BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISTRETTO DI POLIZIA 10/ Riassunto puntata 3 ottobre 2010 e promo del 10 ottobre: trappola mortale per Giulia Corsi

Pubblicazione:

Gli agenti del X Tuscolano, Distretto di Polizia 10  Gli agenti del X Tuscolano, Distretto di Polizia 10

Distretto di Polizia 10 – Riassunto puntata 3 ottobre 2010 e promo (anticipazioni) del 10 ottobre 2010 – Da non perdere il prossimo episodio di Distretto di Polizia 10, di cui vi diamo brevi anticipazioni (alla pagina seguente). Ma per chi avesse perso la puntata del 3 ottobre, ecco il riassunto. Nel primo episodio “Il terzo occhio” Il Decimo Tuscolano ha niziato a indagare su Luigi Balsamo, l’avvocato legato alla mafia, probabilmente il mandante dell’omicidio di Paolo Libero e il capofila dell’organizzazione criminale che lega la mafia di Palermo al clan che fa capo a Serao e a Remo Damiani. Durante un pedinamento Balsamo si accorge di essere seguito, l’incontro con Searao salta e di conseguenza il lavoro della polizia. Sinatra, dopo aver sentito Balsamo, è costretto da dare lo stop alle indagini e ciò provoca un duro scontro tra la Corsi e Benvenuto.

 

Nel frattempo a Viola vengono concessi gli arresti domiciliari: la donna è in crisi e non capisce se ama Luca o Remo, ma alla fine è Luca stesso a dirle che in realtà salvando lui, ha voluto salvare Remo… Intanto il X Tuscolano ha risolto un caso di omicidio in cui era coinvolto un giovane sportivo. A inchiodare l’assassino un tatuaggio che ritrae un occhio. Remo vorrebbe uscire dal clan e scappare con Viola, ma insieme a Diego ha ancora un compito da portare a termine con Serao e Balsamo: uccidere un assessore che si rifiuta di scendere a patti con la mafia per quanto riguarda il nuovo piano regolatore. La pista delle indagini di Roma e quella di Palermo sono collegate.

 

CLICCA QUI >> PER CONTINUARE A LEGGERE DISTRETTO DI POLIZIA 10, RIASSUNTO PUNTATA 3 OTTOBRE 2010 E PROMO (ANTICIPAZIONI) PUNTATA DEL 10 OTTOBRE



  PAG. SUCC. >