BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SAN VALENTINO/ Via col Vento, Sabrina e Harry ti presento Sally: quando il cinema parla d’amore

Pubblicazione:

viacolventoR375_12feb10.jpg

 

Sabrina di Billy Wilder? Visto? Figlia dell’autista dei Larrabee – famiglia straordinariamente facoltosa di Long Island – Sabrina è da sempre innamorata del loro secondogenito David (William Holden). Costui, classico dongiovanni perdigiorno, potendo avere tutte le donne che vuole non s’interessa di certo a Sabrina, che, diciamocelo francamente, oltre ad essere timida e un po’ goffa, non è tutta questa gran bellezza. Sì, suona incredibile dato che ad interpretare la sua parte è Audrey Hepburn, ma mettetevi nei panni di David: conosce Sabrina fin da bambino, in più, la vede aggirarsi per la sua magione avviluppata nel mutismo più categorico, vestita non esattamente all’ultimo grido e senza un filo di trucco… è ovvio che quasi non si accorga della sua esistenza. Sabrina nel frattempo – con quel tratto di autolesionismo tipico delle donne in questi frangenti – passa le sue serate abbarbicata su un albero, spiando David che balla col bel paio di gambe di turno e commiserando se stessa per il suo triste destino. Finché, scoraggiata (anche la più tenace delle ossessionate, dai e dai, demorde), tenta un’improbabile suicidio. Casualmente salvata da Linus (Humphrey Bogart), fratello maggiore di David, il giorno seguente decide di trasferirsi a Parigi, dove rimane due anni a frequentare una scuola di cucina. Due anni sicuramente provvidenziali da un punto di vista estetico – Sabrina ha cestinato il suo look da Ugly Betty ante litteram e si è trasformata in Carrie Bradshaw – ma non altrettanto da quello sentimentale. Lei, ha un’idea precisa dell’amore, oltre che un nome e un cognome ben stampati in mente. Tornata a casa, David – con quella prevedibilità tipica degli uomini in simili situazioni – resta tanto incantato dalla di lei trasformazione che, immediatamente, s’innamora. Ma c’è un problema (poteva forse andare tutto liscio?): è fidanzato. E non con una ragazza qualunque, bensì con una multimilionaria. A questo punto, Linus si butta nella mischia; deve sedurre Sabrina, fare in modo che rinunci a David e salvare così il matrimonio del fratello (e il fiume di denaro che ne verrà). Linus è un po’ come Rhett Butler, un uomo tutto d’un pezzo come non se ne fanno più; ha votato la sua vita al lavoro, e anche se Sabrina non gli è del tutto indifferente, l’ultima cosa che vorrebbe è occuparsi di questa faccenda. Ma c’è l’azienda da salvare. Contro ogni probabilità, contro ogni aspettativa, i due finiscono per innamorarsi. Lui, che dell’amore non voleva saperne, e lei, che mai si sarebbe aspettata di poter trovare la felicità in qualcuno diverso da David. Tra lacrime di commozione e battute di finissimo humor, c’è anche il colpo di scena finale.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
14/02/2010 - sabrina (paul g_)

bellissimo sabrina, non lo conoscevo.