BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RITRATTI/ Valeria Bilello, la regina di All Music

Pubblicazione:

valeria_bilello_R375.jpg

Lei è Valeria Bilello, uno dei volti più famosi di All Music, uno dei canali di punta della televisione italiana rivolta ai giovani. E' nata a Sciacca in Sicilia il 2 maggio 1982. La carriera di Valeria comincia a 16 anni quando è scelta per alcuni spot pubblicitari. Nel 2000 inizia a lavorare per Mtv che le affida programmi di grande importanza come Mtv Select, Mtv on the beach, Dance Show. Romalive. Nel 2005 lascia Mtv e si trasferisce su All Music dove conduce Call Center e successivamente One Shot e Community.

 

Ma oltre al lavoro di veejay Valeria ha altre passioni. Sono il cinema e la fotografia. Dal 2004 infatti studia regia a Milano. E nel 2006 con il film "Attesa" vince il primo premio al "Festival Sguardi Altrove", dedicato alla cinematografia al femminile, all'interno del Concorso Regionale Lombardia. Nel 2008 poi ha debuttato come attrice nel film di Pupi Avati "Il papà di Giovanna". E' il ritratto di Valeria Bilello, un'artista completa, che sa destreggiarsi bene in tutti i campi della creatività. Anche un'apprezzata giornalista con le sue interviste televisive ai personaggi più importanti della scena musicale e non solo. D'altronde - se la classe non è acqua - in questa bella interprete del mondo dello spettacolo moderno, stupisce la gentilezza e la preparazione culturale che sembra possedere.

 

Una veejay moderna che sembra comprendere il gusto di una tv come All Music che riscuote tanta popolarità tra i giovani. Una tv per giovani, fatta di volti e conduttori giovani, come lei, Chiara Tortorella, Martina Panagia. Valeria è attenta a tutti i risvolti della creatività, dell'arte. E' appassionata di cinema e fotografia, ma le piace anche la moda. E naturalmente apprezza la musica fino in fondo, anche perché è una forma espressiva che parla direttamente al cuore, sia quella leggera, vissuta in tutti i suoi aspetti, anche quella folk, che quella classica. Quella sinfonica e quella operistica di un grande teatro come quello della Scala. D'altronde la sua prima passione fin da piccola è stata la danza classica. Il sogno era quello di fare la ballerina e comunque film come "Flashdance" e la serie televisiva "Fame" l'hanno attratta in modo speciale.

 

E ora eccola lì a fare il lavoro di veejay, personalità carisma, proprietà di condurre il microfono, qualità essenziali per sfondare in questo mestiere. Qualità che Valeria sembra veramente possedere. Le sue interviste che l'hanno colpita più di tutte sono quella di Pink, di Alicia Keys, di Carmen Consoli e dei Subsonica. Il desiderio di fare un'intervista a Michael Jackson, per capire anche come si trova un grande cantante ora in una fase discendente della sua carriera. E il cinema che la attrae con i registi che predilige come Emanuele Crialese o Gabriele Salvatores, o i grandi registi francesi, ad iniziare da Francoise Truffaut, fino a David Lynch. Chissà un giorno con alcuni di questi Valeria potrebbe recitare in alcuni dei loro film. Di certo come ammette lei stessa, il lavoro di veejay l'ha aiutata a superare quella timidezza che fa parte del suo carattere. Di certo l'aiutata anche a realizzare uno dei suoi desideri, quello di viaggiare e di vedere il mondo.

 

Valeria Bilello è così, semplice, schietta, autentica. La vetrina della tv non la confonde e viene così fuori questa sua immagine. Ma ecco, si accendono le luci su All Music, un nuovo programma, una nuova intervista di Valeria.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.