BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TV/ Dopo il flop di ascolti chiude Bellissima, il cabaret del Bagaglino

Pubblicazione:

Dopo l'inaspettato insuccesso dimostrato dagli ascolti, domani sera il Bagaglino chiuderà Bellissima, la trasmissione di cabarte e satira. A quanto pare le bellissima, appunto, Nina Moric, Valeria Marini, Pamela Prati, Silvia Burgio, Justine Mattera, Manila Nazzari, Antonella Mosetti non hanno convinto il pubblico, che non ha premiato la trasmissione. Tutto a vantaggio del talent dei giovani ragazzini di Ti lascio una canzone, che invece sta avendo grandissimo riscontro di pubblico, per la gioia di Antonella Clerici, tornata per l'occasione sul piccolo schermo in prime time dopo la nascita della piccola Maelle.

Valeria Marini, pur avendo dichiarato improvvisi impegni, probabilmente aveva annusato l'aria di flop e di chiusura che aleggiava intorno a Bellissima, quindi ha deciso di lasciare il cabaret una settimana prima dell'ultima puntata, quindi domani sera non sarà in trasmissione.

 

Ascolti – Ecco i pessimi dati di ascolto per cui il Biscione ha deciso di affondare Pingitore e il suo gruppo di comici: all’esordio aveva raccolto solo 3.264.000 telespettatori per il 15% di share, risultati scesi nella seconda a 2.500.000 per uno share dell’11,70%. Dati che Canale 5 non può certo permettersi. E così, giusto per non interrompere bruscamente la trasmissione, sabato andrà in onda l’ultima puntata, la terza delle cinque previste.

Non è certo la prima volta che il Bagaglino arranca negli ascolti: già l’anno scorso con Gabbia di Matti conobbe l’onta del flop. E proprio per evitare una nuova delusione, quest’anno Canale 5 l’aveva fatto slittare da gennaio ad aprile. E se l’anno scorso si era dovuto scontrare con I Migliori Anni di RaiUno, quest’anno se l’è dovuta vedere con Ti Lascio una Canzone di Antonella Clerici, che l’ha puntualmente doppiato.

Probabilmente il pubblico è stanco di federe un format che pur cambiando il titolo ogni anno, resta sempre identico a se stesso con la solita satira contro i soliti politici. E otto bellissime non sono bastate a salvarlo.



© Riproduzione Riservata.