BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANNO ZERO/ Quell’omaggio a Pasolini che alimenta la speranza dell’Abruzzo

Pubblicazione:

milo-valloneR375.jpg

Bariona, così, abbandona la rassegnazione che ha contraddistinto da sempre il suo vivere e la concezione stessa della vita, e si impegna nella realizzazione del progetto di liberazione del suo popolo. «Il testo sorprendente di Sarte – rivela Milo Vallone – mi è stato suggerito tempo addietro dal mio amico Giuseppe Fidelibus, docente all’università di Chieti. L’anno scorso, in un fine settimana in montagna, l’ho ripreso in mano, insieme ai dvd del Vangelo secondo Matteo di Pasolini e il Settimo sigillo di Bergman: fu la scintilla che in poche settimane fece nascere il mio primo film.


Soprattutto in questo momento storico in cui tanto si dibatte sulla cristianità e sulla presenza di simboli religiosi negli edifici pubblici – aggiunge l’artista – ci sembrava una bella lezione di vero laicismo e nel contempo di profondo rispetto verso una imprescindibile cultura cristiana della quale i nostri popoli sono pervasi da duemila anni.


Grazie alla continua intensità del dramma e con la complicità dell’adattamento che abbiamo proposto, il film riesce a suggerire alle coscienze degli spettatori, domande, provocazioni e riflessioni valide per cristiani e non credenti, scuotendo le certezze sia degli uni che degli altri; cercando di far recuperare ai primi, l’autenticità delle proprie certezze e scalfendo, ai secondi, la diffidenza di fronte ad un Mistero che ancora oggi scuote e incuriosisce tutti i popoli del mondo». Il film avrà una distribuzione legata a circuiti culturali, e non nelle sale cinematografiche. Le date delle prossime proiezioni, così come le informazioni sul film, sono disponibili sul sito www.annozerofilm.com.

 

(di Piergiorgio Greco)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.