BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MISTERO/ Anticipazioni: Enrico Ruggeri affronterà il mistero della Sacra Sindone e del coma

Pubblicazione:

mistero_enrico-ruggeriR375_15lug09.jpg

Mistero – Enrico Ruggeri torna su italia 1 con un programma, Mistero, che sta ottenendo ottimi risultati in termini di ascolto. Il cantante conduttore presenterà altri tre misteri a cui la scienza a tutt'oggi non ha ancora dato risposte. Dalla suggestiva cornice del Parco Museale Pagani di Castellanza, ricco di opere d'arte e installazioni, ogni settimana Enrico Ruggeri introdurrà 3 casi, che nonostante il progresso tecnologico, culturale o scientifico, non hanno ancora trovato una soluzione. In ogni puntata Enrico approfondisce un tema trattato, intervistando testimoni, esperti di settore, o assistendo a esperimenti scientifici, allo scopo di fare luce su alcuni misteri o per porsi nuovi interrogativi e formulare ipotesi originali.

 

Mistero, puntata del 15 luglio 2009 - Enrico Ruggeri descrive le leggende che avvolgono la Sacra Sindone, il lenzuolo di lino conservato nel Duomo di Torino, sul quale è visibile l'immagine di un uomo che porta segni di torture, maltrattamenti e di crocifissione. La tradizione identifica l'uomo con Gesù e il lenzuolo con quello usato per avvolgerne il corpo, nel sepolcro. Il XVI secolo è l'anno di riferimento sia per i sostenitori dell'autenticità del reperto, sia per i detrattori. Quanti credono che essa sia un falso ritengono che essa non esistesse prima di tale epoca: un importante elemento a sostegno di questa tesi è il risultato dell'esame del carbonio 14 eseguito nel 1988, secondo il quale il telo risale (con il 95% di probabilità) al periodo compreso tra il 1260 e il 1390. Quanti invece credono che la Sindone sia l'autentico lenzuolo sepolcrale di Gesù rifiutano la validità della datazione al carbonio 14 e ne collocano l'origine nella Palestina del I secolo. Il conduttore raccoglie, poi, le testimonianze di quanti sono tornati in vita dopo la morte ed illustra la possibilità che esistano "presenze" o "entità di luce": i fantasmi, che spesso si cerca di catturare con scarso successo.

< br/>
© Riproduzione Riservata.