BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AMICI 9/ Il talent show più amato d'Italia "va in sfida": sarà questa l'edizione della rinascita?

Pubblicazione:

amici9_defilippiR375.jpg

 

Intanto, anche i professori si sono impegnati in discussioni, attacchi reciproci, antipatie e simpatie nei confronti degli allievi. Scambi verbali al limite dell’arroganza e della maleducazione hanno mostrato il peggio di giovani e adulti, tanto che ormai si parlava molto più delle uscite dell’insegnante di danza o di canto che della bravura o meno dei ragazzi.

 

E così, un talent show innovativo e promettente si era trasformato in una gara a chi urla più forte, dove polemiche, insulti, lacrime, cattiverie e dichiarazioni taglienti come lame avevano creato un’atmosfera da talk show infuocato piuttosto che da esibizione di talenti. Per questo si attendeva con scetticismo l’edizione 2009/2010, senza grandi speranze di rivedere le esibizioni senza la noia delle polemiche da reality show.

 

Come è tipico della conduzione asciutta e pacata della De Filippi, la prima puntata esordisce senza preamboli o presentazioni, dando per scontato che i protagonisti siano ormai noti al pubblico: Amici, infatti, è anche un reality e l’appuntamento serale arriva dopo mesi di striscia quotidiana, uno squarcio di vita all’interno della scuola, tra prove, sfide ed eliminazioni in vista del prime time.

 

Il primo quarto d’ora scorre senza troppe chiacchiere, rivelando il talento musicale di quest’anno (Matteo, cantante dalla voce straordinaria) e le prime sfide votate dal pubblico; ben presto, però, ecco le tante temute allusioni ai requisiti fisici che Alessandra Celentano, la ormai celebre insegnante di danza dalla lingua affilata, esige per considerare qualcuno un ballerino, contestati da chi non li possiede e si aggrappa alla vecchia idea che nessuno deve rinunciare al suo sogno (idea fomentata da una buona fetta di professori).
Nelle passate edizioni, questo tema era stato al centro di infinite, insostenibili discussioni, in cui il rispettoso distacco allievi/professori spariva definitivamente a favore di un botta e risposta all’insegna dell’arroganza.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO SU AMICI 9 DI MARIA DE FILIPPI



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >