BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

X FACTOR 3/ Mangiarotti: a Marco la vittoria del talent show, ma nessuno avrà grande successo discografico

Pubblicazione:

marco_mengoni_xfactorR375_1dic09.jpg

X Factor 3, la finale – Stasera, 2 dicembre, andrà in onda l’attesa finale di X Factor 3, il talent show di Rai Due.  Vincerà Marco Mengoni, Giuliano Rassu o le Yavanna? Chi di loro avrà successo e riuscirà a sfondare nel concorrenziale mondo della discografia? Noemi e Giusy Ferreri dimostrano che chi non vince X Factor ha più successo di chi ottiene la vittoria. La terza edizione del talent show di Rai Due è stata sottotono rispetto alle precedenti sia dal punto di vista degli ascolti, sia dal punto di vista dell’appeal televisivo, sia dal punto di vista strettamente musicale. MARCO MANGIAROTTI, giornalista e critico cinematografico, in esclusiva a ilsussidiario.net  traccia un bilancio di X Factor 3, svelando quali possono essere le ragioni del  parziale insuccesso del talent show di Rai Due rispetto ad Amici e quali sono i legami tra il mondo della discografia e i talent show.


Gli ascolti di X Factor 3 non sono stati alti, hanno spesso oscillato tra il 10e l’11%. Cosa non ha funzionato nel talent show a livello televisivo e dal punto di vista musicale?

X Factor 3, come giustamente ha fatto notare Giorgio Gori in un’analisi che condivido pienamente,  ha avuto meno ascolti rispetto alla precedente edizione, ma va vtenuto in considerazione il fatto che la finale di X Factor 2 è stata trasmessa in diretta su Rai Uno, cosa che ha permesso di alzare di due punti la media degli ascolti. In questa terza edizione il talent show è stato solo leggermente sotto la media degli ascolti. Chiaramente ci sono ragioni dovute alla controprogrammazione forte (Chi ha incastrato Peter Pan ndr), quest’anno la rete, ha rivelato Gori, chiedeva due punti in più di audience e Magnolia  speravano di alzare la media nella semifinale e nella finale di X Factor 3
Per quanto riguarda il cast, Giorgio Gori era convinto sulle possibilità di Marco Mengoni, Giuliano Rassu e Silver. Per la mission che il talent show prospetta,  ovvero diventare una pop star, occorre tener conto di quale sarà il futuro di questi concorrenti sul mercato della discografia. Parte di questo esito dipende in parte dal talento dei cantanti, in parte dalla fortuna. Se Fabrizio Giannini non avesse portato a Giusy Ferreri un inedito arrangiato dal team di Tiziano Ferro, probabilmente la ex commessa non sarebbe diventata così velocemente una cantante du successo. L’analisi di Giorgio Gori è condivisibile: X Factor 3 ha avuto un cast buono, con punte non eccezionali. Hanno abbastanza deluso le ragazze e non si è visto un reale progresso.
Va tenuto conto anche delle scelte di repertorio che vengono fatte a X Factor: Giusy Ferreri ha detto che il suo percorso di X Factor è stato molto importante, ma alcune scelte di repertorio l’hanno penalizzata.
Facendo un paragone con Amici, X Factor sceglie cantanti più avanti tecnicamente, ma con minori possibilità di crescita. Molto dipende dalle scelte di repertorio e dai vocal coach.
Amici propone un percorso di crescita all’interno di una scuola, a cui va aggiunto il costante monitoraggio e la collaborazione con le major della discografia. Per fare un esempio, Alessandra Amoroso canta brani molto belli e forti rispetto alla media degli album sul mercato: questo non succede ai cantanti di X Factor.

 

CONTINUA LA LETTURA DELL'INTERVISTA, CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

 



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
02/12/2009 - XFactor e i soloni della critica (carlo candiani)

Secondo me Xfactor, con mille difetti è la trasmissione televisiva più interessante di questi ultimi anni, per alcuni motivi che i soloni della critica continuano ad ignorare: 1 - Il ruolo dei giudici non segue il motto "divide et impera", tanto caro all'equipe di "Amici", ma ogni critica è per un positivo con il risultato che i ragazzi tra di loro si vogliono bene e vivono con amicizia la gara. E' usato correttamente il rapporto adulto - allievo. 2 - il difetto del prodotto televisivo è la sua lunghezza, ma questo è il difetto della tivù italiana in genere. 3 - riguardo quest'ultima stagione, il guaio è stata riproporla a ridosso della precedente: il meccanismo complesso dei provini ha avuto il fiato corto. La trasmissione è partita "stanca" 4 - Per i detrattori, ricordo che XFactor è il programma rai più visto in rete. Ascolti che si aggiungono alla tele. 5 - E la scoperta di Facchinetti presentatore? Molto più simpatico di Maria 6 - I cantanti: Hit Parade - Amici: Amoroso - Carta - Scanu Hit parade - XFactor: Ferreri - Noemi - Bastard - Beccucci. Dov'è il flop? 7 - Mediaset ci propina i pischelli di Amici in ogni dove, la Rai snobba quelli di XFactor. Addirittura Morandi sulla Rai chiama Alessandra (audience giovani: flop) E se con Morandi ci sarebbero stati i Bastard, non ci sarebbe stata una ventata di entusiasmo musicale alla "Beatles"? Con risultati spettacolari maggiori? Il dibattito dovrebbe continuare ...