BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TEST MOTOGP 2017 PHILLIP ISLAND / Tempi e classifica prima giornata. Vinales: posso raggiungere Marquez in testa (15 febbraio)

Test MotoGp Phillip Island diretta e info streaming video e tv: tempi e classifica della prima giornata di prove con tutti i big, Valentino Rossi e la Ducati (15 febbraio 2017)

La presentazione della Yamaha (LaPresse) La presentazione della Yamaha (LaPresse)

Anche nella prima giornata dei test di Phillip Island, dove si stanno mettendo a punto le moto protagoniste della prossima stagione 2017 del MotoGP, Maverick Vinales si è reso protagonista assoluto sulla pista australiana, confermando così non solo il suo grande talento, già intravisto nel motomondiale 2016 ma anche il grande feeling raggiunto con la sua Yamaha, nonostante il poco tempo passato finora in sella alla moto della scuderia del diapason. Per Vinales, nuovo compagno di squadra di Valentino Rossi, la prima giornata di test si è conclusa con il quarto miglior tempo, con un ritardo rispetto a leader Marquez di appena +0.496. Lo stesso spagnolo ha così commentato la sua prestazione ai test della MotoGP 2017: “Sono molto soddisfatto delle prestazioni della mia Yamaha, ho provato molte cose e molte componenti nuove. Penso anche che il mio tempo possa anche essere abbassato. Anche sul passo credo che siamo molto competitivi ma Marquez ha una grande consistenza e dobbiamo migliorare se voglio tenere il suo ritmo”. 

Nonostante qualche tentativo di caduta,  a causa del forte vento che ha tempestato la prima giornata dei testa  Phillip Island per la Motogp 2017, Valentino Rossi sulla sua Yamaha M 1 2017 è stato ancor auna volta tra i protagonisti più attesi di queste prove in vista della prossima stagione  dl motomondiale. Tanto lavoro e buoni giri per il Dottore della Yamaha, che nell’ultima parte della giornata a Phillip Island è riuscito a segnare il secondo miglior corno della giornata: secondo posto in classifica dei tempi per Rossi, che ha fermato il cronometro sul 1:29.683, registrando un ritorno di +0.1860  rispetto a Marc Marquez, il più veloce oggi sul circuito australiano. Lo stesso Rossi ha poi commentato così la prima giornata di Test a  Phillip Island: “È stata una buona giornata. Questa mattina, prima della sosta, non sono stato molto veloce. Non ho spinto tanto, non avevo molto feeling con l’anteriore. Ma abbiamo lavorato molto e abbiamo lavorato bene durante la sosta; nel pomeriggio la situazione è cambiata e con la gomma nuova ho segnato il secondo tempo. Abbiamo ancora molto da fare; specialmente sulla lunga distanza, sul passo con le gomme usate. Speriamo che il meteo continuo ad essere buono”.  

Ra i migliori della classifica dei tempi registrati nella prima giornata dei test a  Phillips Island, uno degli appuntamenti più attesi in vista della prossima stagione 2017 della Motogp va annoverato il ducatista della Octo Pramac Danilo Petrucci, che ha realizzato il sesto miglior corno ad appena 6 3 decimi di distanza da un’ipotetica prima fila sulla griglia di partenza. Il crono di 1.30:262 ottenuto nella parte finale dei test a Phillip Island l notte italiano però solo poca cosa rispetto al grande lavoro che si è fatto nei box della ducati: Petrucci ha infatti avuto a disposizione entrambe le Desmosedici GP17 con le quali ha fatto numerosi prove per il passo gara. Al termine della prima giornata id prove Petrucci ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto di questo primo giorno di test. Abbiamo lavorato con il metodo giusto ed avere due moto a disposizione ci ha permesso di concentrarci molto sul passo gara. Alla fine sono riuscito a fare anche un bel giro con la gomma nuova. Chiudere un intenso giorno di lavoro con un buon tempo è una gratificazione anche per il team”.  

Tra i migliori in questa prima giornata dei Testa  Phillip Island in vista della stagione di MotoGP 2017, va senza dubbio segnalata la bella prestazione dell’ex ducatista Andrea Iannone, che in sella alla sua nuova Suzuki, con la quale pare che abbia trovato un grande feeling , ha realizzato anche il terzo miglior tempo della giornata. Con la terza posizione in classifica a 1.29.926 Iannone è stato uno dei pochi piloti stanotte a Phillip Island a rompere il muro dell’1.30 solo al primo giorno di test: davvero un risultato eccezionale che lo stesso pilota ha così commentato: “Dopo la pausa abbiamo un po’ sistemato il set up e passo dopo passo sono riuscito a migliorare i miei tempi. Alla fine sono soddisfatto di questa crescita, è stato un buon risultato per tutti. Per domani sarà importante aumentare il nostro ritmo ma contemporaneamente anche il crono sul giro secco. Valuto positivamente questo primo giorno, è tutto nuovo e per ora quello che soffro di più è il cambio di pista in sella ad una moto che conosco da poco”. 

Tra i protagonisti più attesi della prima giornata dei test della Motogp 2017 in corso a Phillip Island va annoverato senza dubbio Jorge Lorenzo, ex compagne di Rossi alla Yamaha e nuovo pilota di punta della Ducati. Per lo spagnolo le prove di oggi al circuito australiano hanno avuto come scopo principale quello di rinforzare il feeling con la nuova desmosedici, in vista della prossima stagione del motomondiale, che in casa della scuderia di Borgo Panigale ci si sta approcciando con grande entusiasmo. Per Lorenzo il primo giorno di test Motogp  a Phillips Island però hanno riservato solo l’11^ miglior tempo, con il cronometro fermato sul 1’30”631, ma con 61 giri effettuati a Phillip Island. Lo stesso Lorenzo, come ci riporta l’ufficio stampa Ducati ha oi dichiarato al termine delle sue prove: “I test qui a Phillip Island sono iniziati molto meglio che a Sepang, e oggi abbiamo utilizzato la stessa base che avevamo definito alla fine del test in Malesia. Peccato che durante l’ultima ora e mezza della sessione non siamo riusciti a migliorare i nostri crono mentre altri piloti lo hanno fatto. Abbiamo fatto fatica ad abbassare i tempi a causa del forte vento e inoltre l’ultima gomma posteriore che abbiamo montato non aveva il livello di prestazioni che ci aspettavamo. In ogni caso è positivo il fatto che ogni giorno raccogliamo delle nuove informazioni e che stiamo facendo sempre dei piccoli passi in avanti”. 

La prima giornata dei test per la MotoGP 2017 a Phillip Island ha visto come vero vincitore l’attuale campione del mondo della classe regina Marc Marquez: lo spagnolo della Honda impegnato con la nuova vettura sul circuito australiano ha infatti ottenuto un bellissimo primo posto nella classifica dei giri più veloci, a riconferma del grande mondiale2017 che aspetta la casa giapponese. Il crono di 1.29:497 è stato infatti il migliore della prima giornata e questo da buone conferme per il lavoro sull’elettronica e la meccanica che il box Honda sta effettuando. Lo stesso Marc Marquez ha poi dichiarato: “Abbiamo riposto la nostra attenzione sulle novità, come ad esempio il motore 2017 e l’elettronica. Abbiamo anche iniziato a concentrarci sul set up e domani proseguiremo. Il tempo atmosferico stato buono, cosa importante qui in Australia ma ci sono ancora dei punti chiave sui quali lavorare. Specialmente sull’elettronica, capire bene dei particolari molto importanti e con questi il comportamento del motore”.  

In casa Ducati la prima giornata dei Test a Phillips Island per la Motogp 2017 non è stata delle migliroi in termini di risultati, ma è stata certamente molto utile in termini di sviluppo della nuova desmosedici.li forte vento presente sul circuito australiano ha certamente condizionato il lavoro anche del top team di Borgo Panigale, come lo ha fatto con le altre scuderie presenti alle prove per la prossima stagione del motomondiale. Per i due piloti Ducati la prima giornata si è chiusa con l’ottavo posto in classifica nei giri più veloci per Andrea Dovizioso, che ha segnato il crono di 1.30:410 girando complessivamente per 64 volte sulla nuova desmosedici, per studiarne il bilanciamento interno e l’aerodinamica, con le nuove soluzioni appontate dopo Sepang . Al termine della prima giornata di testa Phillip Island l’italiano ha dichiarato: “Oggi ci siamo concentrati a fare alcune prove di telaio perché dovevamo definirne alcuni aspetti, e quindi abbiamo utilizzato tutta la giornata per questo lavoro. Il feeling è abbastanza buono. Dobbiamo ancora migliorare a livello di bilanciamento e di set-up, ed è il programma che abbiamo per domani e poi vedremo su che tempi riusciremo a girare”.  

Si sono svolti nella notte odierna i primi test della MotoGP 2017 a Phillip Island: complice il fuso orario purtroppo per noi non abbiamo potuto assistere alla prima giornata di prove che però sono state senza dubbio molto intense. A pochissime ore dalla chiusura ufficiale della prima giornata di test per la prossima stagione andiamo quindi a vedere su ito la classifica a i tempi dei migliori piloti che hanno girato questa notte a Phillip Island, il circuito della MotoGP in terra australiano. Il giro più veloce della prima giornata di prove è stato messo a segno dal campione del mondo in carica Marc Marquez, pilota della Honda che ha fermato il cronometro sul 1:29.497, seguito al secondo posto dal pilota della Yamaha Valentino Rossi, che ha segnato un ritardo di appena +0.186: terzo posto per l’ex ducatista Andrea Iannone  che conferma l’ottimo feeling con la sua Suzuka, con la quale ha segnato un tempo di 1:29.926. Quarto posto per il comodano di squadra alla scuderia del diapason di Rossi, Maverick Vinales seguito a breve distanza da Cal Crutchlow e Danilo Petrucci. Chiudono la top ten della prima giornata di Test della Motogp 2017 Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, seguito da Jack Miller con la Marc VDS e da Jonas Folger. Solo undicesimo Jorge Lorenzo che però deve ancora lavorare sul suo approccio alla nuova Ducati Desmosedici. 

E’ atteso ormai a ore l’avvio della prima giornata die test di Motogp 2017 a Phillips island in australia dove però è già stato annunciato un grande assente: sarà Tito Rabat a rinunciare alla tre giorni di prove sul circuito australiano in vista della prossima stagione del Motomondiale. Il pilota della Marc VDS infatti non sarà presente per via di una brutta lacerazione al ginocchio sinistro che desta preoccupazione e a cui è stato quindi consigliato di rinunciare a questo importante banco di prova della Motogp 2017. Rabat che in seguito a una brutta caduta occorsa durate i test di Sepang lo scorso gennaio, è stato operato per la frattura del radio e al quinto metacarpo della mano destr, aveva già ventilato l’ipotesi di una sua possibile assenza: i medici però esaminando le fratture avevano dato prima l’ok per poi ritirarlo nel considerare la situazione del suo ginocchio. Il team principal di Rabat Micheal Barrtholemy ha affermato: “Mentre le fratture sono guarite bene e non gli avrebbero impedito di guidare in Australia, l’infortunio al ginocchio è una storia completamente diversa. Nonostante una fisioterapia intensiva, non ha ancora l’estensione necessaria, inoltre c’è il rischio che possano saltare i punti, con il relativo pericolo d’infezione, se dovesse partecipare ai test di Phillip Island”. 

Tra poche ore si apriranno ufficialmente i test per la MotoGP 2017 a Phillip Island dove la maggior parte dei team prossimi protagonisti del Motomondiale effettueranno la prima giornata di prove in terra australiana: obbiettivo annunciato da diversi top team della prima giornata di test 2017 sarà quella di mettere a punto la carena delle moto della prossima stagione, che ricordiamo avrà inizio a fine marzo con il Gp del Qatar.  A dirlo sono le ultime indiscrezioni provenienti dagli inviati sky presenti a Phillip Island: la diversa struttura del circuito australiano rispetto alla pista malese infatti permetterà un migliore studio dell’aereodinamica celle vettura. In casa Yamaha sarà la carena protagonista dei primi test di Valentino Rossi e Vinales, stessa cosa anche in casa Aprilia e Suzuki. Per la Honda di Marquez e Pedrosa oltre all’aerodinamica si metterà alla prova gli ultimi sviluppi in fatto di elettronica approntati dagli ingegneri giapponesi negli ultimi mesi, mentre in Ducati il primo elemento da curare rimane la costruzione del feeling tra la nuova desmosedici e il nuovo pilota di borgo Panigale Jorge Lorenzo.

Tra i protagonisti più attesi a Phillip Island dove stanotte si terrà la terza sessione delle Test per la Motogp 2017, vi si trovano senza dubbio Valentino Rossi e la sua nuova Yamaha M1. Il team del diapason aveva lasciato Sepang con ancora molti dubbi sullo sviluppo di motore e telaio in vista della prossima stagione del mondiale della Motogp, domande a cui saranno i test di Phillips Island a dover dare risposta. A dirlo era stato lo stesso team direction Maurizio Meregalli al portale ufficiale motogp.com:” asciamo la Malesia con  buone informazione e alcune buone decisioni, l’unico punto di domanda è probabilmente il nuovo telaio perché qui ne abbiamo avuti due diversi e molto probabilmente si deciderà a Phillip Island quale useremo per l’inizio della stagione. Philip Island è un circuito completamente diverso e molte cose buone che si trovano qui sono utili per la gara ci sarà quindi da lavorare sul set up. Avremo anche alcune gomme nuove da testare , perché questo è un tracciato che le mette a dura prova”. Valentino Rossi però si è detto entusiasta dei prossimi test, che ricordiamo avranno inizio solo alla nostra mezzanotte: “Ora partiamo per andare in Australia, dove avremo tre giorni di test molto importanti. Non vedo l’ora di risalire in sella alla mia M1, non vedo l’ora di continuare le prove”. 

I test a Phillip Island, in Australia, segnano il secondo atto della MotoGp 2017. Siamo ormai a metà settembre e dunque questi nuovi tre giorni di test MotoGp diventano ancora più significativi della sessione di due settimane fa a Sepang che aveva alzato il sipario sul 2017. Si gira a Phillip Island, quindi innanzitutto avremo un primo raffronto fra piste diverse e dunque anche risposte più significative per i piloti e per le scuderie circa le migliorie da apportare alle moto che si presenteranno al via per il Gran Premio del Qatar, primo dei 18 appuntamenti del Mondiale, che dista ormai solamente poco più di un mese. Molto importanti dunque questi test MotoGp a Phillip Island, la seconda delle tre sessioni invernali (la terza sarà a Losail), anche se gli orari saranno pessimi per gli appassionati italiani. A causa del fuso orario che vede l'Australia ben dieci ore avanti, si girerà dalla mezzanotte fra martedì 14 e mercoledì 15 fino alle ore 8.00 del mattino di mercoledì, cioè dalle 10.00 alle 18.00 in orario locale australiano - naturalmente del 15 febbraio.

Se l'anno scorso erano soprattutto le novità dal punto di vista regolamentare ad attirare l'attenzione, stavolta l'attenzione si concentra sui piloti che hanno cambiato scuderia questo inverno. Ecco dunque che ci sarà grande attesa per questo nuovo test con Jorge Lorenzo in sella alla sua Ducati dopo ben nove stagioni consecutive alla Yamaha, dove il posto al fianco di Valentino Rossi è stato presto da un altro spagnolo, il rampante Maverick Vinales, che a sua volta ha lasciato la Suzuki dove è approdato Andrea Iannone che ha dovuto lasciare il posto in Ducati appunto a Lorenzo, in un vero e proprio valzer. Vinales inoltre è stato velocissimo e molti già pensano che per Valentino Rossi potrebbe rivelarsi un rivale ancora più ostico di Lorenzo: al momento è un'ipotesi ancora tutta da dimostrare, ma di certo sarà da seguire con grande attenzione tutto quello che potrà succedere in casa Yamaha.

A Sepang ha fatto molto bene anche la Ducati, anche se soprattutto con chi aveva già esperienza in sella alla Rossa, da Andrea Dovizioso al collaudatore di lusso Casey Stoner, un po' meno con Jorge Lorenzo. Alti e bassi notevoli invece per il campione del Mondo in carica Marc Marquez e per la sua Honda (concetto che vale pure per Dani Pedrosa), che hanno deluso nella seconda giornata e si sono riscattati nella terza. Al momento possiamo dire che la Honda non sembra avere sfruttato il vantaggio di avere una coppia di piloti che conoscono entrambi alla perfezione la moto con cui girano, ma naturalmente restano tra i protagonisti da seguire con maggiore attenzione.

Non sarà possibile assistere a una diretta tv dei test ufficiali MotoGp a Phillip Island, che andranno in scena sostanzialmente nella notte italiana, con gli orari che abbiamo già ricordato, cioè 0.00-8.00 di mercoledì 15 febbraio (stessi orari anche giovedì e venerdì); questo significa che non ci sarà nemmeno una diretta streaming video, ma gli appassionati potranno comunque essere collegati con gli aggiornamenti e i tempi visitando il sito www.motogp.com, che ha il suo corrispettivo su Twitter all’indirizzo @MotoGP. Altre informazioni arriveranno da siti e social network ufficiali delle varie Case. Sul canale Sky Sport MotoGp (al numero 208 di Sky) da segnalare alle ore 19.00 la trasmissione Race Anatomy Test Phillip Island di mercoledì, giovedì e venerdì per analisi e commenti sulla giornata che però in Australia sarà ormai abbondantemente terminata.