BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

500 GIORNI INSIEME/ Non una storia d'amore, ma una storia sull'amore

Pubblicazione:

500_giorni_insieme_R375.jpg

Avverte la voce narrante all’inizio del film: «Questa è la storia di un ragazzo che incontra una ragazza.
Il ragazzo, Tom Hansen, è cresciuto con l’idea che non sarebbe mai potuto essere veramente felice, finché non avesse incontrato l’anima gemella. La ragazza, Summer Finn, non era della stessa opinione. Tom incontrò Summer l’8 Gennaio, e capì subito che era lei, quella che stava aspettando. Questa è la storia di un ragazzo che incontra una ragazza. Ma dovete sapere fin d’ora che questa non è una storia d’amore».

 

Se con “storia d’amore” intendete quelle scintillanti confezioni-regalo hollywoodiane al cui interno potete trovare un Lui ammaliante ed enigmatico e una Lei romanticamente in attesa del principe azzurro, che entro un’ora e mezza dall’inizio della proiezione convoleranno a giuste nozze, allora no, 500 Giorni insieme (titolo originale, 500 Days of Summer), non è una love story.
Quella di Marc Webb è pittosto un’istantanea che ritrae incertezze e contraddizioni sentimentali di una generazione.

 

Tom, sensibile e tenero giovane, messo da parte il sogno di diventare architetto, lavora in un’agenzia di biglietti d’auguri; la routine di giornate trascorse a inventare slogan per celebrare matrimoni e compleanni, viene sconvolta dall’arrivo di Summer (Sole, nella versione italiana), nuova segretaria dell’ufficio.
Con il masochismo che contraddistingue il genere femminile in questi frangenti, Tom se ne innamora all’istante. A seguire, in un continuo andirivieni temporale, la cronaca del loro rapporto, articolata in cinquecento giorni.

 

«Non ho un ragazzo perché non lo voglio. Le relazioni sono un casino e fanno male. Siamo giovani, a che servono?»
«Ma è amore, non è Babbo Natale»
«Non esiste una cosa come l’amore. E’ fantasia»

 

PROSEGUI LA LETTURA DELL'ARTICOLO SU 500 GIORNI INSIEME, CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
21/12/2009 - non una storia d'amore (marina di marino)

certo non è una storia d'amore....che possa assomigliare a quella vissuta .. o a quella che ,nella nostra esperienza, per grazia, abbiamo sperimentato essere l'Amore... chissà perchè quel film non mi è piaciuto? forse voglio vedere ciò che il mio cuore desidera ... voglio essere confermata nelle mie attese ... che l'Amore esiste ed è eterno.. e non lo abbiamo costruito , nè inventato noi ... come babbo natale... Buon Natale -Marina di Marino

RISPOSTA:

Marina, mi spiace rispondere con tanto ritardo. io penso questo: c'è un abisso tra ciò che il nostro cuore attende, e i desideri su cui si fissa (quello che tu chiami "l'essere confermata nelle mie attese). eccettuato l'happy end, quella raccontata dal film mi pare una vicenda molto realistica; credere che l'amore, l'amore tra uomo e donna, sia eterno e sensazionale, credere che un giorno arriverà l'anima gemella a salvarci (per dirla con un cliché), dal mio punto di vista è come aspettarsi Babbo Natale il 25 dicembre. detto altrimenti: che desideriamo essere amati, è un fatto; ma il compimento di questo desiderio non è univoco. Valentina Vitali