BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIDEOGALLERY EMANUELE PIRELLA/ E’ morto il re della pubblicità, ideatore di "O così o Pomì" e di "Chiquita 10 e lode"

Pubblicazione:

emauele-pirellaR375.jpg

E’ MORTO IL PUBBLICITARIO EMANULE PIRELLA - E’ morto questa mattina, nella sua abitazione di Milano, Emanuele Pirella, pubblicitario, ideatore di storici spot e fondatore dell'agenzia Lowe Pirella Fronzoni e della Scuola di Emanuele Pirella. Emanuele Pirella lascia la moglie Nicoletta Verga e il figlio Duccio, da tempo impegnato nell’agenzia e nella scuola, sulle orme paterne. Emanuele Pirella, nonostante fosse ammalato da circa un anno, non aveva smesso di lavorare, alternando il suo impegno tra l’agenzia e la scuola. Per il momento, la data dei funerali di Emanuele Pirella non è stata fissata. Tuttavia, pare che saranno celebrati in forma strettamente privata, per espressa volontà dello stesso Pirella.

 

GLI ESORDI E LA CARRIERA DI EMANUELE PIRELLA - Dopo gli studi alla facoltà di Lettere Moderne a Bologna, si trasferisce a Milano, nella speranza di inziare una collaborazione con una casa editrice o con un'agenzia di pubblicità. Riesce nel suo intento: nel 1965 entra nell'agenzia CPV, per poi passare alla Young&Rubicam. Nel ’71 fonda, con Michele Göttsche e Gianni Muccini la Italia/BBDO, di cui assume il ruolo di direttore creativo. Sempre con Michele Göttsche, fonda nell’81 la Pirella Göttsche diventata poi Lowe Pirella Fronzoni.

 

LA VENA SATIRICA DI EMANUELE PIRELLA – Emanuele Pirella, oltre ad aver lanciato il quotidiano La Repubblica, ha realizzo per il giornale, insieme a Pericoli, la strip del sabato: Tutti da Fulvia sabato sera. Sempre con Pericoli, è stato autore per L'Espresso, Linus e il Corriere della sera. Per L'Espresso, ha curato la rubrica di recensioni televisive, impegno grazie al quale ha vinto, nel nel 2000 il Premio Flaiano.

 

PER CONTINUARE A LEGGER L’ARTICOLO CON LE CAMPAGNE PIU’ FAMOSE E I VIDEO DI YOUTUBE DELLE PUBBLICITA’ PIU’ NOTE DI EMANUELE PIRELLA, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >