BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

I CESARONI 4/ Riassunto puntata 26 ottobre 2010 e anticipazioni 2 novembre: Walter e Alice scoperti. E Carlotta...

Pubblicazione:

cesaroni4_marco-evaR400.jpg

I Cesaroni 4, riassunto puntata 26 ottobre 2010 e anticipazioni episodio 2 novembre 2010 - E alla fine Walter e Alice sono stati scoperti. E nel modo peggiore. La giovane Cudicini voleva infatti organizzare una prima volta perfetta con il suo amato, portandolo in un luogo romantico. Un inutile tentativo, perché le cose perfette sono quelle non preparate, come poi verrà dimostrato da una notte di passione a bordo di una vecchia Fiat 500. Peccato che poi a guidarla al mattino fosse Alice (che nemmeno ha la patente), che distratta dai baci di Walter termina fuori strada. I due finiscono in ospedale (tranquillizziamo i fan: nulla di grave), dove il Masetti è costretto a confessare la verità davanti ai tutti i parenti, oltre che sotto lo sguardo di una Carlotta che sembra non voler ancora uscire dalla vita del ragazzo...

Nell’ultima puntata abbiamo anche visto litigare Marco ed Eva, con il Cesaroni che sfogando la sua rabbia sulla ragazza ha confessato il suo blocco creativo. Certo una delusione per Eva, che oltretutto sta pensando se rinunciare a condurre un programma radiofonico solo perché ne rimarrebbe escluso Marco. Chissà cosa accadrà tra i due...

A farci un po’ sorridere ci hanno pensato gli adulti. Giulio, Cesare ed Ezio, con le rispettive metà, hanno incontrato le Iene Lucci e Golia, e per una volta hanno abbandonato il buon vecchio metodo Cesaroni per usare appunto il metodo Iene smascherando il presidente del Golf club che voleva far causa a Olga. Ma la nuova fiamma di Giulio deve stare attenta: alla fine della puntata, infatti, di fronte all’incidente subito da Alice, il Cesaroni fa una chiamata per chiedere conforto e al suo fianco vediamo apparire Emma...

Vediamo con le anticipazioni nella pagina successiva cosa accadrà nella prossima puntata de I Cesaroni

 



  PAG. SUCC. >