BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Moto Gp

Diretta Motogp/ Streaming video e diretta Tv8, qualifiche live: pole Marquez, è imprendibile! Ma Dovizioso c'è

Diretta MotoGp griglia di partenza, qualifiche, FP3 e FP4 live del GP Austria 2017 Zeltweg: cronaca e tempi delle sessioni per la pole position (oggi sabato 12 agosto)

Diretta MotoGp - LaPresseDiretta MotoGp - LaPresse

MARQUEZ IMPRENDIBILE, MA ATTENZIONE A DOVIZIOSO...

Marc Marquez ne fa 70: questo il numero delle pole position conquistate dal pilota della Honda. L'ultima in Austria, in occasione dell'undicesimo appuntamento del Mondiale di MotoGP. Lo spagnolo si è confermato imprendibile sul giro secco: si tratta della quinta partenza dalla prima casella della griglia di partenza in questa stagione. Vanno forte però anche le Ducati, che hanno conquistato la prima fila con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. Faticano le Yamaha: Maverick Vinales ha conquistato solo il quarto posto, settimo invece Valentino Rossi. Domani sarà interessante il duello tra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, visto che quest'ultimo ha pagato solo 144 millesimi. Occhi puntati anche su di lui, visto che in qualifica ha girato con la gomma media al posteriore, non la soluzione migliorare per il giro singolo tra quelle a disposizione. Domani dunque Marquez dovrà partire forte per non farsi beffare da un affamato Dovizioso. (agg. di Silvana Palazzo) MOTOGP, LE QUALIFICHE A ZELTWEG IN DIRETTA - GRIGLIA DI PARTENZA - CLASSIFICA FP4 - CLASSIFICA FP3

MARQUEZ IN POLE POSITION, DOVIZIOSO E LORENZO IN PRIMA FILA!

Marc Marquez rispetta pienamente i pronostici della vigilia conquistando la pole position nelle qualifiche del Gran Premio d'Austria sul circuito di Zeltweg che per il secondo anno consecutivo ospita la MotoGp, il campione del mondo in carica ha fatto la voce grossa con il tempo di 1:23.235, gli avversari non hanno potuto far altro che contenere il gap, cosa che in effetti è riuscita bene alla Ducati con Dovizioso (1:23.379) e Lorenzo (1:23.621) che completano la prima fila. Quarto tempo per Vinales (1:23.754) che domani partirà dalla seconda fila dello schieramento accanto a Petrucci (1:23.779) e Zarco (1:23.878), male Rossi (1:23.981) e Pedrosa (1:23.984) che si devono accontentare della terza fila così come Crutchlow (1:24.023). Iannone, Abraham e Baz non sono riusciti ad andare oltre la quarta fila. (agg. di Stefano Belli) 

PETRUCCI E PEDROSA ACCEDONO ALLA Q2!

Danilo Petrucci e Dani Pedrosa superano il taglio della Q1 e si aggregano a Marquez, Zarco, Iannone, Lorenzo, Rossi, Dovizioso, Vinales, Baz, Abraham e Crutchlow, sarà questa la dozzina che andrà a caccia della pole position nella Q2 in programma tra pochi minuti. Il pilota italiano del team Pramac è stato il più veloce della sessione in 1:23.764, 95 millesimi di ritardo per Pedrosa (1:23.849) che riesce a respingere gli assalti di Folger (1:24.015), Barbera (1:24.035) e Redding (1:24.036). Nulla da fare per Pol Espargaro, Bautsita, Kallio, Miller, Aleix Espargaro, Rins, Smith, Lowes e Rabat che vengono eliminati e domani partiranno dalle retrovie. Breve pausa e poi si torna in pista al Red Bull Ring per la fase decisiva delle qualifiche del Gran Premio d'Austria, undicesima prova del mondiale 2017 di MotoGp. (agg. di Stefano Belli) 

COMINCIA LA CACCIA ALLA POLE POSITION!

Marc Marquez si è confermato il più veloce anche nella quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria (undicesima tappa del mondiale 2017 di MotoGp), lo spagnolo della HRC ha completato il giro di pista del Red Bull Ring in 1:24.180 rifilando 167 millesimi a Maverick Vinales (1:24.347), in terza posizione Dani Pedrosa (1:24.400) davanti a Zarco (1:24.434), Andrea Iannone (1:24.525), Andrea Dovizioso (1:24.607), Valentino Rossi (1:24.644), Scott Redding (1:24.804), Jonas Folger (1:24.814) e Jorge Lorenzo (1:24.839). Nei minuti conclusivi della FP4 Iannone ha accusato una rottura del motore sulla sua Suzuki, il pilota di Vasto è dovuto rientrare precipitosamente ai box per impossessarsi della moto di riserva. Ora si comincia a fare sul serio con l'inizio della Q1, vedremo tornare subito in pista Redding, Petrucci, Folger, Barbera, Pedrosa, Bautista, Kallio, i fratelli Espargaro, Rins, Miller, Rabat, Lowes e Smith. (agg. di Stefano Belli) 

VINALES IL PIU' VELOCE IN QUESTO MOMENTO

Sul circuito di Zeltweg manca un quarto d'ora al termine della quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria (undicesimo appuntamento del mondiale 2017 di MotoGp), attività frenetica in pista con i piloti che si migliorano costantemente a ogni passaggio sul traguardo. Al momento il miglior tempo appartiene a Maverick Vinales che sta mettendo in fila tutti gli altri con 1:24.347, dietro di lui Marquez, Pedrosa, Iannone (il primo degli italiani), Dovizioso e Rossi. Più in difficoltà Danilo Petrucci che non riesce a schiodarsi dalla 18^ posizione, per il resto grande equilibrio tra le varie case con Ducati, Honda e Yamaha sullo stesso livello mentre la Suzuki può diventare l'outsider del fine settimana. (agg. di Stefano Belli) 

VIA ALLA FP4!

Alle ore 13.30 la MotoGp tornerà in pista per l'ultima sessione di prove libere che precederà le qualifiche vere e proprie del Gran Premio d'Austria che si correrà domani sul circuito di Zeltweg che per il secondo anno di fila fa parte del calendario mondiale. La Fp4 - che durerà solamente 30 minuti - consentirà ai piloti di perfezionare la messa a punto delle moto e prendere ulteriormente le misure alla pista cercando di limare più decimi possibili qua e là nelle varie curve, per capire come stampare il giro perfetto nel momento in cui servirà di più. Il tutto sperando che il meteo non faccia i capricci, per adesso le nuvole pur coprendo il sole hanno risparmiato il Red Bull Ring riversando tutta la loro acqua nei monti che circondano l'autodromo. (agg. di Stefano Belli) 

PARECCHI PRETENDENTI ALLA PRIMA FILA

Si preannuncia davvero accesissima la lotta per la pole position: tra poco meno di due ore sul circuito di Zeltweg-Spielberg si terranno le qualifiche del Gran Premio d'Austria (undicesima prova del mondiale 2017 di MotoGp), in base ai tempi delle prime tre sessioni di prove libere il favorito resta Marc Marquez che quando ha voluto si è messo dietro tutti gli avversari con un margine piuttosto rassicurante. Quindi vi consigliamo di puntare 5 euro sul campione del mondo in carica, tuttavia ci sono parecchi pretendenti alla prima fila, a cominciare dalle Ducati che dodici mesi fa fecero doppietta e ora promettono di dare battaglia con Dovizioso e Lorenzo. Da tenere in grande considerazione anche la Yamaha: Rossi sembra aver risolto i problemi che lo hanno afflitto nella giornata di venerdì e Vinales dimostra di essere sempre sul pezzo con una costanza inusuale per un ragazzo di 22 anni alla sua prima esperienza con un top team. Il team satellite Tech-3 potrebbe recitare un ruolo da outsider con Johann Zarco velocissimo sul giro secco, e una bella sorpresa potrebbe arrivare anche da Andrea Iannone che sembra trovarsi molto a suo agio su questa pista dove - non a caso - trionfò nel 2016. (agg. di Stefano Belli) 

MIGLIOR TEMPO PER MARQUEZ, TERZO TEMPO PER IANNONE

Sul circuito di Zeltweg si è appena conclusa la terza sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria, undicesimo appuntamento del mondiale 2017 di MotoGp: il pilota più veloce è stato Marc Marquez che con la gomma morbida ha stampato un 1:23.459 inavvicinabile per chiunque, il campione del mondo in carica ha rifilato 423 millesimi al suo più immediato inseguitore, Johann Zarco (1:23.882) che è stato il migliore tra i piloti Yamaha. Ci fa piacere sottolineare il terzo tempo di un redivivo Andrea Iannone (1:23.943) che un anno fa trionfò su questa pista in sella dalla Ducati, quarto tempo per la Ducati di Jorge Lorenzo (1:23.968) che precede la Yamaha di Valentino Rossi (1:23.995), Andrea Dovizioso (1:24.046) scende in sesta posizione, seguono Vinales (1:24.049), Baz (1:24.097), Abraham (1:24.109) e Crutchlow (1:24.182) che completano la top 10 e accedono direttamente alla Q2. Pedrosa e Petrucci i pesci grossi che rimangono intrappolati nella rete della Q1. (agg. di Stefano Belli) 

MARQUEZ E VINALES ALLE SPALLE DI DOVIZIOSO

Quando mancano circa dieci minuti al termine della terza sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria (undicesima prova del mondiale 2017 di MotoGp) l'attività in pista va intensificandosi sempre di più. Con le nubi minacciose all'orizzonte i piloti si portano avanti col lavoro e anticipano l'attacco al tempo, grazie alla nuova carena Rossi riesce a entrare nella top-10 senza nemmeno dover usare la gomma morbida. Si migliorano anche Marquez e Vinales che rsalgono rispettivamente in seconda e terza posizione mentre in vetta alla classifica dei tempi rimane sempre Andrea Dovizioso. Da segnalare la caduta di Crutchlow in uscita da curva 9, grazie all'aiuto dei commissari il pilota britannico si rimette in piedi e riprende la via della pista tornando ai box da solo. (agg. di Stefano Belli) 

TUTTI A CACCIA DELLA TOP 10

Da circa cinque minuti è in corso sul circuito di Zeltweg la terza sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria valido per il mondiale 2017 di MotoGp. Si riparte con la classifica combinata dei tempi di FP1 e FP2, tutti i piloti sono immediatamente usciti dai box per immettersi sul tracciato e gommare la pista nel più breve tempo possibile con l'obiettivo di creare i presupposti per migliorare i tempi realizzati nella giornata di ieri. Sarà fondamentale entrare nei primi dieci per garantirsi l'accesso diretto alla Q2, chi rimarrà fuori dovrà poi cercare di essere tra i due più veloci nella Q1, impresa non proprio semplice. (agg. di Stefano Belli) 

VIA ALLA FP3!

Alle ore 9.55 prenderà il via sul circuito di Zeltweg la terza sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria, undicesimo appuntamento del mondiale 2017 di MotoGp. I piloti avranno a disposizione 45 minuti di tempo per entrare nella top-10 e garantirsi così l'accesso diretto alla seconda fase delle qualifiche in programma nel pomeriggio, chi non ci riuscirà dovrà scendere in pista già nella Q1 che metterà in palio gli ultimi due posti a disposizione per la Q2, il che costituisce un'ulteriore fonte di stress e ansia che piloti e meccanici intendono fare decisamente a meno. Sguardo rivolto verso il cielo, le ultime previsioni meteo tendono a escludere la pioggia ma da queste parti il clima può cambiare da un momento all'altro, inoltre basta qualche chiazza di umido qua e là per rendere inavvicinabili i tempi del venerdì, quindi tutti fanno gli scongiuri affinché le nuvole non scarichino acqua sul tracciato. (agg. di Stefano Belli) 

LE DIFFICOLTA' DI ROSSI AL RED BULL RING

Se Andrea Dovizioso ha espresso parere positivo sulla nuova carena della Ducati - anche se per bocca di Jorge Lorenzo la Casa di Borgo Panigale non ha lo stesso vantaggio dello scorso anno sulle dirette rivali - lo stesso non può dire Valentino Rossi per la sua Yamaha: il Dottore, che ieri non è apparso in gran forma, ha sofferto parecchio lo spinning e non è riuscito a trovare il giro buono con la mescola soft. Quella di oggi sarà dunque una giornata molto importante per il box numero 46, già nella mattinata sarà fondamentale rientrare nella top 10 e chiudere la FP3 tra i primi dieci per accedere direttamente alla Q2 e saltare la prima fase delle qualifiche che è una lotteria a tutti gli effetti. Il circuito di Zeltweg, sede del Gran Premio d'Austria valido per il mondiale 2017 della MotoGp, non è certo fatto su misura per la moto giapponese ma Rossi e il suo staff faranno del loro meglio per limitare i danni e dire la loro per le posizioni di vertice. (agg. di Stefano Belli) 

La MotoGp oggi, sabato 12 agosto, è ancora in diretta: ci attendono infatti le qualifiche del Gran Premio d’Austria 2017 sul circuito del Red Bull Ring a Zeltweg, undicesimo appuntamento con il Motomondiale 2017 che dopo la lunga pausa estiva vive ora un mese di agosto decisamente intenso, con tre gare di cui questa sulle verdi colline austriache è la seconda. Queste qualifiche serviranno a stabilire la griglia di partenza e l'autore della pole position della corsa di Zeltweg, nuova tappa di una battaglia molto intensa in una classifica ancora molto corta, anche se domenica scorsa Marc Marquez ha allungato. Ricordiamo dunque adesso tutte le sessioni della MotoGp in programma oggi, secondo i classici orari del sabato motociclistico; si parte alle ore 9.55 con le prove libere FP3, 45 minuti particolarmente importanti anche perché definiranno la classifica combinata delle prime tre sessioni di libere che stabiliscono i dieci qualificati direttamente al Q2; alle ore 13.30 i 30 minuti della FP4, poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 14.10 via alla Q1, alle ore 14.35 ecco la decisiva Q2 che definirà le prime quattro file della griglia di partenza, secondo il format che è stato confermato dalle scorse stagioni.

DOVE VEDERE LE QUALIFICHE IN STREAMING VIDEO E IN TV IN CHIARO

Tutte le sessioni di oggi saranno trasmesse su Sky Sport MotoGp HD, il canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky, ma c'è una bellissima notizia per tutti gli appassionati, perché le qualifiche saranno visibili in tempo reale anche in chiaro su Tv8. Per quanto riguarda Sky, il punto di riferimento è sempre Guido Meda, al microfono della MotoGP affiancato da Mauro Sanchini. Per quanto riguarda invece le classi minori, Zoran Filicic e il commento dello stesso Mauro Sanchini oppure di Roberto Locatelli ci racconteranno la Moto2 e la Moto3; ecco poi Vera Spadini in conduzione dal Paddock per la rubrica contenitore e gli inviati ai box Sandro Donato Grosso e Marco Selvetti. Inoltre, gli abbonati avranno anche l'occasione di seguire le prove in streaming video tramite l'applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l'appuntamento sarà in tempo reale anche su Tv8 (canale numero 8 del telecomando), anche se non comprenderà la FP3 mattutina: comunque un'ottima notizia per tutti gli appassionati che si possono godere in questo caldo weekend di metà agosto la MotoGp anche se non abbonati Sky. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l'account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

COSA È SUCCESSO IN FP1

Comincia bene il weekend austriaco per la Ducati che fa segnare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere sul circuito di Spielberg con Hector Barbera: il pilota spagnolo, in sella alla moto del team satellite Reale Avintia, ha fermato il cronometro in 1:24.631 precedendo di 88 millesimi il collega Andrea Dovizioso che invece dispone di una Desmosedici ufficiale. A onor del vero il romagnolo è stato il più veloce di tutti ma il suo tempo gli è stato cancellato per essere andato oltre il cordolo con entrambe le gomme, cosa proibita dal regolamento. Tuttavia il dominio della Casa di Borgo Panigale sarà meno netto rispetto a dodici mesi fa, infatti sia Honda che Yamaha accusano un gap decisamente contenuto con Dani Pedrsosa che ha chiuso a 113 millesimi da Barbera e ad appena 25 da Dovizioso, stesso discorso per Maverick Vinales più lento di appena 8 millesimi rispetto al portacolori dell'HRC. Quinto Marc Marquez che a differenza degli altri colleghi negli ultimi minuti della FP1 non ha girato con la gomma nuova e dunque ha ancora margini di miglioramento. Nella top-10 anche i due piloti del team Pramac, Petrucci e Redding, solamente dodicesimo Valentino Rossi che come al solito nella giornata di venerdì non si preoccupa della prestazione cura e si concentra su altri aspetti in vista della gara di domenica. Quattordicesimo Andrea Iannone che un anno fa trionfò su questa pista ma che oggi con la Suzuki sarà già un'impresa arrivare tra i primi 10, nel tracciato di casa la KTM punta a un risultato di prestigio e nella FP1 Pol Espargaro ha chiuso con un interessante undicesimo tempo.

COSA È SUCCESSO IN FP2

La giornata di venerdì si è chiusa con la Ducati in gran spolvero grazie ad Andrea Dovizioso che nelle fasi conclusive della FP2 ha stampato un 1:24.046 che gli ha dato la possibilità di terminare la sessione davanti a tutti. Scongiurato comunque il monopolio della Casa di Borgo Panigale nelle prime posizioni, Yamaha e Honda hanno saputo infilarsi a sandwich tra le Desmosedici ufficiali con Vinales, Pedrosa e Zarco che si sono piazzati davanti a Lorenzo. Bene anche l'Aprilia con l'ottavo tempo di Aleix Espargaro, incoraggianti le prestazioni della KTM con Pol Espargaro della top 10, fa fatica - e questa ormai non è una novità - la Suzuki, per quanto si impegnino Iannone e Rins non riescono proprio a schiodarsi dalle retrovie. In difficoltà anche Valentino Rossi che pur scendendo sotto l'1:25 non è riuscito a entrare nella decina che conta, quella per l'accesso diretto alla Q2. Se teniamo conto dei tempi combinati, la classifica ricalca in buona parte quella della Fp2 con l'eccezione di Hector Barbera che è stato l'unico pilota a essere andato meglio in mattinata mentre tutti gli altri hanno realizzato il loro miglior giro nel pomeriggio. Dunque Rossi, Petrucci, Folger e Iannone hanno a disposizione solamente il sabato mattina per risalire la china e far parte della top-10, ammesso che le condizioni della pista lo consentano, non tanto per la pioggia che le previsioni meteo tendono a escludere ma per le temperature più basse alle dieci del mattino rispetto alle due del pomeriggio.

NELLA STORIA DI ZELTWEG

In attesa di vivere questa grande giornata, facciamo una breve storia del Gran Premio d'Austria di motociclismo. Il Motomondiale è tornato nella scorsa stagione in Austria, dopo un'assenza di ben 19 anni. La storia però è ben più antica: la prima edizione del Gran Premio austriaco risale infatti al 1955, anche se per essere incluso per la prima volta nel calendario iridato bisognerà aspettare fino al 1971. Per esattamente 21 anni, cioè fino al 1991, il Gp Austria fu una presenza fissa nel Motomondiale, anche se nel 1980 fu annullato a causa della neve nonostante fosse tradizionalmente collocato nel mese di maggio. All'epoca si correva sul Salzburgring, circuito nei pressi di Salisburgo ricavato in una stretta vallata alpina e dal disegno estremamente semplice, con poche curve e lunghi rettilinei. Negli anni Novanta cominciarono i problemi: una prima interruzione nel 1992, poi la gara tornò in calendario nel 1993 e 1994 ma di nuovo saltò nel 1995.

Nel 1996 per la prima volta il Gp Austria non si corse sullo storico Salzburgring bensì a Zeltweg, che fino a quel momento era stato un "tempio" solo della Formula 1, ma questa nuova location durò solo per due stagioni, visto che dopo il 1997 l'Austria è sparita dal Motomondiale fino all’anno scorso, quando il Red Bull Ring (ora si chiama così per evidenti motivi di sponsorizzazione) è tornato nel calendario iridato. Ricordiamo le sei vittorie di Giacomo Agostini grazie a tre doppiette 350-500 nel 1971, 1972 e 1974, mentre nelle uniche due edizioni sul circuito che sorge fra le località di Zeltweg e Spielberg possiamo ricordare la vittoria di Ivan Goi nel 1996: allora il pilota azzurro fu il più giovane vincitore di sempre in un Gp iridato (record che passò poi a Marco Melandri) e sul podio salì anche un altro talento italiano di un anno più "vecchio" di lui, un certo Valentino Rossi. Il Dottore, allora alle primissime armi, è l'unico reduce di quelle gare ormai lontane. L’anno scorso invece l’Italia festeggiò la vittoria di Andrea Iannone in sella alla Ducati: un dolce ricordo per la Rossa, mentre all’abruzzese verrà grande nostalgia pensando alla sua situazione attuale… Ma adesso è giunto il tempo di tornare all'attualità e di far parlare l'unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio d'Austria 2017 della MotoGp sul circuito di Zeltweg Spielberg sta per cominciare…

© Riproduzione Riservata.