BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOTT PILGRIM VS. THE WORLD/ Un film convincente sulla fragile generazione internet

Pubblicazione:

Scott_Pilgrim_vs__the_WorldR400.jpg

Edgar Wright ha sfornato il film che meglio racconta la generazione di ventenni che, cresciuti negli anni Ottanta, si sono formati nei Novanta sino ad approdare adolescenti alle soglie di fine millennio. Ed essendo profondamente imbevuto di quei vent'anni, il film di Wright è una spugna che ha assorbito i videogames, i videoclip di MTV, i fumetti e il cinema di quegli anni, ma anche un certo mood malinconico di precarietà sentimentale e di insicurezza emotiva che caratterizza questa generazione di nerd.

"Scott Pilgrim vs. the world" esce in Italia qualche settimana dopo l'uscita nelle sale di "The social network", il film di David Fincher che racconta la nascita di Facebook. Pur se in modo diverso e spesso antistante, entrambi i film fotografano con grande precisione la generazione dei ventenni di oggi. Problemi che "Scott Pilgrim vs. the world" affronta con spavalderia cinematografica unica, capace contemporaneamente di divertire in maniera originale e di affrontare tematiche importanti (basti vedere il ruolo che giocano la Spada dell'amore e la Spada dell'amor proprio nello sviluppo del personaggio).

A livello tecnico il film sbalordisce per l'uso intelligente degli effetti speciali, ma è soprattutto il montaggio a stupire per le sue capacità di modellare una storia, capacità che mettono in luce la strardinaria padronanza di Wright del linguaggio cinematografico e dei cambiamenti da cui è stato investito in questi ultimi decenni grazie alle influenze dei videogiochi, dei fumetti e di internet.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.