BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FOTOGALLERY OSCAR 2010/ The Hurt Locker trionfa su Avatar. Ma è Sandra Bullock a fare l'en plein

Pubblicazione:

oscarR375.jpg

AVATAR E THE HURT LOCKER SI CONTENDONO LA NOTTE DEGLI OSCAR - Il trionfo tanto atteso per Avatar, alla notte degli Oscar, alla fine, non è arrivato. Certo, tre statuette non sono da buttar via, anche se vinte in categorie tecniche (scenografia, fotografia, dell’italiano Mauro Fiore, ed effetti visivi). Ma sono decisamente ben poco al confronto di quello che ha ottenuto The Hurt Locker, aggiudicandosi ben sei premi Oscar, tra cui due molto importanti: quello per il miglior film, e quello per il miglior regista. Che, ironia della sorte, si tratta di Kathryn Bigelow, l’ex moglie di James Cameron, il regista di Avatar


SANDRA BULLOCK E IL COLPO DI SCENA DELLA NOTTE DEGLI OSCAR - L’attore più bravo – ma tra i bookmakers della notte degli Oscar si dava per scontato – si è rivelato Jeff Bridges, che si è intascato la statuetta grazie al suo ruolo da cantante country e alcolista ravveduto in Crazy Heart. Colpo di scena, invece, per Sandra Bullock, che riesce a fare l’en plein: la sera prima ottiene un Razzie, l’Oscar come peggiore attrice, incassato dall’attrice di The Blind Side con estrema ironia e senso dell’umorismo. Ma il giorno dopo, vince l’Oscar come migliore attrice.

 

LO SCONFITTO DELLA NOTTE DEGLI OSCAR - Tra gli “sconfitti” illustri, emerge  Quentin Tarantino, che nonostante fosse candidato a ben 8 Oscar, alla fine, con il suo Bastardi senza gloria  porta a casa solamente una statuetta per il miglior attore non protagonista, andato a Christoph Waltz.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON LA FOTOGALLERY DELLA NOTTE DEGLI OSCAR, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >