BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SISSI/ La storia della principessa Sissi d'Austria, la "Lady D" dell’Ottocento che rivoluzionò la corte

Pubblicazione:

sissiR375_01mar10.jpg

La principessa Sissi. Elisabetta Eugenia Amalia di Wittelsbach, nota più semplicemente e familiarmente come “Sissi”, nacque a Monaco. Era la notte della vigilia di Natale del 1837, quando venne al mondo la piccola Elisabetta. Nessuno avrebbe pensato che la vita di quella bambina sarebbe stata così a lungo commentata, raccontata e chiosata fino a divenire un vero e proprio feuilleton nazionalpopolare. Elisabetta nacque con il titolo di duchessa di Baviera e morì imperatrice d'Austria, regina apostolica d'Ungheria e regina di Boemia e di Croazia come consorte di Francesco Giuseppe d'Austria.

Figlia di Massimiliano Giuseppe, Duca di Baviera, e di Ludovica di Baviera, figlia quest’ultima a sua volta del re di Baviera Massimiliano I, la giovine Sissi crebbe fra gli agi di una casata tutto sommato dedita a godersi i frutti della nobiltà senza accaparrarsene gli oneri. Sissi si rivelò da subito un temperamento romantico e incline alla ribellione verso gli obblighi imposti dall’etichetta, atteggiamento quest’ultimo che fomentò la simpatia del popolo e incitò i biografi a calcare la mano sulla figura della principessa anticonvenzionale.

Fatto sta che Sissi, compiuti i 14 anni, ebbe l’esperienza del suo primo grande amore: un certo conte Richard S. scudiero stipendiato del duca Massimiliano. Dal momento che il giovinotto non rappresentava un’offerta particolarmente allettante per una famiglia che, tutto sommato, ambiva a imparentarsi con gli imperatori d’Austria, venne gentilmente allontanato dalla dimora dei Wittelsbach. La separazione del giovane Richard causò in Sissi un profondo turbamento, accentuato ancor di più dal fatto che lo scudiero morì di lì a poco per una grave malattia. Tale fu il dolore della fanciulla da far sì che gli dedicasse un sonetto in morte. Ma la vecchia madre aveva altro di che darsi pena anziché star dietro ai fremiti di una fanciulla nevrotica. Infatti si profilava la possibilità di dare in sposa la figlia primogenita della casata di Baviera, Elena, al principe erede d’Austria, Francesco Giuseppe che di Sissi era il cugino.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >