BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Moto Gp

DIRETTA MOTOGP/ Streaming video SKY e TV8 prove libere live: Lorenzo il migliore della Fp2 (GP Catalogna 2018)

Diretta MotoGp prove libere FP1 e FP2 live GP Catalogna 2018 Barcellona Montmelò: cronaca e tempi delle due sessioni (oggi venerdì 17 giugno).

Diretta MotoGp - LaPresseDiretta MotoGp - LaPresse

Come prevedibile è stato un gran finale della Fp2 del Gp di Catalogna: i piloti, protagonisti del Mondiale Motogp si sono di fatto conservati fino agli ultimi minuti prima della bandiera a scacchi per poi dare vita a un time attack decisivo. Ecco quindi alla bandiera scacchi le ducati hanno davvero dato spettacolo: il primo tempo è però andato a Jorge Lorenzo, l’unico a sfondare il muro del 1.39, trovando anzi il tempo record di 1.38.930, che è subito balzato davanti a tutti. Bene anche il suo compagno di squadra Dovizioso che ha ricevuto segnali importanti dal consumo delle gomme: per Superdovi però è solo il quarto crono generale, alle spalle di Iannone (+ a +0.107 a Lorenzo) e Vinales, con quest’ultimo autore davvero di una bella Fp2 questo pomeriggio al Montmelò. Chiudono la top ten dei tempi della seconda sessione di prove libere anche Cructchlow, Petrucci, Pedrosa, Syhairn e Rabat: protagonisti non pervenuti di questa fase finale Rossi e Marquez. Il Dottore dopo aver ben impostato la Fp2 è di fatto scomparso nella caccia al giro veloce, non realizzando comuni tempi decisivi; lo spagnolo, campione in carica della Motogp, nel pieno del time attack finale è scivolato e pur non rimediando alcun danno non ha fatto comunque in tempo a ripartire prima della bandiera a scacchi. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DEI TEMPI DELLA FP2

MOTOGP, DIRETTA LIVE

MOTOGP, STREAMING VIDEO E TV: DOVE VEDERLA

Come gli appassionati sanno bene, anche quest’anno Sky si è assicurata i diritti esclusivi per tutte le classi del Motomondiale: punto di riferimento il canale Sky Sport Motogp HD, al numero 208 del telecomando. Da non dimenticare poi l‘offerta di SkyGo, app che permetterà agli abbonati di assistere a tutte le emozioni delle due ruote in streaming video. La notizia per tutti gli appassionati di MotoGp, anche quelli non abbonati Sky, è però che il Gp Catalogna sarà visibile in tempo reale anche in chiaro su Tv8, almeno per le prossime due giornate. Quindi il Gp Catalogna a Barcellona-Montmelò sarà visibile in chiaro, ma solamente per quanto riguarda qualifiche e gare delle tre classi: la copertura su Tv8 infatti non comprende le sessioni di prove libere e di conseguenza la giornata del venerdì della MotoGp sarà visibile solamente su Sky, quindi almeno per oggi non avremo immagini in chiaro dalla Spagna. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale sui social network, che potranno essere importanti soprattutto per i non abbonati Sky: su Twitter l'account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

MARQUEZ SEMPRE VELOCE

Anche questa seconda sessione di prove libere è partita con le miglior condizioni: come già quesa mattina, splende ancora il sole sul Montmelò e anzi le temperature sono due gradevolmente aumentate, sia come ambiente che dell’asfalto. Il primo ad approfittarne delle condizioni più che favorevoli è stato il re della prima sessione di prove libere Valentino Rossi, il primo ad accendere le luci sul circuito di Barcellona. Il Dottore ci ha quindi messo ben poco a scaldare le gomme e a cominciare a macinare giri cronometrati ma ovviamente l’alfiere della Yamaha ha subito avuto parecchia concorrenza: il primo riferimento è al campione in carica della Motogp Marc Marquez che è sceso in pista subito motivato a migliorare i risultati ottenuti questa mattina. Lo spagnolo della Honda però non è stato l’unico e a pochi minuti al semaforo verde siamo già entrati in clima time attack. Ecco quindi che a circa metà della Fp2 la classifica dei tempi vede in testa Marc Marquez con il tempo di 1.39.990, ma alle sue spalle resistono Dovizioso, Lorenzo, Pedrosa e Petrucci: è quindi scivolato al settimo posto Rossi che comunque al momento pare molto tranquillo in sella alla sua Yamaha. (agg Michela Colombo)

INIZIA LA FP2

Sta per avere inizio la tanto attesa Fp2 del Gp di Catalogna 2018: tutto è pronto quindi in pista del Montmelò come pure il numero 2 della Honda e gran nome nelle cronache Dani Pedrosa. Di certo lo spagnolo ha fatto molto parlare di se in questo giorni antecedenti la prova di Barcellona e non per i risultati ben scarsi finora ottenuti. Ormai ci si sorprende poco anche del brutto 12^ piazzamento ottenuto questa mattina nella prima sessione di prove libere: di certo c’è molta curiosità su quale potrebbe essere il suo futuro. La situazione è ben confusa: con l’approdo di Lorenzo a Honda nella prossima stagione della Motogp, Dani rimarrebbe a spasso. Considerando però la carta d’identità lo spagnolo è davanti a un bivio, se tentare altri team oppure ritirarsi. Purtroppo anche lo stesso Pedrosa pare abbastanza confuso, come lui stesso ha dichiarato ieri in conferenza stampa: i risultati negativi rimediati in questi ultimi weekend come pure in questo avvio del Gp di Catalogna di certo non aiutano. Vedremo che succederà nella Fp2: si torna in pista! (agg Michela Colombo)

L'ANNO SCORSO

In attesa di poter ridare la parola alla pista del Montmelo per la Fp2 del Gp di Catalogna 2018, ci sembra doveroso ricordare che era successo un anno fa a Barcellona. Fu un Gran Premio abbastanza caotico fin dai primi giorni, perché la configurazione del tracciato venne modificata rispetto a quella usata l’anno precedente: ogni giro avrebbe dovuto dunque misurare 4652 metri, con la curva 13 trasformata in una chicane per dare maggiore spazio alla via di fuga. Questa nuova configurazione venne però bocciata dai piloti che, dopo aver corso i primi due turni di prove libere, chiesero alla commissione di sicurezza di tornare alla classica configurazione di 4655 metri. La vittoria andò alla Ducati di Andrea Dovizioso, autore di una fantastica rimonta dal settimo posto sulla griglia di partenza che gli permise di battere le due Honda ufficiali di Marc Marquez e Dani Pedrosa, che era scattato dalla pole position. Fu invece un weekend da dimenticare per la Yamaha, pessima già nelle prove e poi in gara ottava con Valentino Rossi e decima con Maverick Vinales. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ROSSI IL MIGLIORE NELLA FP1

Si è appena chiusa la prima sessione di prove libere sul circuito di Montmelò e come al soltio il terzo time attack che si è svolto a pochi minuti prima della bandiera a scacchi, si è rivelato fondamentale per la classifica dei tempi. Proprio fino agli ultimi 30 secondi prima del termine ufficiale, aveva ampiamente resistito il primo crono fissato da Marc Marquez entro i primi 5 minuti di questa Fp1 de Gp di Catalogna. Il record di 1,39.882 del campione in carica della Motogp è stato poi superatoerato da piloti in pista com gomme fresche e con un set up che si sta via via affinando (fondamentale in questo senso i responsi della prima metà sessione). Ecco quindi che alla bandiera a scacchi la classifica dei tempi vede un ottimo Valentino Rossi, davanti, con il crono di 1.39.4656. A poca distanza dal Dottore si sono fatte vedere poi le Ducati di Dovizioso e Lorenzo: i due pur avendo due set up diversi hanno fatto molto bene in questo finale di mattinata al Montmelò. Nella top five poi c’è spazio anche per Marquez e Zarco: il primo però non ha spinto troppo in pista alla bandiera a scacchi, pare non convintissimo del set up utilizzato; il secondo è stato anche vittima di una piccola scivolata. Ricordiamo poi nella top ten della classifica dei tempi al termine della Fp1 anche Vinales, Crutchlow, Rabat, Iannone e Miller. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DEI TEMPI DELLA FP1

MARQUEZ SUBITO VELOCE

E’ appena iniziata la Fp1 del Gp di Catalogna 2028, primo banco di prova quindi per i piloti della Motogp sulla pista del Montmelò, circuito dove lunedi, dopo la gara affronteranno una giornata di intensi test. La prima parte di questo sessione di prove libere ovviante ha visto i piloti della classe regina impegnati in alcuni giri di “riscaldamento” essenziali per fare le prime verifiche nell’assetto della propria moto e dire controllare le condizioni dell’asfalto, di certo molto verde. Eppure sono bastati pochi minuti oggi per tale fase preliminare e presto sono piovuti i primi crono validi per la classifica dei tempi. Pur nel traffico iniziale, il migliore in pista nella Fp1 del Gp di Catalogna 2018 si è rivelato Marc Marquez: il campione della Motogp infatti è stato il primo a sfondare il muro dell’1.40 fissando a cronometro il tempo di riferimento di 1.39.882. Alle spalle dello spagnolo invece si sono alternati diversi nomi: al momento la top five vede infatti Cal Crutchlow, Jorge Lorenzo, Andrea Dovizioso e Valentino Rossi. Va però precisato che il pilota britannico ha fissato il suo tempo in condizioni di pista libera: da segnalare poi che le Ducati al momento registrano tra di loro un distacco davvero millimetrico. (agg Michela Colombo)

INIZIA LA FP1

Pochissimi minuti al via delle prove libere FP1 della MotoGp a Barcellona, sta dunque per cominciare il lungo weekend del Motomondiale sul Circuit de Catalunya al Montmelò. Seconda delle quattro gare di casa per i tanti piloti spagnoli, per molti di loro però è proprio questa la più vicina a casa, ad esempio sono catalani sia Marc Marquez, sia Maverick Vinales, sia Dani Pedrosa e lontana non è nemmeno l’isola di Maiorca, dove è nato Jorge Lorenzo - tanto per completare il quadro dei quattro centauri spagnoli più famosi. Al Gran Premio di Catalogna si respira dunque sempre grandissima passione, può essere paragonato a Misano nel cuore della Romagna per quanto riguarda i centauri italiani. L’anno scorso fu però Andrea Dovizioso a festeggiare in sella alla sua Ducati, un vero e proprio trionfo italiano che fece seguito alle tantissime vittorie di Valentino Rossi da queste parti, dal momento che il Dottore a Barcellona ha vinto la bellezza di dieci volte in carriera, delle quali ben sette nella classe regina 500/MotoGp. Sarà dunque un weekend tutto da vivere, fin dal venerdì mattina: parola dunque alla pista e al cronometro, la FP1 della MotoGp sta finalmente per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARI E PRESENTAZIONE DELLA GIORNATA

La MotoGp torna in diretta: con le prove libere FP1 e FP2 comincia il Gran Premio di Catalogna 2018 sul circuito del Montmelò, il notissimo Circuit de Catalunya che sorge a breve distanza dal capoluogo Barcellona ed ospita il settimo appuntamento con il Motomondiale 2018, il secondo dei quattro in terra di Spagna che naturalmente in questo caso è orgogliosamente Gran Premio di Catalogna, ad indicare l’identità di una regione che come ben sappiamo non va molto d’accordo con il governo centrale. Barcellona è d’altronde uno degli appuntamenti più sentiti dell’intero calendario della stagione di MotoGp, anche perché molti dei piloti spagnoli sono nati proprio da queste parti, che sono la culla del motociclismo iberico un po’ come la Romagna e dintorni per quanto riguarda l’Italia. Il programma naturalmente prevede le prime due sessioni del weekend nella giornata di venerdì, andiamo dunque a vedere quello che ci attende oggi, 15 giugno. Il primo appuntamento sarà alle ore 9.55 del mattino per la FP1 che apre l’intero weekend del Montmelò, sessione che durerà 45 minuti e dunque si concluderà alle ore 10.40. A seguire ecco pure la FP2, dalle ore 14.05 alle ore 14.50, sessione ancora più interessante anche perché si disputa allo stesso orario della gara di domenica.

GP CATALOGNA 2018 MOTOGP BARCELLONA MONTMELO’: I PROTAGONISTI

La classe regina si presenta in Catalogna con una classifica riaperta dalla caduta di Marc Marquez al Mugello che ha consentito agli inseguitori di riavvicinarsi. D’altronde nessuno finora ha trovato la continuità in questa travagliata stagione: Marquez si merita comunque la palma del migliore con tre vittorie e un secondo posto in sei Gran Premi, ma non si può dimenticare che nelle rimanenti due occasioni non ha fatto punti, con il disastro a Termas de Rio Hondo e poi la caduta al Mugello. Resta il fatto che gli avversari finora hanno fatto decisamente peggio e sembra quasi che stiano facendo tutto il possibile per spianargli la strada verso il dominio. Per Marquez 95 punti, alle sue spalle c’è Valentino Rossi, che è staccato di 23 punti ma soprattutto in questo 2018 non è ancora andato oltre tre terzi posti, ma tanto basta al Dottore per issarsi al secondo posto e provare ad essere il primo inseguitore di Marquez, anche se la Yamaha al Montmelò dovrà cancellare il ricordo del disastro di dodici mesi fa, la prima gara che ci mostrò in modo chiaro come il 2017 non sarebbe stato un dominio della Yamaha. Il Montmeò sarà dunque un banco di prova importante anche per Maverick Vinales, secondo in Texas ma per il resto sempre anonimo, anche se il fatto di essere andato a punti in ogni gara gli basta per essere terzo in classifica.

Abbiamo citato il precedente del 2017, gara che si concluse con la seconda vittoria consecutiva di Andrea Dovizioso dopo il trionfo al Mugello. Anche quest’anno l’Italia ha fatto bene alla Rossa di Borgo Panigale, con la doppietta che ha visto la vittoria di Jorge Lorenzo davanti allo stesso Dovizioso, secondo posto che ha rilanciato il Dovi al quarto posto iridato a 29 punti da Marquez. Distanza ancora notevole ma non più così drammatica come già apparivano i 49 punti prima del Mugello: pesa moltissimo il doppio zero tra Jerez e Le Mans, ma adesso si può guardare al resto della stagione con più ottimismo, magari sperando nel contributo anche del redivivo Lorenzo. Per il resto la grande incertezza regna sovrana, con notevole alternanza di risultati: da Cal Crutchlow a Johann Zarco, da Danilo Petrucci ad Andrea Iannone sono tantissimi i nomi che potrebbero candidarsi ad essere protagonisti, ma solo oggi inizieremo a capire chi di loro potrà essere più competitivo sul tracciato catalano. Ecco dunque che è molto facile capire come i temi d’interesse non mancheranno, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Catalogna 2018 della MotoGp a Barcellona Montmelò sta per cominciare

CLASSIFICA TEMPI

FP1

1  Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1'39.456

2  Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati  1'39.803 0.347 

3  Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati  1'39.804 0.348 

4  Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 1'39.882 0.426 

5  Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha  1'39.933 0.477 

6  Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1'40.114 0.658

7  Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 1'40.159 0.703 

8  Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati  1'40.264 0.808

9  Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 1'40.274 0.818 

10  Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati  1'40.310 0.854 

11  Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia  1'40.388 0.932

12  Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda  1'40.454 0.998 

13  Hafizh SYAHRIN MAL Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1'40.504 1.048 

14  Alvaro BAUTISTA SPA Angel Nieto Team Ducati 1'40.795 1.339

15  Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM  1'40.882 1.426

16  Xavier SIMEON BEL Reale Avintia Racing Ducati  1'40.896 1.440 

17  Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki  1'40.899 1.443

18  Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM  1'40.945 1.489

19  Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 1'40.957 1.501 

20  Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda  1'41.001 1.545 

21  Scott REDDING GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia  1'41.038 1.582 

22 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1'41.194 1.738

23  Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Honda  1'41.350 1.894

24  Sylvain GUINTOLI FRA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 1'41.436 1.980

25  Thomas LUTHI SWI EG 0,0 Marc VDS Honda  1'41.438 1.982 

26  Karel ABRAHAM CZE Angel Nieto Team Ducati 1'42.159 2.703

FP2

1  Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 1'38.930

2  Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 1'39.037 0.107 

3  Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha  1'39.422 0.492 

4  Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 1'39.443 0.513

5  Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda  1'39.458 0.528 

6  Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 1'39.619 0.689 

7  Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha  1'39.633 0.703 

8  Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda1'39.655 0.725 

9  Hafizh SYAHRIN MAL Monster Yamaha Tech 3 Yamaha  1'39.782 0.852

10  Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 1'39.851 0.921 

11  Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1'39.989 1.059 

12  Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda  1'39.990 1.060 

13  Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM  1'40.004 1.074 

14  Alvaro BAUTISTA SPA Angel Nieto Team Ducati 1'40.265 1.335

15  Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1'40.309 1.379 

16  Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 1'40.399 1.469 

17  Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 1'40.450 1.520

18  Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM  1'40.508 1.578

19  Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia  1'40.541 1.611 

20  Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 1'40.608 1.678

21 Xavier SIMEON BEL Reale Avintia Racing Ducati  1'40.697 1.767 

22  Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Honda 1'40.728 1.798 

23  Scott REDDING GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 1'40.815 1.885 

24  Thomas LUTHI SWI EG 0,0 Marc VDS Honda 1'40.975 2.045 

25  Sylvain GUINTOLI FRA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki  1'41.229 2.299 

26  Karel ABRAHAM CZE Angel Nieto Team Ducati  1'41.361 2.431 

© Riproduzione Riservata.