BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YOUTUBE/ Video - Tg 1: l’editoriale di Minzolini sulla giustizia contestato dal Cdr

Pubblicazione:

Minzolini_AugustoR375.jpg

Insomma l'immunità parlamentare era uno dei fattori di garanzia per assicurare nella nostra Costituzione un equilibrio tra i poteri. Non fu di certo un'idea stravagante, strumenti diversi ma con le stesse finalità sono previsti in Germania, Inghilterra, Spagna e di una immunità beneficiano anche i parlamentari di Strasburgo. D'Alema e Di Pietro ne hanno usufruito recentemente.

 

Dal '93 invece l'immunità è stata cancellata dalla nostra Carta costituzionale. Motivo? In quegli anni la classe politica e i partiti per via di Tangentopoli avevano perso la fiducia della gente e l'abolizione dell'immunità fu un modo per dimostrare che i costumi sarebbero cambiati.

 

Questa operazione mediatica, si trasformò però nei fatti in una sorta di atto di sottomissione della politica alla magistratura. Da allora i gruppi parlamentarei sono affollati di magistrati e ci sono partiti addirittura fondati da magistrati. governi di destra e di sinistra sono caduti sull'onda delle inchieste della magistratura a il parlamento non è riuscito a mettere in cantiere una riforma della giustizia.

 

Ma a parte le conseguenze, l'abolizione dell'immunità parlamentare ha provocato un vulnus nella costituzione, si è rotto un equilibrio tra poteri e non se ne è creato un altro. Ora c'è da auspicare che quel vulnus, al di là delle dispute nominali su immunità lodi e riforma del sistema giudiziario, sia sanato".

 

VOLTA PAGINA PER VEDERE L'EDITORIALE DI AUGUSTO MINZOLINI



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >