BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SHERLOCK HOLMES/ L'anti-eroe di Guy Ritchie che ci regala sonni (quasi) tranquilli

Pubblicazione:

Sherlock-holmes-R375.jpg

A Sir Conan Doyle sarebbe piaciuta questa rivisitazione cinematografica delle avventure di Sherlock Holmes, il leggendario detective diventato un mito della letteratura gialla da fine Ottocento ad oggi. La scelta vincente del regista Guy Ritchie è stata quella di tornare alle origini per recuperare la figura carismatica di Sherlock, investigatore dotato di un'intelligenza acuta e uno spirito d'osservazione fuori dal comune, che gli permettono di collegare indizi in modo sorprendente e lo rendono un “mago” del metodo deduttivo. Magistralmente interpretato dall'istrionico Robert Downey Jr, rinato dopo un periodo buio della sua carriera, Sherlock Holmes è uomo di mente ma anche d'azione, abile pugile che “vede” i punti deboli dell'avversario prima ancora di cominciare la lotta, bizzarro inquilino che vive nel disordine e nel caos ma anche uomo dotato di un'ironia dissacrante e un fascino peculiare.

 

Accanto a lui, l'immancabile dottor Watson è interpretato in chiave anticonvenzionale da Jude Law, che lo rende un elegante gentleman inglese pronto a fare a pugni all'occorrenza, in precario equilibrio tra una donna che vuole sposare (ma non trova mai l'anello adatto) e un amico e collega che reclama la sua attenzione, collaborazione e presenza, arrivando a sabotare in modo sottile e divertente la sua relazione sentimentale.

 

L'unico ruolo femminile di rilievo, tuttavia, è riservato a Rachel McAdams, che interpreta la donna intraprendente, furba e seduttrice, il cui unico punto debole è proprio l'affascinante investigatore. I due protagonisti sono senza dubbio la miglior carta del film, bravissimi, perfetti nel ruolo e capaci di “mangiarsi” la storia, che si basa su una trama intrigante ma non memorabile: il caso su cui la coppia deve indagare ruota intorno a Lord Blackwood, accusato di aver commesso omicidi rituali e di voler rovesciare il parlamento inglese, per stabilire un “nuovo ordine” che sfrutta il terrore e la superstizione per imporsi al popolo.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO

CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >