BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UGLY BETTY/ Il brutto anatroccolo sta diventando cigno. E sta facendo flop

Pubblicazione:

uglybetty_R375.jpg

 

Le serie tv sfruttano un meccanismo che porta i personaggi a non cambiare mai, a essere sempre sul punto di una maturazione, ma a rimandarla continuamente, per rimanere ciò che sono, ciò che il pubblico vuole vedere in loro e il motivo per cui, settimana dopo settimana, torna a sintonizzarsi su quel programma.

 

Ma se, come cita il primo episodio della quarta serie, “il bruco si è trasformato in farfalla”, chi sarà in grado ancora di vedere il baco, nascosto dalle ali e dai colori? Betty ha sempre avuto paura del cambiamento, temeva di diventare come Wilhelmina, la spietata caporedattrice della rivista, disposta a tutto pur di far carriera. Ma piano piano, puntata dopo puntata, la nostra piccola Betty le assomiglia sempre più, perdendo parte della sua anima e della sua goffaggine che ce l’ha fatta amare tanto.

 

Come lei anche gli altri personaggi stanno cambiando: la stessa Wilhelmina sembra preoccupata più della famiglia che non del suo posto di lavoro, Daniel, l’ex capo di Betty, da sciupafemmine è diventato un triste vedovo in lutto perenne, persino Amanda, la bionda e superficiale receptionist, incomincia a porsi domande sulla sua vita e sul suo futuro.

 

E se Betty negli ultimi fotogrammi della prima puntata incornicia il suo poncho e lo appende al chiodo, ci vuole forse dire che il brutto anatroccolo è ormai retaggio del suo passato? Insomma essere ugly non è più di moda?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.