mistero che più volte, attraverso dichiarazioni pubbliche, lo stesso Berlusconi abbia tirato il freno a mano affermando di non essere del tutto convinto di vendere; la sua preoccupazione è quella di lasciare il Milan in buone mani.

CLOSING MILAN NEWS: LA CESSIONE SI FA A INIZIO MARZO, CHI SARA' IL PROSSIMO ALLENATORE (OGGI 15 FEBBRAIO 2017) – Il closing del Milan si avvicina: chi sarà dunque il prossimo allenatore della squadra rossonera? Domanda legittima, perché con il passaggio di proprietà, e il Milan definitivamente nelle mani dei cinesi, compito della nuova cordata sarà anche quello di individuare il tecnico che sia in grado di guidare il nuovo progetto. Scelta che naturalmente sarà supportata anche dal parere della dirigenza tecnica; stando però alle indiscrezioni che filtrano vicino agli ambienti rossoneri, Vincenzo Montella sarebbe comunque in pole position per guidare ancora la squadra nella stagione 2017-2018. Il suo profilo piace agli investitori cinesi; dunque dovrebbe essere lui il primo allenatore del nuovo Milan, perché il modo in cui ha rilanciato la squadra portandola fino al secondo posto in classifica non è passato inosservato. Paradossalmente, Montella avrebbe avuto meno possibilità di rimanere a Milanello con Silvio Berlusconi presidente: come già dicevamo nei giorni scorsi, il Cavaliere avrebbe “nostalgia” di Cristian Brocchi, che non sta facendo bene in Serie B (a Brescia) ma sarebbe rimasto il candidato numero uno alla panchina (non è un mistero che Berlusconi lo volesse confermare in estate, nonostante non fosse riuscito a portare la squadra in Europa). Dunque al momento il preferito è Montella: ovviamente adesso bisognerà aspettare il closing, da qui all’estate tante cose e tante valutazioni potrebbero cambiare e tra queste c’è anche ovviamente quella sul prossimo allenatore del Milan.

CLOSING MILAN NEWS: LA CESSIONE SI FA A INIZIO MARZO (OGGI 15 FEBBRAIO 2017) – Closing Milan, ormai ci siamo. Lo riporta la Gazzetta dello Sport: tra 1 e 3 marzo avverrà finalmente il passaggio di consegne tra Silvio Berlusconi e la cordata cinese che fa capo a Sino-Europe Sports. Sono stati ufficialmente convocate le assemblee dei soci e in questi giorni si definirà tutto. Yonghong Li è pronto ad arrivare in Italia per porre la firma sul definitivo contratto, e acquisirà così il 99,93% delle quote rossonere. SI vociferava che la cordata cinese non fosse del tutto convinta e avesse dato garanzie di acquisire soltanto un 80% della società; il 20% del Milan dunque sarebbe rimasto in mano a Fininvest. Così non è: queste indiscrezioni sono già state smentite. Un ulteriore indizio, come riporta sempre la Gazzetta, che la firma si sta avvicinando è dato dalla presenza di Marco Fassone ad Arcore: sarà lui il futuro amministratore delegato rossonero e si è incontrato con quello che ormai è l’ex presidente del Milan. Dunque tutto stabilito, anche se la definitività non possiamo ancora darla. Sono tanti, troppi i rinvii che finora abbiamo vissuto per avere la certezza, a oggi 15 febbraio, della firma nei primi giorni di marzo.

CLOSING MILAN NEWS: TAPPE E RINVII DELLA FIRMA (OGGI 15 FEBBRAIO 2017) -  A dicembre sembrava tutto fatto: i cinesi che sbarcano in Italia, l’incontro per la firma. Invece, nulla di fatto e la data del closing slittò all’inizio del 2017. A dire il vero la cessione del Milan nelle mani della cordata è argomento che prosegue ormai da anni. Inizialmente fu Mr. Bee, il fantomatico imprenditore thailandese; un personaggio che però si defilò quasi subito, per poi tornare argomento di discussione quando la cessione tardava, e c’era l’ipotesi che anche lui potesse realmente essere interessato. Tanti dubbi e punti di domanda sull’identità dei cinesi; sembrava una trattativa in dirittura d’arrivo già nell’aprile 2016, ma Silvio Berlusconi aveva qualche remora e chiedeva garanzie. Un primo contratto è stato firmato nel corso dell’estate; al Milan sono stati consegnati 100 milioni di euro come “caparra”, con questi soldi la società ha imbastito un calciomercato che ha consentito di migliorare una squadra lo scorso anno rimasta ancora fuori dall’Europa. Adesso si spera: guardando dall’altra parte del Naviglio si vede un’Inter che, oltre a chiudere la cessione a Suning in tempi davvero brevi, ha già aperto a progetti ambiziosi. Anche il Milan vuole arrivare a questo, ma prima ci deve essere la firma.

© Riproduzione Riservata.