BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UGLY BETTY/ Il brutto anatroccolo sta diventando cigno. E sta facendo flop

Pubblicazione:

uglybetty_R375.jpg

Partita nel 2006 con gran clamore e un ottimo successo di pubblico, oggi è arrivata, inaspettatamente, al capolinea.

 

Parliamo di Ugly Betty, la serie americana targata Abc che racconta le disavventure di una ragazza bruttina nel mondo sfavillante di una rivista di moda. Tratta da una soap opera colombiana, Yo soy Betty, la fea (in italiano Betty “la cozza”), Ugly Betty è dunque giunta alla sua quarta e ultima stagione: è del gennaio di quest’anno la decisione di sospendere il telefilm, che ha costretto gli sceneggiatori a una chiusura anticipata e conseguente riduzione delle puntate (da 22 a 20).

 

Alla base della scelta, come spesso accade, la scure dell’Auditel, che incombe minacciosamente negli Stati Uniti come in Italia, dove la serie non ha replicato il successo oltreoceano. Partito su Italia 1, Ugly Betty era stato uno dei migliori esordi, in termini di share, per un telefilm, tanto da far sospendere la programmazione in chiaro per sfruttare un passaggio in anteprima sul digitale terrestre.

 

Un programma cult, insomma, che però si è spento con la stessa rapidità con cui è giunto al successo (la terza serie non è mai stata trasmessa da Mediaset, ma solo dalle reti Sky). Qual è allora il motivo che trasforma un fenomeno mediatico in un flop?

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO SU UGLY BETTY, CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >