BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

THE TOWN/ Ben Affleck riafferma le sue capacità di regista in un thriller dai temi profondi

Pubblicazione:

the_town_ben_affleckR400.jpg

Il film scorre su binari sicuri, ben raccontato da una regia che sa assecondare i personaggi e le loro azioni, trasportando lo spettatore con grande mestiere da un'energica sparatoria con inseguimenti in auto nelle strette vie di Charlestown, a intensi dialoghi ambientati negli interni di poveri appartamenti.

Ben Affleck dimostra di avere fiuto nella composizione del cast, mettendo insieme nomi non celebri al grande pubblico ma che danno prova della loro bravura. Jeremy Renner (28 giorni dopo, L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford) è il migliore del lotto pur avendo un ruolo da comprimario (sinceramente ci aspettiamo di vederlo tra i nominati come Miglior Attore non protagonista ai prossimi Oscar), mentre John Hamm (il Don Draper di Mad men) rispolvera il suo carisma dando vita ad un personaggio meno bidimensionale di quanto si creda.

Le due donne invece, Blake Lively e Rebecca Hall, danno la prova più convincente della loro carriera. Piccole comparsate anche per Chris Cooper e per Pete Postlethwaite, che gestisce in maniera sobria ed emozionante una delle migliori sequenze della pellicola.

Capitolo a parte merita il Ben Affleck attore, per di più protagonista della pellicola. La sensazione è che Affleck conosca i suoi limiti da attore e si ritagli addosso il ruolo di Doug sfruttandoli alla perfezione. Il risultato è una delle sue interpretazioni più convincenti perché capace di coniugare la fisicità del corpo con un attento lavoro sulla psicologia.

Non ci resta quindi che attendere un nuovo ritorno di Ben Affleck dietro la macchina da presa, e vedere un po' se questo ragazzone americano di trentotto anni, dopo una cinquantina di film da attore e un Oscar vinto per la sceneggiatura di Will hunting – Genio ribelle (in coppia con l'amico Matt Damon), sia davvero diventato una certezza per il cinema americano. Noi lo speriamo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.