BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

THE PACIFIC/ Dopo la banda del soldato Ryan la Seconda Guerra Mondiale torna in Tv

Pubblicazione:

the_pacific_R375.jpg

Il cinema sbarca in televisione. È partita ieri sera The Pacific, la miniserie evento prodotta da Tom Hanks, Steven Spielberg e Gary Goetzman, non a caso programmata da Sky sul canale Cinema (e su quello in HD, che renderà la fruizione ancora più cinematografica), con la stessa strategia utilizzata per Romanzo Criminale.

 

La serie è stata presentata in Italia proprio in una sala cinematografica, quella dell’Apollo di Milano, nell’ambito del Telefilm Festival. Perché questo è un serial che sembra un film lungo 10 ore, come ha spiegato il Direttore dei Canali Cinema e Intrattenimento SKY Nils Hartmann alla conferenza stampa di presentazione della kermesse milanese.

 

Dopo la serie Band of Brothers (targata anch’essa HBO e prodotta sempre da Spielberg e Hanks come spin off del film Salvate il soldato Ryan) il serial parla di un gruppo di giovani soldati americani mandati sul fronte giapponese, nei giorni successivi all’attacco di Pearl Harbor il 7 dicembre del 1941. La guerra fu combattuta in territori inospitali e selvaggi, sul fronte del Pacifico, quello meno conosciuto al pubblico, su isole di cui i soldati non riuscivano neanche a pronunciare il nome.

 

Ci troviamo nel corpo dei Marines e gli eventi sono narrati attraverso tre protagonisti, tre soldati che combatterono realmente in quei luoghi: il giovane Eugene B. Sledge (interpretato da Joseph Mazzello), il sergente italo-americano John Basilone (Jon Seda) e il marine Robert Leckie (James Badge Dale). La storia si basa sui romanzi di due di loro (With the Old Breed di Sledge e Helmet for My Pillow di Leckie) e sui racconti di veterani di guerra (che appaiono in video prima di ogni puntata).

 

CLICCA QUI PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO SU THE PACIFIC



  PAG. SUCC. >