BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FURIO SCARPELLI/ Il padre di Brancaleone depone le armi, se ne va vittorioso l'eroe sempre sconfitto

Pubblicazione:

Uno spezzone de L'armata Brancaleone  Uno spezzone de L'armata Brancaleone

Una sorte cui tutti, in vario modo, ci sentiamo simpateticamente accomunati. E comunque Brancaleone lo si apprezza perché è un eroe; costantemente sconfitto, ma pur sempre eroe. Quando deve combattere, non si tira mai indietro. Quando ama, ama con tutto sé stesso, fino al sacrifico.

 

L’altra caratteristica di Brancaleone che ammalia lo spettatore è la lingua, sua e di tutti i personaggi che lo circondano. Una parlata di sapore medioevale – con inserti latini e tratti fonetico-morfologici vagamente assimilabili a quelli degli antichi volgari centro-italiani – che ha tanto scarto dalla lingua di tutti i giorni, quanto la vita ne ha dagli ideali che Brancaleone agogna. E in quello scarto è tutto il fascino. Anche in questo caso l’esito prevalente è il divertimento, sebbene i discorsi raramente siano comici in senso stretto.

 

Insomma: il genio di Scarpelli, anzi, di Age e Scarpelli, ha con Brancaleone da Norcia raggiunto una delle massime espressioni – e certamente unica quanto a originalità – che la scrittura da cinema apparentemente leggero abbia mai dato. Un film che fa ridere senza mai essere comico; che fa piangere senza mai essere tragico. Un personaggio in cui tutti – sfido chiunque a negarlo – si identificano. Una lingua che quasi tutti, alla fine del film, cercano di imitare o riprodurre.

 

Complice della fascinazione è certamente la magistrale performance di Vittorio Gassman. Ma troppo spesso l’apprezzamento si concentra sull’attore che incarna il personaggio. Per questa volta facciamo dire a Scarpelli parole simili a quelle di un grande ironico come lui: se Brancaleone v’è piaciuto, vogliatene bene a chi l’ha recitato, e anche un pochino a chi l’ha scritto.

 

(Rossano Salini)

 

PER GUARDARE UNO SPEZZONE DE L'ARMATA BRANCALEONE

CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
29/04/2010 - Grazie (Raffaele Castagna)

Raramente ho letto riflessioni così assennate circa un film che una diffusa visione superficiale facilmente cataloga come "comico". Grazie davvero.