BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANTEPRIMA/ Emmanuel Exitu: “Vi racconto il mio nuovo film su Mario Melazzini”

Pubblicazione:

melazzini_marioR375.jpg

Possibile che un istante di commozione permetta di affrontare una vita di disabilità?  

Mario Melazzini testimonia quello a cui nessuno di noi crede per davvero: che uno sguardo ferito dalla bellezza possa trascinare dietro tutto. Il punto è: come faccio a raccontare la sovrabbondanza di gioia, coraggio, letizia, in una parola la speranza, senza farne una favola sentimentale con morale e lieto fine? Come faccio a essere leale con questa realtà? Ho pensato che lo stile più adatto, telecamera alla mano, fosse quello del reportage di guerra, dove non hai tempo di impostare la macchina o di curare l’inquadratura: segui Mario e riprendi, dirigendo gli operatori a gesti nei campi e contro-campi, in silenzio, cercando di essere meno invasivi possibile. È un linguaggio sporco, senza filtro, che assegna allo spettatore il ruolo di compagno di viaggio più che di voyer.

 

(Intervista a cura di Chiara Cantoni, tratta dal settimanale Vita oggi in edicola)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.