BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOTOGP/ Mercato 2013: Rossi più vicino alla Ducati, Dovizioso incerto

Pubblicazione:

Valentino Rossi (Infophoto)  Valentino Rossi (Infophoto)

MOTOGP: LE STRATEGIE DI MERCATO PER IL MONDIALE DEL 2013 – Non siamo nemmeno a metà stagione nella MotoGp, ma c'è già molta attenzione sul futuro della top class del Motomondiale. Sarà forse perchè questa stagione sembra già segnata da un duello tra Jorge Lorenzo e Casey Stoner: impossibile che altri si inseriscano nella lotta per il titolo tra questi due campioni, e a dire il vero persino l'australiano dovrà reagire per contrastare la superiorità dello spagnolo della Yamaha, che negli ultimi Gran Premi è apparsa davvero netta alla distanza. Insomma, il Mondiale 2012 non si annuncia ricchissimo di argomenti, a parte scoprire se Rossi e la Ducati riusciranno finalmente a fare progressi anche sull'asciutto: quindi, tutti sono già proiettati sul 2013. Come è ben noto, la prossima stagione non vedrà ai nastri di partenza Casey Stoner, che si ritirerà a soli 27 anni per una scelta di vita coerente a quanto il pilota australiano ha sempre dichiarato sulla vita nel Circus, che non gli è mai andata molto a genio.

Questa scelta apre ovviamente prospettive molto interessanti per il cosiddetto “moto-mercato”, che però ha perso subito il suo pezzo più pregiato. Infatti è notizia di qualche giorno fa il rinnovo di Jorge Lorenzo con la Yamaha: il binomio funziona alla perfezione, e il pilota spagnolo non se l'è sentita di scioglierlo, anche se la prospettiva avrebbe potuto essere quella di sostituire Stoner in Hrc. A questo punto la domanda all'interno della Yamaha è: chi sarà il compagno di squadra di Lorenzo nel team ufficiale, posto che Ben Spies difficilmente sarà confermato? Ma la vera domanda è naturalmente: quale sarà la coppia della Hrc? Poi a cascata vengono altre domande: cosa farà Valentino Rossi? Resterà in Ducati o se ne andrà? E in questo caso, per andare dove? Prima di tutto, c'è da dire che Valentino ha ancora un peso contrattuale enorme: almeno la metà delle persone che seguono il Mondiale, lo fa per lui. La situazione è molto semplice: Rossi resterà se la Ducati migliorerà entro l'estate, diciamo entro le gare di agosto. Crescita che deve essere sia della moto in sé, sia del feeling con il pilota. Se così sarà, non ci saranno problemi; altrimenti, potrebbe aprirsi la strada del team Gresini (non la Hrc) o addirittura della Yamaha – ipotesi però che al momento appare remota. In Hrc si va verso un binomio iberico.



  PAG. SUCC. >