BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

THE EX LIST/ L’antico incubo di restare “zitella” rivive in una serie tv senza sbavature, ma priva di originalità

Pubblicazione:

exlist_castR375.jpg

Soltanto manca un quid che sia assolutamente originale e irripetibile, un sapore peculiare, un’atmosfera che faccia affezionare proprio a questa storia e non ad un'altra. Rischioso, con questi presupposti, affidare la narrazione all’escamotage della lista. Se in My name is Earl karma e ironia si affiancavano nell’assicurare un’applicazione dello schema sempre fresca e proteiforme, la lista meramente “amorosa” del film La rivolta delle ex giocava coi dickensoniani intenti moralizzatori per allontanare la monotonia.

 

Per scongiurare il rischio di un affannata ripetitività le prossime puntate di The Ex-list dovranno integrare la formula dei segnali e dell’amarcord amoroso con solidi elementi strutturali. Ancor meglio sarebbe se la serie si liberasse da facili schematismi e trovasse una propria insostituibile voce.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.