BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LAZIO-SIENA (0-1)/ La cronaca dell'amichevole pre-campionato

Pubblicazione:

Larrondo è stato il match-winner (Infophoto)  Larrondo è stato il match-winner (Infophoto)

LAZIO-SIENA (0-1): LA CRONACA DELL'AMICHEVOLE PRE-CAMPIONATO DI AURONZO DI CADORE – Ad Auronzo di Cadore, sede del ritiro della Lazio, il Siena ha battuto i biancocelesti in una amichevole pre-campionato con il punteggio di 1-0.  La partita di oggi era attesa perchè una delle prime sfide tra due squadre di serie A in questo pre-campionato, ma non ha fornito grandi emozioni. La squadra di Serse Cosmi ha ottenuto la vittoria grazie al gol segnato negli ultimi minuti di gioco del primo tempo da Larrondo, splendidamente lanciato da D'Agostino. La partita ha però riservato poche emozioni. Il Siena si è infatti presentato al via della prima frazione di gioco molto bloccato, non sappiamo se per precisa scelta tattica o se per cause di forza maggiore, dovute ad una Lazio comunque non irresistibile. Fatto sta che il pallino del gioco è stato tutto nelle mani dei biancocelesti, che però non hanno saputo costruire molte occasioni, accontentandosi di “navigare” a bassi ritmi e di pungere solo su alcuni calci piazzati. In effetti le quattro occasioni rilevanti per la Lazio nel primo tempo sono state un colpo di testa di Cana da calcio d'angolo (fuori di un soffio), un altro di Kozak da punizione (ma era in fuorigioco), poi uno splendido calcio di punizione di Hernanes su cui Pegolo si è esibito in un buon tuffo e per finire un colpo di testa di Stendardo davvero molto bello, sul quale Pegolo si è superato. E poi negli ultimi minuti della frazione è successo l'imprevisto: la Lazio ha calato i ritmi, il Siena ha iniziato a muoversi un pochino, e all'improvviso D'Agostino ha sfoderato la giocata che ha cambiato la partita. Uno splendido lancio in profondità che Larrondo ha controllato per poi trafiggere Marchetti e portare in vantaggio il Siena (0-1). Il secondo tempo è stato per lunghi tratti ben peggiore del primo (già non esaltante): sicuramente hanno inciso i numerosi cambi effettuati dai due allenatori – come tipico in queste partite – e, per quanto riguarda la Lazio, il pensiero di dover affrontare domani il Torino per completare questa “doppietta” di amichevoli che chiude il ritiro. Solo nel finale la Lazio ha provato seriamente ad agguantare il pareggio, prima con una bella punizione di Candreva che ha scatenato una mischia in area, poi con un tiro di Konko deviato in angolo e per finire con una azione personale di Zarate sulla quale il portiere si è esaltato.



  PAG. SUCC. >