BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STASERA IN TV/ Orgoglio e pregiudizio: la commedia romantica che crea un'alchimia con il piccolo schermo

Pubblicazione:

jane_austin_R375.jpg

Jane Austen e il cinema hanno un rapporto speciale, un’alchimia che pochi altri autori del passato possono vantare. Lo dimostra la più recente versione di “Orgoglio e Pregiudizio” firmata da Joe Wright, che riporta in auge la storia d’amore tra Elizabeth Bennet e Fitzwilliam Darcy, prototipo delle migliori commedie romantiche.

 

Una ragazza intelligente, brillante, e nullatenente si innamora di un gentiluomo introverso, ricchissimo e snob. Un sogno impossibile, se i due amanti sono giovani inglesi di fine Settecento, quando sposare qualcuno di una classe inferiore non era un’opzione contemplata né dal buon senso, né dalla società.

 

Elizabeth e Darcy trovano una via: inizialmente schiavi delle convenzioni sociali (lui) e dei pregiudizi verso i ricchi altezzosi (lei), dopo equivoci e incomprensioni imparano a leggere oltre le barriere, tra le pieghe dell’anima, cedendo finalmente all’amore che non soffre regole.

 

Pur essendo profondamente radicati in temi, abitudini e linguaggio della società inglese a cavallo tra Sette e Ottocento, i romanzi della scrittrice inglese si prestano benissimo a diventare film che piacciono ai giovani moderni: come Shakespeare insegna, l’amore funziona sempre e Jane Austen lo racconta in tutte le sue sfumature, con l’acume, la passione e l’ironia di una grande e sensibile osservatrice. Se poi si affida la sceneggiatura a Emma Thompson e si scelgono interpreti come Kate Winslet (in “Ragione e Sentimento”) e Keira Knightely (in “Orgoglio e Pregiudizio”), è difficile sbagliare.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO SU ORGOGLIO E PREGIUDIZIO



  PAG. SUCC. >