BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Moto Gp

CLASSIFICA MOTOGP / Mondiale Piloti, Gp Austria 2018: i numeri di Marquez, sempre più in fuga

Classifica MotoGp: Mondiale Piloti dopo il Gp Austria 2018 a Zeltweg Spielberg. Vince Jorge Lorenzo, Marc Marquez però aumenta il vantaggio e avvicina sempre più il titolo

Classifica MotoGp - LaPresseClassifica MotoGp - LaPresse

Analizzando la classifica MotoGp dopo il Gran Premio d'Austria, è naturalmente sempre più evidente il dominio di Marc Marquez, che ora ha la bellezza di 59 punti di vantaggio sul secondo nella classifica Piloti, che è sempre Valentino Rossi. Analizziamo allora anche alcuni numeri del campione del Mondo in carica, uno positivo e uno meno per Marquez: il secondo posto a Zeltweg è per lui il podio numero 111 in carriera, che gli consente di eguagliare Max Biaggi e di portarsi a una sola lunghezza da Mike Hailwood. Come numero di vittorie fallisce invece l'aggancio a Jorge Lorenzo, che anzi vincendo allunga sul connazionale: il pilota della Ducati infatti sale a quota 68 successi, mentre le vittorie di Marquez restano 66. Poco male per il numero 93, che prima di Ferragosto e con otto gare ancora da disputare ha praticamente già in mano il titolo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL DUELLO DUCATI

Probabilmente nessuno dei due vincerà il Mondiale MotoGp, ma è interessante notare che dopo il Gran Premio d’Austria 2018 in casa Ducati si è invertito il rapporto di forze: adesso infatti è Jorge Lorenzo a comandare la sfida interna, con 130 punti contro i 129 di Andrea Dovizioso. Rispettivamente primo e quarto in graduatoria, i due piloti hanno vinto le ultime due gare e anche quattro delle ultime sei: il loro problema è che quando non sono riusciti a festeggiare loro è stato Marc Marquez ad arrivare davanti a tutti, e di conseguenza la Ducati non ha potuto avvicinare davvero il catalano della Honda. In questo momento la rossa di Borgo Panigale sta comunque volando: ha conquistato 86 punti totali (45 Lorenzo, 41 Dovizioso) salendo sempre sul podio in Repubblica Ceca e Austria, in un periodo nel quale Marquez di punti ne ha centrati comunque 36. La lotta è sempre aperta, anche se il vantaggio del campione del mondo in carica appare piuttosto solido e l’alleanza Lorenzo-Dovizioso potrebbe non essere sufficiente per insidiare il pilota della Honda. (agg. di Claudio Franceschini)

LORENZO CERCA LA RIMONTA

Sarà lotta a due o tre quella nella classifica MotoGp? Archiviato il Gran Premio d’Austria 2018 con la vittoria di Jorge Lorenzo, abbiamo visto che Marc Marquez è rimasto in testa alla graduatoria e comanda ora con 59 punti di vantaggio su Valentino Rossi e 71 su Jorge Lorenzo. Il maiorchino della Ducati è ancora staccato: mancano otto gare al termine e, per recuperare il distacco arrivando al sorpasso sul connazionale, dovrebbe guadagnare una media di 9 punti nelle otto gare che restano per completare la stagione. Impresa difficile ma non impossibile: nelle ultime sei uscite Lorenzo ha ottenuto 114 punti (con tre vittorie) contro i 106 di Marquez, che ha vinto in due occasioni ma è stato tremendamente regolare, centrando anche due secondi e un terzo posto. Questo è il problema: Lorenzo non è stato costante (settimo ad Assen, sesto al Sachsenring) e ha perso punti preziosi, non riuscendo a fare il passo decisivo. Per questo motivo in seconda posizione rimane un Rossi che nel periodo in oggetto – dal Mugello a Zeltweg – ha centrato soltanto 86 punti e nel corso della stagione non ha ancora vinto (arrivando secondo soltanto in Germania). Proprio per questo motivo al momento è più facile che sia Lorenzo a duellare con Marquez per il Mondiale, anche se lo spagnolo è terzo in classifica. (agg. di Claudio Franceschini)

LORENZO SPERA, MARQUEZ SEMPRE PRIMO

Uno straordinario Jorge Lorenzo vince il Gran Premio d’Austria 2018 precedendo Marc Marquez al termine di uno strepitoso corpo a corpo: il pilota della Honda mantiene il suo primo posto nella classifica MotoGp precedendo un Valentino Rossi che salva il salvabile, si piazza sesto e adesso accusa un ritardo di 59 punti che inizia a diventare davvero pesante, anche perché nel frattempo Andrea Dovizioso (terzo) si porta a quota 129 e quasi cancella il gap nei confronti del Dottore. Per Lorenzo, che arriva a 130 ed è dunque terzo in classifica, è forse troppo tardi per puntare il titolo ma se le sue prestazioni dovessero rimanere queste le cose potrebbero anche cambiare; ottimo quarto Cal Crutchlow che va a scavalcare Johann Zarco prendendosi la settima posizione, visto che in sesta c’è Danilo Petrucci che chiude al quinto posto. Segnali di risveglio da parte di Dani Pedrosa, se non altro settimo sullo stesso ritmo di Rossi; caduta verticale per Maverick Vinales, il quale arriva dodicesimo sul circuito di Zeltweg e dunque si fa passare da Lorenzo scivolando al quinto posto in classifica. (agg. di Claudio Franceschini)

I NUMERI DI VALENTINO ROSSI

Valentino Rossi difende una eccellente seconda posizione nella classifica Piloti nonostante una stagione che per la Yamaha è decisamente complicata, con la M1 che non è praticamente mai competitiva per la vittoria. Di conseguenza Valentino Rossi e anche il suo compagno di squadra Maverick Vinales devono fare di necessità virtù e puntare al massimo possibile in ogni gara, che ad esempio per Rossi settimana scorsa a Brno è stato il quarto posto. In effetti le presenze sul podio del numero 46 sono numerose, ma senza vincere mai è difficile fare sogni di gloria al cospetto di un rivale che si chiama Marc Marquez e che spesso e volentieri vince. Considerando la risalita di Andrea Dovizioso, che potrebbe proseguire anche in Austria su una pista favorevole alla Ducati, il Dottore dovrà pensare soprattutto a difendere il suo secondo posto, impresa già questa piuttosto complicata se non cambierà qualcosa nella seconda metà della stagione. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PEDROSA DELUDENTE

Il dodicesimo posto di Daniel Pedrosa nella classifica del Mondiale Piloti della MotoGp testimonia purtroppo il declino del pilota spagnolo della Honda Hrc, la cui stagione di addio al Motomondiale si sta rivelando fino a questo momento decisamente grigia. Detto in numeri, Pedrosa ha raccolto fino a questo momento appena 57 punti, una miseria in particolare se confrontati ai 181 del suo compagno di squadra, lo scatenato Marc Marquez che vola verso l’ennesimo titolo mondiale di una carriera già da leggenda. Pedrosa fino a questo momento non è ancora mai salito sul podio in stagione, il che è grave per chi ha a disposizione una Honda ufficiale Hrc: migliori risultati per Dani i due quinti posti a Le Mans e poi a Barcellona, poi due settimi e altrettanti ottavi posti, un quindicesimo e anche ben tre ritiri in Argentina, in Spagna e in Italia, tutti numeri che testimoniano una vera e propria delusione. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FOCUS SUGLI ITALIANI

Detto di Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, facciamo il punto sulla situazione degli altri centauri italiani nella classifica del Mondiale Piloti della MotoGp in attesa della gara del Gp Austria di oggi pomeriggio. Troviamo in settima posizione con 94 punti un buon Danilo Petrucci, che con una serie di buone prestazioni sta legittimando la promozione sulla Ducati ufficiale per la prossima stagione, nella quale Petrucci sostituirà un certo Jorge Lorenzo al fianco di Dovizioso: per Petrux l’acuto è stato il secondo posto a Le Mans. Tutto sommato possiamo considerare positivo anche il nono posto di Andrea Iannone con una Suzuki che stenta a decollare: 81 punti con due terzi posti in America e in Spagna, meglio del compagno di squadra Alex Rins, anche se la Suzuki ha scelto di confermare solo lo spagnolo. Più difficile la stagione di esordio nella MotoGp per Franco Morbidelli, che attualmente occupa la diciassettesima posizione, 22 punti il bottino del campione del Mondo della Moto2. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA CLASSIFICA PILOTI MOTOGP

La classifica del Mondiale di MotoGp che volto assumerà al termine del Gran Premio d’Austria sulla pista di Zeltweg Spielberg, adesso nota come Red Bull Ring per evidenti esigenze di sponsorizzazione? Va detto che, giunti ormai a oltre metà stagione, la classifica del Mondiale Piloti sembra avere già identificato un dominatore in Marc Marquez, il campione del Mondo in carica che senza ombra di dubbio è il principale candidato al titolo anche in questa stagione 2018 che anzi ha forse già emesso il proprio verdetto, salvo grandi rimonte da parte degli inseguitori. Marquez ha 181 punti, frutto di cinque vittorie, due secondi posti e un terzo nelle prime dieci gare; ci sarebbero anche due “zero”, ma dal momento che quest’anno la continuità fa difetto a tutti ecco che chi ha ottenuto risultati eccellenti nella grande maggioranza dei Gp è già in fuga. Buon per Marquez dunque, che non sta pagando (almeno per ora) due errori abbastanza gravi come quelli commessi nella folle gara in Argentina e poi con la caduta al Mugello. Al secondo posto troviamo Valentino Rossi, che si salva con la sua classe infinita ma deve fare i conti con una Yamaha che non riesce ad essere competitiva ai massimi livelli: il Dottore di Tavullia dunque non è mai andato oltre un secondo posto e ben quattro terzi posti, che comunque in questo strano campionato sta bastando a Valentino Rossi per essere appunto secondo con 132 punti.

CLASSIFICA MOTOGP: GLI INSEGUITORI DI MARQUEZ

Quarto è Maverick Vinales, che però è addirittura salito sul podio tre sole volte, il secondo posto di Austin più due terzi posti: lo spagnolo però almeno ha sempre raccolto punti e questo gli basta per toccare quota 109. Sulla carta per Marquez dovrebbero essere più pericolose le Ducati rispetto alle Yamaha, tuttavia i piloti ufficiali di Borgo Panigale stanno accusando ritardi già molto pesanti. Andrea Dovizioso paga a carissimo prezzo i tre “zero” accumulati in Spagna, in Francia e in Catalogna, una serie pessima spezzata solo dal secondo posto al Mugello, che unito alla vittoria in Qatar e a quella di settimana scorsa a Brno sono le tre gioie in una stagione finora più difficile del previsto per Dovizioso, tornato almeno al terzo posto con 113 punti grazie appunto alla vittoria in Repubblica Ceca. Chiude la top 5 il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, un altro che sta vivendo una stagione che definire particolare sarebbe addirittura riduttivo. Un pessimo inizio, unito alle difficoltà già incontrate nel 2017, hanno portato Lorenzo e la Ducati a dirsi addio: la metamorfosi con le vittorie al Mugello e al Montmelò e il fresco secondo posto ceco aumentano i rimpianti per quello che avrebbe potuto essere ed invece sarà solamente fino al termine di questa stagione.

CLASSIFICA PILOTI

1 Marc MARQUEZ Honda  201

2 Valentino ROSSI Yamaha  142

3 Jorge LORENZO Ducati  130

4 Andrea DOVIZIOSO Ducati  129

5 Maverick VIÑALES Yamaha  113

6 Danilo PETRUCCI Ducati  105

7 Cal CRUTCHLOW Honda 103

8 Johann ZARCO Yamaha  102

9 Andrea IANNONE Suzuki  84

10 Dani PEDROSA Honda  66

10 Alex RINS Suzuki  66

12 Jack MILLER Ducati  61

13 Alvaro BAUTISTA Ducati 57

14 Tito RABAT Ducati  37

15 Pol ESPARGARO KTM  32

16 Hafizh SYAHRIN Yamaha  24

17 Franco MORBIDELLI Honda  22

18 Aleix ESPARGARO Aprilia  17

19 Bradley SMITH KTM  15

20 Scott REDDING Aprilia  12

21 Takaaki NAKAGAMI Honda  11

22 Mika KALLIO KTM  6

23 Karel ABRAHAM Ducati 4

© Riproduzione Riservata.