BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MORTO RAIMONDO VIANELLO/ L’ultimo grande protagonista della televisione

Pubblicazione:

Vianello_RaimondoR375.jpg



RAIMONDO VIANELLO
- Si sposarono nel 1962; non ebbero mai figli ma adottarono diversi bambini del terzo mondo. Gli abitanti di Milano Due, dove la coppia risiedeva, li incontravano spesso mentre li portavano a scuola, oppure in qualche bar del quartiere. Anche in quei casi, un gentiluomo e una signora di grande classe. In televisione, i due furono perfetti nel ritrarre il microcosmo della coppia piccolo borghese con tutti i suoi difetti e le sue virtù. Nel programma “Casa Vianello” lo si vedeva quasi sempre con una copia della Gazzetta dello Sport in mano.

Il calcio era il suo altro grande amore. Tifosissimo di Ancona e Venezia, nonostante fosse nato a Roma, Vianello fui il primo brillante conduttore del programma di calcio “Pressing”, la risposta di Mediaset a “La domenica sportiva”: E anche qui lasciò la sua impronta: finalmente il calcio veniva trattato con ironia e umorismo, cercando di eliminare quella patina di ossessione e di rivalità che ha da tempo inquinato questo sport. Un modo di fare programmi televisivi sportivi che da allora è sempre stato imitato.

 

 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER VEDERE UN VIDEO DI RAIMONDO VIANELLO CONDUTTORE DI PRESSING PRESSING



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >