BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOMENICA CINQUE/ Riassunto della puntata di oggi 12 dicembre 2010: le novità su Sarah Scazzi e sulla strage di Erba

Pubblicazione:

Azouz Marzouk a Domenica Cinque  Azouz Marzouk a Domenica Cinque

 

 

DOMENICA CINQUE - E ha aggiunto Michela Lovo, nel corso della puntata di oggi di «Domenica Cinque»: «Azouz è stato scarcerato il 27 dicembre 2008 e ci siamo visti per la prima volta il 6 gennaio 2009. E’ stata una giornata emozionante, mi sono presentata con un’amica perché ero in imbarazzo, poi ci siamo dati il primo bacio e ci siamo fidanzati. Ha trovato casa e un lavoro, abitava a Torino e ci vedevamo nel weekend. Successivamente si è trasferito a Lecco da me e ha cominciato a lavorare nel bar dove lavoravo io». La ragazza ha descritto ai microfoni di «Domenica Cinque» il giorno in cui si è dovuta separare da Azouz: «Purtroppo il 29 maggio di quell’anno ci hanno chiamato in questura. Ma da questa non siamo più usciti insieme, è stato infatti espulso perché ritenuto socialmente pericoloso per il popolo italiano. In quel momento non ho capito più nulla».


Michela Lovo ha parlato anche della loro nuova famiglia e della figlia Melika: «L’ho sposato in Tunisia, in pochi minuti in una casa; l’ho fatto perché pensavo che potessimo continuare a vivere insieme, speravo potesse tornare in Italia. Sono rimasta incinta e la nostra Melika è nata in Italia. Un mese prima del parto sono andata in crisi depressiva perché mi sentivo sola; mi sarebbe piaciuto tanto che fosse lì. Durante il parto ero al telefono con lui e mia madre al mio fianco. Melika è la nostra regina anche se Azouz avrebbe voluto un maschietto e avrebbe voluto chiamarlo Youssef. Chiedo solo di vivere come tutte le famiglie normali, se non in Italia in Tunisia. Sono cresciuta senza un padre, perché i miei si sono separati e considero Azouz un padre modello». A proposito delle vicende giudiziarie di Azouz, Michela dichiara: «Le intercettazioni che sono apparse sui giornali sono tutte vere, ma mio marito non ha mai spacciato. Ha sbagliato, ma ha già pagato il giusto prezzo».
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.