BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AMICHE PER L’ABRUZZO/ Le cantanti italiane dalla A di Amoroso alla Z di Zanicchi in un coro di solidarietà

Pubblicazione:

amiche_abruzzo_R375.jpg

Domenica 21 giugno sarà una giornata molto particolare: oltre 100 cantanti, tutte donne, si ritroveranno sul megapalco di SanSiro per dare vita ad un grande concerto di solidarietà con i terremotati dell’Abruzzo. L’intero ricavato sarà destinato alla ricostruzione della Scuola Edmondo De Amicis e all’acquisto di case in legno. L’idea è stata di Laura Pausini, che ha coronato così il suo sogno di riunire per la prima volta le donne della canzone italiana. Insieme a lei, saranno madrine della manifestazione Elisa, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia e Giorgia. Ma ci saranno proprio tutte, dalla A alla Z. Citandone solo una per lettera ricordiamo Arisa, Loredana Bertè, Carmen Consoli, Dolcenera, Giusy Ferreri, Irene Fornaciari, Dori Ghezzi, Karima, Milva, Nada, Anna Oxa, Patty Pravo, Antonella Ruggiero, Spagna, Tosca, Ornella Vanoni, Iva Zanicchi.

 

Il concerto, che si chiama Amiche per l’Abruzzo costituirà anche un momento eccezionale dal punto di vista mediatico, perché sarà trasmesso in diretta a segnale unificato da 13 network radiofonici nazionali – esclusa stranamente RadioRai che pare non abbia voluto “mescolarsi” con l’emittenza privata – in grado di raggiungere una platea potenziale di oltre 30 milioni di ascoltatori.

Si tratta quindi di una iniziativa mai realizzata in precedenza né in Italia né in campo internazionale, gestita da una dei più potenti ed efficienti organizzatori di concerti, LiveNation, che stanno portando in Italia gli U2, Madonna, I Depeche Mode: per ottimizzare le spese verrà proprio utilizzato il palco già allestito proprio per i Depeche Mode e ancora “caldo” per la loro vibrante performance.

 

Tutto è stato ottimizzato per fare in modo che il maggior flusso di denaro possibile sia impiegato per la ricostruzione. Se LiveNation offre tutta l’organizzazione, lo Stadio di San Siro non costerà nulla, mentre gli Assessorati agli eventi e allo sport del Comune di Milano offriranno i servizi e le strutture necessarie allo svolgimento di un evento che riguarda l’intera città. Non sarà applicato alcun diritto di prevendita e la Siae darà un proprio contributo.

 

Ma ce un’altra novità che merita di essere citata: per assicurare il massimo grado di trasparenza nel reperimento e nella destinazione dei fondi, la Fondazione Pubblicità Progresso, oltre che a patrocinare l’iniziativa, ha deciso, in accordo con gli organizzatori, di istituire un Comitato di Garanti. E si tratta di un comitato molto particolare, perché tutto al femminile, costituito da personalità di alto profilo: Fernanda Contri, Vicepresidente Emerito della Corte Costituzionale, in rappresentanza dell’avvocatura; Maria Latella, Direttore di A in rappresentanza del giornalismo; Giovanna Maggioni, Direttore Generale dell’UPA, per il mondo manageriale; Simonetta Matone, Capo di Gabinetto del Ministero delle Pari Opportunità, per la magistratura; Angela Palamone, Dirigente del Ministero dell’Istruzione, in rappresentanza del Ministero che patrocina l’iniziativa.

Il Comitato effettuerà preliminarmente una verifica del budget del progetto e proseguirà poi con un controllo attento dei costi per assicurarsi che siano congrui e coerenti con lo spirito dell’iniziativa. Infine supervisionerà il corretto svolgimento di tutte le fasi di raccolta e della gestione dei fondi, assicurandosi che gli stessi siano destinati correttamente e che tutti gli aspetti legati all’evento vengano gestiti in maniera trasparente e responsabile.

 

Si può ben dire che il 21 giugno sarà una giornata di grande musica tutta al femminile non all’insegna dell’ideologia o della rivendicazione, ma della pura e semplice solidarietà.



© Riproduzione Riservata.