BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

X FACTOR 3/ Vince Marco, ma trionfa il Format e la stella è Morgan. Ma non chiamatelo Amici...

Pubblicazione:

xfactor3_giudiciR375.jpg

 

Fatto sta che, nel desolante panorama del reality show italiano, XFactor ha più di un punto a suo favore... a cominciare dalla bravura dei cantanti, che si sono meritati gli elogi anche di ospiti della musica italiana e internazionale. I vincitori delle scorse edizioni sono veri professionisti, e dalla rosa dei concorrenti sono uscite voci ormai familiari agli Italiani: su tutte, quelle di Giusi Ferreri e Noemi (che sentiamo in queste settimane nel suo nuovo singolo con Fiorella Mannoia).

 

In secondo luogo, le storie familiari e private, più o meno tragiche, dei protagonisti restano fortunatamente in secondo piano, evitando il rischio di attirare le simpatie del pubblico nel modo più basilare e infido (ma utilizzato dalla maggior parte dei programmi della Tv italiana contemporanea), ovvero facendo presa sui sentimentalismi. Certo, la classica scheda di presentazione dei cantanti condita di abbracci e parole commoventi di genitori/amici/parenti non ci viene risparmiata, ma non domina certo il programma. Il palcoscenico è infatti dedicato alle esibizioni dei cantanti (tra i quali quest'anno è Marco, con la sua splendida voce e l'impeto passionale, a risplendere su tutti) e agli ospiti internazionali e nostrani.

 

Non si può inoltre negare la forza del personaggio Morgan, che piaccia o no: quando prende la parola, riesce (quasi) sempre a sorprendere e va ammesso che, nel mondo televisivo in cui la lingua e la cultura italiana sono un concetto fumoso relegato a qualche domanda di Chi vuol essere milionario, le sue citazione dantesche inserite nella conversazione come se fossero parte integrante e naturale, non passano inosservate. Come non si può dimenticare la piacevole “reunion” tra Morgan e Asia Argento, invitata una sera in giuria, come a dimostrare che anche da separati si può trasmettere un'atmosfera armonica e positiva.

 

I risultati d'ascolto non proprio brillanti risentono probabilmente dell'abbandono della Ventura, ma anche della mancanza, quest'anno, di un “personaggio” tra i cantanti. Si fatica a ricordare i loro nomi e, in fin dei conti, chi ha fatto parlare di sé – nel bene e nel male – sono le Yavannah, salite la prima volta sul palco con orecchie da elfo, difese a spada tratta da Mara e interpreti raffinate, ma d'elite: è difficile immaginarle popstar da “grande pubblico”.

 

In ogni caso, dar spazio alla musica, soprattutto di qualità, è sempre un'ottima idea: ben venga XFactor dunque, sperando che non segua la scia di Amici e non abbatta i già fragili argini che contengono la polemica e il litigio, con conseguente caduta nel precipizio. E come sarà XFactor 4 se davvero, come ha detto, Morgan non ci sarà più? Staremo a vedere...



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.