BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LADY OSCAR/ L’eroina femminista che si riscopre donna grazie all’amore

Pubblicazione:

Lady_OscarR375.jpg

“Allora zia cosa ti ha detto?” “Che non esiste nessuna Lady Oscar in questo palazzo”. “Magari prova con Madamigella…è così che la chiamavano”. In Italia per mascherare la tematica bisessuale e l’aurea di ambiguità che circondava la protagonista e tutte le dame a corte, gli adattatori attaccarono a Oscar il nomignolo “Madamigella”, per far capire allo spettatore che all’interno del cartone animato era sempre vista come donna.

 

Venne totalmente cancellata la scena dove Rosalie, certa di aver a che fare con un aitante militare, le si offriva in cambio di denaro. Infine nell’episodio “Lo scandalo della collana” fu riadattato il dialogo dove Jeanne accusa Maria Antonietta di essere lesbica e di intrattenere rapporti con le dame di corte e con la stessa Oscar.

 

Notizia vera questa: la regina di Francia fu spesso biasimata per i suoi rapporti lascivi e discutibili. A scuola non ce lo insegnano, ma Maria Antonietta venne processata con l’imputazione - oltre di essere una spendacciona - di molestare sessualmente persino i suoi figli.

 

Deve averne viste di cotte e di crude Oscar a Versailles, per questo alla fine si è dimessa da Capitano della guardia reale. Il finale del cartone animato è triste e sconvolgente: la morte prematura di Andrè getta Oscar nello sconforto, ma non scalfisce la sua anima di guerriera.

 

L’ultimo sguardo al cielo di Oscar prima di essere uccisa durante la battaglia per la presa della Bastiglia è un’immagine che è rimasta impressa in modo indelebile nella memoria di tutti i fan. Il sacrificio dei due innamorati è qualcosa di veramente patriottico, che rispecchia più l’animo giapponese del kamikaze che quello francese del rivoluzionario. Pare ci sia chi ancora piange ogni volta che rivede l’ultima puntata di Lady Oscar.

 

“Senti zia andiamo alla Bastiglia, magari hanno messo qualche targa intitolata a Oscar”. “Ma io voglio vedere il palazzo della Regina!”. “Ma che te ne frega, tanto l’hanno copiata dalla Reggia di Caserta!”.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SU LADY OSCAR CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
03/05/2010 - una breve scaramuccia (antonella bellecca)

Nell'articolo si parla delle accuse a Maria Antonietta di libertinaggio; per la cronaca, erano completamente inventate. Né era più spendacciona di qualsiasi nobile. E non ci fu una battaglia per la presa della Bastiglia: dopo una breve scaramuccia con pochissimi morti il comandante consegnò pacificamente la fortezza; dopo la resa, lui e tutti i soldati (anziani, veterani di vecchie guerre) furono uccisi a sangue freddo e la sua testa fu messa su una picca.

 
01/05/2010 - 30 anni dopo (Gabriella Andreatta)

Da piccola impazzivo per questo cartone animato, esteticamente il più bello che abbia mai visto, tanto da aver comprato le figurine Panini, ma non sono riuscita a completare l'album. Da grande l'ho rivisto con occhi diversi... ed ho impedito a mia figlia di vederlo. Troppe tematiche da adulti e non così nascoste come dice l'articolo (ha dimenticato di citare il viscido cardinale di Rohan). Trent'anni dopo i personaggi mi appaiono diversi, soprattutto il conte svedese, bello e inconsistente come un mobile Ikea, e Alain, l'amico di Andrè, spalle larghe e cuore d'oro. Adesso anche capisco perchè all'epoca i francesi si erano arrabbiati per questo cartone, dato che il personaggio di Maria Antonietta si discosta in parte dall'iconografia imposta dai libri di storia.