BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PROTESTA/ Attori e registi in piazza per i tagli al Fondo Unico dello Spettacolo (FUS)

Pubblicazione:

La polemica sul Fondo Unico dello Spettacolo non si placa e coinvolge una cinquantina circa di lavoratori del settore fra cui spiccano nomi arcinoti come quello di Pier Francesco Favino. Il punto di ritrovo della protesta è la galleria Colonna di Roma dove il sopracitato Favino in compagnia dei registi Marco Risi e Cristina Comencini hanno capeggiato la protesta scatenata dal fatto che per il momento nel maxiemendamento del governo «non si è parlato di FUS». «Il movimento si è mosso soprattutto per la tutela delle maestranze e nel rispetto del pubblico - dice Pierfrancesco Favino - Il taglio colpisce non solo lavoratori dello spettacolo ma anche l'alternativa culturale di un Paese che vuole essere rappresentato. Evidentemente fa paura un pubblico che ha la possibilità di scegliere; si colpisce non solo nel sistema economico, ma anche in quello intellettivo. Il governo di qualunque orientamento ha il dovere di tracciare la linea con cui si rappresenta il Paese. Vediamo se c'é un ascolto reale».

A rincarare la dose delle polemiche la dichiarazione di un “collega-deputato” come Luca Barbareschi il quale ha dichiarato di aver parlato personalmente con il ministro Giulio Tremonti il quale ha dato conferma dell’assenza di fondi. «Ho parlato a lungo con il ministro Tremonti e mi ha detto che non ha nessuna intenzione di dare soldi al Fus».

Barbareschi ha spiegato di comprendere le dichiarazioni di Tremonti dal momento che «c'é la crisi e non c'é una lira». «È una posizione – ha aggiunto - anche condivisibile ma chiedo ufficialmente al ministro dei Beni culturali, Bondi, che cosa vuole fare: se non ci sono i soldi almeno ci sia una riforma per dare fiato al settore dello spettacolo».

Barbareschi ha assicurato che comunque per il mese di settembre tenterà di far inserire nella legge di bilancio alcune nuove risorse per il Fondo: «Farò un emendamento con il sostegno di tutte le associazioni e firmato insieme all'onorevole Carlucci per reinserire nel bilancio dello Stato 60 milioni di euro per il Fus».



© Riproduzione Riservata.